Cerca Hotel al miglior prezzo

Tablet e computer vietati sui voli verso USA e UK dal Medioriente

Per gli Stati Uniti la minaccia del terrorismo è un nemico da sconfiggere con ogni mezzo: è per questo motivo che gli Usa hanno deciso di vietare la presenza di tablet e pc sulle cabine degli aerei che provengono da otto Paesi tra il Medio Oriente e l'Africa. Secondo il nuovo provvedimento, tutti i device elettronici con dimensioni più grandi di quelle di uno smartphone non potranno essere portati in cabina ma, ovviamente, potranno essere tenuti nel bagaglio di stiva.

Non bisogna farsi trarre in inganno: anche se l'amministrazione guidata da Donald Trump aveva proposto due bandi contro i musulmani, che sono poi stati bloccati dai giudici, questa scelta che mette nel mirino le nuove tecnologie, non è stata decisa direttamente dal governo USA, che comunque approva il provvedimento.

Il bando in questione entrerà in vigore già tra pochi giorni, visto che sarà attivo a partire da sabato prossimo. I Paesi coinvolti sono il Marocco, gli Emirati Arabi Uniti, il Qatar, il Kuwait, l'Arabia Saudita, la Turchia, l'Egitto e la Giordania: si tratta di Paesi che sono partner degli Stati Uniti, se non addirittura alleati veri e propri. Nel complesso, saranno circa cinquanta i voli che subiranno delle conseguenze in virtù di questo divieto, con nove compagnie chiamate in causa: la Etihad Airways, la Saudi Airlines, la Egypt Air, la Emirates, la Qatar Airways, la Royal Air Maroc, la Kuwait Airways, la Turkish Airlines e la Royal Jordanian. Attenzione quindi per chi usa questi hub, non importa la propria nazionalità ma solo l'aeroporto di partenza!

I voli su cui sarà impedito di portare tablet e pc portatili in cabina saranno quelli che partono da dieci aeroporti, alcuni molto importanti: quello di Dubai, quello di Doha, l'aeroporto di Casablanca, di Abu Dhabi, di Kuwait City, ma anche quello di Riyad, di Gedda, o ancora quello di Istanbul, del Cairo e di Amman.
Gli esperti e gli analisti hanno ipotizzato la possibilità di un attacco proveniente dal cielo, a due giorni dal vertice che è andato in scena a Washington con la partecipazione di quasi 70 Paesi impegnati in una coalizione mondiale contro l'Isis. A destare timore è, in particolare, Aqpa, il braccio yemenita dell'associazione di terroristi che diedero il via alle stragi dell'11 settembre del 2001.

Non sono solo gli Stati Uniti sotto l'effetto di Trump ad aver adottato una decisione del genere: anche il Regno Unito, infatti, ha fatto sapere di aver optato per un provvedimento dello stesso tipo. In particolare, è stato un portavoce di Theresa May, la premier britannica, a rendere noto il divieto di portare in cabina tutti i dispositivi elettronici più larghi di 9.3 centimetri, più lunghi di 16 centimetri e più spessi di 1.5 centimetri. In questo caso, saranno coinvolti i passeggeri che si sposteranno dall'Arabia Saudita, la Tunisia, la Turchia, l'Egitto, la Giordania e il Libano. Inoltre anche Canada e Francia stanno valutando provvedimenti simili.
  •  

 Pubblicato da il 21/03/2017 - 1.752 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close