Cerca Hotel al miglior prezzo

Lo Stabilimento termale delle Terme della Salvarola a Sassuolo

A sud di Sassuolo troviamo le Terme della Salvarola caratterizzate da 3 tipi di acque termali giÓ famose nel medioevo. Qui si trova il Centro Benessere Balnea.

Lo stabilimento delle Terme della Salvarola, si trova nell’omonima località del comune di Sassuolo, in provincia di Modena, a meno di un paio di km dal centro storico della cittadina emiliana famosa per le piastrelle in ceramica.

Il complesso delle terme si trova quindi poco a sud dell’abitato di Sassuolo, a poche centinaia di metri dalle sponde del fiume Secchia, in una zona ricchissima di affioramenti di acque sorgive che si riflette nella presenza, anche nelle immediate adiacenze dello stabilimento, di numerosi piccoli specchi d’acqua; comprende il centro di cura termale Salvarola, il centro benessere Balnea ed l’Hotel Terme della Salvarola.

E’ famoso per essere un centro estetico clinico termale e sensoriale alla’avanguardia in cui gli ultimi ritrovati della medicina naturale delle terme viene messa disposizione dei più avanzati trattamenti estetici e di bellezza, oltre che curativi, nel Centro Benessere di 2.300 mq che rappresenta il “fiore all’occhiello” di questa struttura.

Storia dello stabilimento termale

Le terme della Salvarola sono conosciute ed utilizzate in modo sistematico dagli antichi romani sino almeno dal II secolo d.C., ma il culmine della fama e della notorietà arriva per questo luogo di cura nel Medioevo, poco dopo l’anno Mille, quando un grandissimo feudo a cavallo dell’Appennino Tosco-Emiliano è amministrato dalla contessa Matilde di Canossa, il cui potere ha sede appunto a poca distanza dall’attuale stabilimento.

Si apprende infatti dalle fonti storiche che la stessa contessa si recò in cerca di risanamento ai bagni della Salvarola, e questo accadde durante il suo soggiorno presso il castello di Montebaranzone, nel comune di Prignano. Durante il periodo della signoria Estense di Ferrara, le acque di Salvarola furono a tal punto apprezzate per le loro prodigiose qualità terapeutiche da essere appellate da addirittura “divine”.

Acque e trattamenti termali

I trattamenti termali dello stabilimento si basano su ben tre tipi di acqua termale differente:l’acqua termale salso-bromo-iodica, che esplica azione antalgica e cicatrizzante, antinfiammatoria, antisettica, antiedemigena sui tessuti e stimolante sul sistema endocrino, ed è impiegata soprattutto nella fangoterapia, nella balneoterapia, nelle inalazioni e nebulizzazioni e nelle irrigazioni vaginali per combattere patologie dell’apparato respiratorio, osteoporosi, artrosi e disfunzioni ginecologiche come vaginiti e flogosi ovarica; l’acqua sulfurea, che risulta antinfiammatoria, regolatrice della motilità capillare, anticatarrale e stimolante della secrezione ormonale e della circolazione periferica, impiegata per combattere patologie croniche dell’apparato respiratorio, dermatiti, reumatismi e sordità rinogena tramite trattamenti di insufflazione entotimpanica, cure inalatorie e fango-balneoterapia.

Infine l’acqua solfo-bicarbonato-magnesiaca, che è antinfiammatoria, mucolitica, epatoprotettiva e stimolante della digestione, ed è impiegata nelle cure inalatorie, nella fango-balneoterapia, nei percorsi vascolari ed anche come bibita termale per risanare patologie dell’apparato respiratorio, flebopatie, osteoartrosi, dermatiti, dispepsia e stitichezza. Per la salute della pelle, dei polmoni e delle articolazioni, le terme della Salvarola mettono a disposizione anche efficaci impacchi di fango termale, che viene ottenuto lasciando macerare finissima polvere di argilla nell’acqua salso-bromo-iodica, in modo da far sviluppare colonie di microrganismi quali muffe ed alghe e di farle arricchire di gli oligoelementi curativi, prima di applicare gli appositi impacchi direttamente sulle areee da trattare ad una temperatura che si aggira attorno ai 50 gradi.

Il vastissimo centro benessere Balnea è l’area del complesso termale speificamente dedicata ai trattamenti relax, wellness ed estetici, comprende ben 5 fra vasche e piscine termali per trattamenti curativi e di bellezza, bagno di vapore e sauna, e centro estetico. Le piscine termali sono alimentate con l’acqua solfato-magnesiaca, e presentano tutte temperature differenti oscillanti fra i 25 e i 38 gradi, e comprendono idromassaggi, giochi d’acqua, getti e cascate cervicali e dorsali e appositi percorsi termali acquatici. Nella zona dei trattamenti a calore secco e umido, si può invece effettuare non solo i classici bagno turco e sauna ma anche aromaterapia e cromoterapia.

Informazioni utili per visitare le terme

Indirizzo, telefono, sito ufficiale
Via Salvarola, 131, 41049 Sassuolo MO

tel. 0536 987511
www.termesalvarola.it


Come arrivare
Chi viaggia in auto, moto, camper o comunque con un mezzo di spostamento autonomo potrà scegliere, una volta giunto a Parma, se percorrere la Strada Statale 724 o la Strada Provinciale 467R, alternativamente, per raggiungere prima Sassuolo e subito dopo Salvarola, per un tragitto complessivo che richiede, dal capoluogo di provincia, poco più di mezz’ora. Chi invece viaggia coi mezzi pubblici, può approfittare della comodissima linea ferroviaria “Pontremolese” che collega Parma alla Spezia, fermando anche a Sassuolo, oppure delle molte corse dei bus di linea che collegano le due città con fermata sempre presso la stazione dei treni. Arrivare a Sassuolo da Parma, in treno o in bus richiede circa mezz’ora, cui si deve aggiungere il tempo per arrivare da Sassuolo Quattroponti fino allo stabilimento, cioè circa 3,5 km: a piedi ci vuole poco più di mezz’ora, ma con il bus locale o con il taxi, basteranno cinque minuti.

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close