Cerca Hotel al miglior prezzo

Visita alla Pinacoteca di Parigi

La pinacoteca di Parigi ha aperto da pochi anni ma é già un punto di riferimento assoluto per gli appassionati d'arte della capitale francese.

La pinacoteca è solitamente un luogo storico delle città, basti pensare alla Pinacoteca di Brera o agli Uffizi di Firenze, per citare solo alcune delle più famose tra quelle italiane. Stupisce invece scoprire che a Parigi, tra le decine di musei della capitale francese, solo da pochi anni esiste una Pinacothèque: era il 2007 quando aprì in place de la Madeleine – vicino al Palazzo dell'Eliseo – questo museo privato da un'idea di Marc Restellini.

Arte moderna e arte contemporanea hanno trovato la propria casa qui, nel centralissimo 8°arrondissement, in un edificio ristrutturato e adattato alla funzione museale dall'architetto Laurent Guinamard-Casati. Sono duemila i metri quadrati – suddivisi su tre piani – dove le mostre hanno iniziato a svilupparsi, prima che nel 2011 venisse acquisito un ulteriore spazio (la Pinacothèque 2) di tremila metri quadrati per espandere l'offerta artistica al pubblico, dove oggi è ospitata la collezione permanente.

Intenditori e semplici appassionati hanno apprezzato fin dai primi tempi le proposte del museo, che ha saputo fondere il nuovo e l'antico attraverso percorsi sempre originali e accattivanti.
La Pinacothèque de Paris ha ormai abituato il pubblico ad un'offerta che prevede, oltre alla collezione permanente, anche due esposizioni temporanee spesso molto diverse tra loro, in modo da suggerire ai visitatori una visione trasversale dei movimenti artistici, saltando da un'epoca all'altra attraverso ponti ed influenze che l'arte è in grado di intrecciare.

Opere provenienti dalla Francia, dall'Italia (Botticelli e Modigliani), dalla Germania, dalle Fiandre (Van Dyck), dalla Spagna o dagli Stati Uniti (Warhol) degli ultimi mille anni si incontrano nella collezione permanente della pinacoteca, fornendo un'immagine completa della storia artistica mondiale. Parallelamente, nelle sale dedicate alle mostre temporanee, lo spirito che muove la Pinacothèque ha reso possibile in questi pochi anni dalla sua apertura, alcune esposizioni d livello internazionale, con nomi di richiamo assoluto.

Da Munch a Picasso, da Jackson Pollock alle mostre sulle grandi civiltà del passato (indimenticabili, ad esempio, quelle sulle maschere di giada dei Maya o delle statue dei soldati dell'impero Qin, provenienti dalla città cinese di Xi'an), il risultato è sotto gli occhi di tutti: un calendario espositivo di grande richiamo che consente confronti e dialoghi tra artisti ed epoche anche distanti tra loro.

Segnaliamo infine che nei primi mesi del 2015 è in procinto di aprire una nuova sede della Pinacothèque fuori dall'Europa: si tratta della sede di Singapore, presso Fort Canning, nell'omonimo parco della città-stato asiatica.

Informazioni utili

Pinacothèque 1
28, place de la Madeleine
75008 Parigi

Pinacothèque 2
8, rue Vignon
75009 Parigi

La biglietteria si trova all'angolo tra rue Vigon e rue de la Sèze.

Orari:
aperto tutti i giorni h.10:30-18:30 (la biglietteria chiude alle 17:30).
Il mercoledì e il venerdì la chiusura serale è alle h.20:30.
Durante le festività nazionali (Capodanno, 1°maggio, 14 luglio e Natale) l'orario è così ridotto: h.14-18.

Prezzi della collezione permanente presso Pinacothèque 2:
visitatori singoli: tariffa unica 4 euro.
I prezzi delle mostre temporanee possono variare a seconda dell'esposizione.

Maggiori informazioni sul sito ufficiale (in francese o in inglese):
www.pinacotheque.com

 Pubblicato da il 16/12/2015 - 1.455 letture - ® Riproduzione vietata

close