Cerca Hotel al miglior prezzo

Risarcimento Ryanair per ritardo volo o cancellazione, come fare

Mai dare nulla per scontato! Questo è uno dei mantra per chi è abituato a viaggiare in aereo e ben conosce tutti gli imprevisti che possono, purtroppo, materializzarsi dinanzi al passeggero, spesso senza alcun preavviso né sentore. Voli cancellati, pesanti ritardi aerei, overbooking e problemi coi bagagli sono dietro l'angolo e, quindi, è sempre necessario essere preparati a fronteggiarli. Di queste situazioni ne accadono ogni giorno un po' con tutte le compagnie aeree e la irlandese Ryanair, la compagnia aerea low cost prima in Europa per numero di passeggeri trasportati, non ne é affatto esente. Proprio per questo abbiamo deciso di scrivere un articolo col quale ti spiegheremo come chiedere un rimborso Ryanair tramite la claim company ItaliaRimborso, una delle più note in circolazione nel palcoscenico europeo. Vediamo innanzitutto, però, quali sono i disservizi in cui è possibile incappare viaggiando in aereo.

I 6 disagi aerei per cui richiedere indennizzo a Ryanair

Sono fondamentalmente sei i problemi in cui si può incorrere quando si sceglie un aereo Ryanair o di altra compagnia come mezzo di trasporto. Problemi che possono davvero creare grattacapi, se non si riescono ad affrontare nel modo giusto e se non si conoscono le giuste modalità di azione per richiedere rimborsi e risarcimenti alla compagnia aerea irlandese. Sono sei, dunque, i problemi ed altrettanti sono i servizi offerti da Italiarimborso.it. Eccoli:

  1. Ritardo aereo all'arrivo superiore a 3 ore
  2. Volo cancellato
  3. Negato imbarco per over booking
  4. Bagaglio smarrito
  5. Bagaglio danneggiato
  6. Bagaglio consegnato con ritardo.

Ciascuno di questi sei disservizi per il passeggero aprono le porte ad un risarcimento sancito da apposite normative come il Regolamento Comunitario 261/2004 e la Convenzione di Montreal. Ma vediamo adesso che tipo di risarcimenti sono previsti.

Compensazione pecuniaria ed altri risarcimenti Ryanair

Non tutti sanno che, quando si verifica uno dei primi tre casi citati nel paragrafo precedente e se la compagnia Ryanair ha dirette responsabilità o non ha fatto il possibile per evitarlo, è possibile fare reclamo per ottenere la compensazione pecuniaria. Ma cos'è? Si tratta di un risarcimento forfettario che il vettore deve corrispondere al passeggero quando non sussistono le cosiddette circostanze eccezionali, cioè delle situazioni che Ryanair, come qualsiasi altra aviolinea, non può evitare: ad esempio le avverse condizioni meteorologiche, le restrizioni del traffico aereo o gli scioperi. In questi casi specifici, com'è logico, in caso di disservizio non è possibile ottenere alcun risarcimento. In caso contrario, porte aperte alla compensazione pecuniaria il cui importo varia in base alla lunghezza della tratta aerea del volo Ryanair. Nel dettaglio:

  • Per voli fino ai 1500 chilometri (ad es. Catania-Venezia) – 250 euro;
  • Per voli compresi tra 1500 e 3500 chilometri (es. Roma-Istanbul) – 400 euro;
  • Per voli superiori ai 3500 chilometri (es. Milano-Tokyo) – 600 euro.

Per ciò che riguarda invece i bagagli, è abbastanza chiaro che il problema riguarda l'arrivo a destinazione: è al nastro bagagli che ci si accorge di danni o smarrimenti. Pertanto, è fondamentale recarsi all'ufficio lost and found dell'aeroporto e denunciare il problema, avendo cura di farsi rilasciare copia di un modulo PIR (Property Irregularity Report) in cui si attesta l'accaduto e conservando tutte le fatture, gli scontrini e le ricevute che riguardano la merce acquistata in sostituzione di quella mancante o danneggiata. Secondo la Convenzione di Montreal, sarà possibile ottenere un risarcimento vicino ai 1100 euro.

Ma come?

Fare reclamo a Ryanair: ItaliaRimborso, ecco la soluzione

A questo punto si aprono due strade. Il passeggero può scegliere se agire autonomamente nei confronti della compagnia low cost irlandese, magari avventurandosi nel sito web per il rimborso aereo Ryanair, oppure affidarsi a professionisti del settore dei rimborsi e dei risarcimenti come Italia Rimborsi: quest'ultima opzione consentirà di risparmiare tempo ed evitare eventuale stress. Perché? Perché un sistema collaudato ed automatizzato consente alla claim company italiana di poter evadere velocemente le richieste di risarcimento che diventano per il passeggero informatizzate e tracciabili tramite il sito aziendale. L'esperienza concreta nel campo, la formazione del personale, la rete di avvocati convenzionati ed i sistemi intelligenti installati nel sito web consentono di accorciare i tempi ed avere ottime probabilità di buona riuscita del reclamo, anche in fase stragiudiziale dinanzi al Giudice di Pace competente con una percentuale di sentenze vinte del 97,5%.

Ti starai chiedendo: cos'è ItaliaRimborso? Ti diciamo che è una startup innovativa composta da giovani professionisti che, in soli tre anni, ha bruciato le tappe espandendosi in tutta l'Italia e che punta adesso all'Europa dopo aver aperto i propri servizi a tour operator ed agenzie di viaggi. Negli anni ha ricevuto numerosi premi tra cui il prestigioso "Le Fonti Awards 2021" (risultando Eccellenza dell'Anno Innovazione e Leadership - Litigation Funding - Settore Turistico), ed è stata addirittura citata nel Responsible private funding of litigation , un documento di 118 pagine pubblicato a marzo del 2021 dalla Direzione Generale per i servizi della ricerca del Parlamento Europeo. Nello stesso studio sono citate 9 claim company europee tra cui, appunto, Italia Rimborso che risulta pertanto fra le eccellenze del continente.

Quindi, come fare reclamo con ItaliaRimborso? Semplice, visita il sito www.italiarimborso.it, compila il form inserendo i dati richiesti ed attendi il tuo rimborso. Oppure manda una email all'indirizzo info@italiarimborso.it. Quanto costa l'assistenza? Ti rispondiamo con una sola parola o, meglio, con un numero: zero!

  •  
20 Ottobre 2021 I mercatini di Natale a Riva del Garda

I mercatini di Natale possono essere un luogo ideale dove fare incontrare ...

NOVITA' close