Cerca Hotel al miglior prezzo

Caro carburante: compagnie aeree tagliano 60 milioni di posti a sedere

E’ un calo senza precedenti nel numero di voli quello che vedrà i principali vettori tagliare il sette per cento dei voli nell’ultimo trimestre del 2008.
Le compagnie aeree offrono quasi 60 milioni in meno di posti a sedere negli ultimi tre mesi dell'anno rispetto allo stesso periodo nel 2007, come i nuovi dati rivelano.

La spirale del costo del petrolio e la crisi creditizia specie in america equivale a un sette per cento diminuzione del numero dei voli e di capacità di posti a sedere per il trimestre, come rivela la pubblicazione della gazzetta ufficiale del volo, la OAG (Official Airline Guide).

Questa recessione "senza precedenti" e molto seria nel trasporto aereo segue gli annunci dalle compagnie aeree tra cui Ryanair e British Airways che avevano annunciato di tagliare drasticamente il numero dei voli di questo inverno.

Ma il calo è più grande nel Nord America, dove le compagnie aeree dovranno tagliare 20 milioni di posti a sedere, l'equivalente di un terzo della capacità globale del mercato!.
Il calo avrà anche un effetto marcato in Asia, dove i vettori pianificano un 13 per cento di diminuzione della capacità, equivalente a circa tre anni di battuta d'arresto della crescita, sottolinea la OAG.

Ma non saranno solo i passeggeri che si troveranno ad affrontare un servizio e una scelta ridotta , il problema sarà per molti aeroporti che verranno gravemente colpiti dai tagli delle operazioni delle compagnie aerea, con 275 aeroporti in tutto il mondo che perderanno servizi aerei di linea rispetto a quelli già programmati da orario. Di questi, 32 aeroporti sono negli Stati Uniti, mentre 116 si trovano nella regione asiatica del Pacifico. Fonte: Times
  •  

 Pubblicato da il 06/08/2008 - 1.976 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close