Cerca Hotel al miglior prezzo

Cosa vedere e cosa visitare Sottomarina Lido

Sottomarina Lido, Chioggia: visita al centro storico e alla spiaggia

Una delle tre macroaree di Chioggia – comune di 49.706 abitanti in provincia di Venezia – beneficia di una posizione geografica che la fa ben volere dai turisti di tutto il mondo, in quanto poco lontana dalle principali città, Serenissima compresa. Si sa che, oltretutto, con il mare si vince facile ed è tale la fortuna di Sottomarina Lido, affacciata senza pudore sull’Adriatico.

La storia di Sottomarina

Questa località della regione Veneto si è progressivamente emancipata nonostante le iniziali controversie legate al suo sviluppo storico. In origine una lingua di terra a carattere selvatico, Sottomarina si costituisce nucleo urbanizzato rendendo anticamente l’idea di urbis raggiante, territorio costellato di edifici religiosi come le chiese di San Martino, San Matteo e Sant’Antonio Abate, eppure garante di servizi essenziali, di un ospedale, di una roccaforte e un rapido collegamento con Chioggia sottoforma di ponte in muratura.

Quest’idea s’infrange nel 1379 sul muro bellico della flagellante Guerra di Chioggia, evento gravemente depauperante che la lascia totalmente sguarnita, deserta e per di più suscettibile alla violenza delle intemperie. La ripresa si attesta intorno all’inizio del ‘600, sfociando in una radicale trasformazione migliorativa adeguata in primis alla deviazione del Brenta dalla laguna, poi alla realizzazione della diga sud del porto chioggiano, che con la sua lunghezza di circa 1,2 chilometri offre una bella occasione per compiere una lunga passeggiata.

L'offerta turistica di Sottomarina Lido

Ne risulta oggi un luogo adatto soprattutto ai vacanzieri che, appena messo piede a Sottomarina, non si esimono dal percorrere in tutta calma un lungomare di oltre 2 km che invita alla passeggiata mattutina (ma anche al tramonto è una favola) fra strutture alberghiere efficienti e stabilimenti balneari dotati di ogni comfort. L’amministrazione comunale si è prodigata negli anni affinché questa importante perla lagunare diventasse ancor più performante in termini turistici, un obiettivo perseguito con costanza e finalmente raggiunto, sicché il risultato è sotto gli occhi di tutti: sgravata da ogni minimo barlume di mancanza, il nucleo urbano ruota intorno al trittico Piazza Italia-Piazza Europa-Piazza Todaro, completamente rimodernato, uniformato con cognizione di causa alla logica 2.0 della smart city ma nel pieno rispetto delle aree verdi e tutelando gli spazi dedicati alle piste ciclabili nonché ai pedoni.

La grande spiaggia di Sottomarina

Libero sfogo a negozi, boutique, centri commerciali e, non ultimi in ordine di rilevanza, locali per l’intrattenimento giovanile, discoteche, pub, sale giochi e rendez-vous all’aperto per conservare nelle narici quell’anelito di salsedine che ricorda la connotazione marittima della cittadina. Movida, vita notturna ed elettrizzante disquisir serale ma… occhio a non andare a letto troppo tardi perché il sorgere del sole apre i battenti della favolosa spiaggia e guai a lasciarsi sfuggire il posto migliore. Il litorale sabbioso rappresenta il culmine della bellezza locale: oltre cinque chilometri di bagni, sia attrezzati che alcuni tratti di spiaggia libera, adagiati su sabbia finissima e molto pulita, setosa e ricca di nutrienti utilizzati perfino per cure termali e terapie, oltre a favorire la tanto ambita tintarella. Nel punto più ampio, nei pressi del molo, l'arenile raggiunge una considerevole profondità di oltre 350 metri, rendendolo ideale anche alla pratica di sport come il calcetto, il beach volley e tennis e sue varianti. Grazie all'approfondirsi graduale delle acque, la spiaggia di Sottomarina Lido è ideale per le famiglie con bambini piccoli. La spiaggia verso sud si assottiglia e termina in corrispondenza del molo sinistro della foce del fiume Brenta.

Sottomarina Lido si focalizza interamente sulle richieste turistiche, lasciando a Chioggia l’onere di impegnare anche culturalmente il forestiero. Essa è una piccola ma sgargiante finestra su Venezia, addensamento di eleganza e blasone storico che traspare dai palazzi, dalle tipiche imbarcazioni (chiamate Bragozzi), dai monumenti e da chiese, musei e piazze che rimandano alla lussureggiante epopea dei dogi e della sfavillante Repubblica Marinara. Chioggia vanta perciò un patrimonio architettonico e artistico solido, duraturo, meritevole di acquisire il titolo di "Città d’arte" che premia di fatto l’incantevolezza di una fulgida perla adriatica. La nobiltà e la fierezza si festeggiano tramite una manifestazione imperdibile, il Palio de La Marciliana, suggestiva rievocazione storica che suggella la stagione estiva.
A giugno invece spazio alla gastonomia con l'attesa Festa del Pesce Azzurro.


Come arrivare a Sottomarina Lido

Si consigliano principalmente due percorsi in auto: il primo, da nord, prevede l’imbocco della A4 con uscita a Padova Interporto, per seguire successivamente le indicazioni per Piove di Sacco e, in sequenza, Chioggia e Sottomarina Lido; il secondo, da sud, abbisogna della A13 con uscita a Monselice verso Chioggia e in direzione Sottomarina Lido.

 Pubblicato da il 05/10/2016 - 867 letture - ® Riproduzione vietata

close