Cerca Hotel al miglior prezzo

Umbertide (Umbria): la visita alla cittÓ, la sua rocca e la festa dell'800

Umbertide, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Nell'alta valle del Tevere, cuore dell'Umbria in provincia di Perugia, è situato Umbertide, un bellissimo comune le cui caratteristiche consistono in un alternarsi di antichità e modernità. Una storia travagliata che, secondo alcuni studiosi, inizia in era etrusca con un insediamento il cui nome originario era Pitulum. Successivamente la città venne rinominata Fratta.

Durante il medioevo visse momenti molto difficili: subì infatti pesanti danni e saccheggi e fu oggetto di tentativi di conquiste da parte di diversi signori. Dopo qualche secolo di pace, fu poi nuovamente saccheggiata e depredata, durante la Rivoluzione Francese, di tanti preziosi dipinti. Nel 1860 l'Umbria venne annessa all'Italia e Fratta ottenne finalmente il suo primo governo locale, oltre al cambiamento di nome, in onore di Umberto di Savoia. Da lì in poi iniziò un periodo di prosperità e, negli anni '60, un grande sviluppo industriale per cui Umbertide divenne importante centro per la metalmeccanica, i tessuti, la tabacchicoltura e via dicendo, cosa che portò inoltre un notevole sviluppo della città, che si estese prepotentemente verso sudest.

Modernità dunque, ma anche tanta storia, rintracciabile in tutta la sua bellezza nei numerosi monumenti e poli d'interesse artistico e architettonico. A questo proposito, il monumento simbolo per eccellenza di Umbertide è senza dubbio la Rocca medievale. Quest'imponente fortezza, costruita verso la fine del XIV secolo, fu adibita a carcere e rimase tale fino agli inizi del ‘900. Dopo di che, fu restituita al comune, che da quel momento vi ha avviato un'importante operazione di ristrutturazione al fine di recuperarne l'identità storica. Oggi le antiche sale della Rocca ospitano un "Centro per l'Arte Contemporanea".

Se la Rocca rappresenta l'edificio simbolo di Umbertide, non è essa certo l'unico dotato di bellezza e interesse storico. Il bellissimo Palazzo Comunale e il Teatro dei Riuniti, ad esempio, valgono senz'altro una visita.

Ma non è tutto: a Umbertide ci sono anche molti edifici religiosi degni di nota. Uno su tutti è la Collegiata di Santa Maria della Reggia, splendida chiesa costruita nel XVI secolo che racchiude opere d'arte di grande valore, come ad esempio la Trasfigurazione di Cristo di Niccolò Circignani, detto il Pomarancio. Altre splendide chiese da scoprire sono la Chiesa di San Francesco, la Chiesa di San Bernardino, La Badia di San Cassiano, antico monastero di benedettini neri.

Un passato importante, quello di Umbertide, che ha lasciato in dono alla città splendidi edifici, piazze e vie e che rivive ogni anno grazie alle "Feste di settembre di fine Ottocento", una tradizione annuale che porta la città a recuperare il suo antico nome e a celebrare un periodo, quello risorgimentale, che fu di particolare importanza per questo territorio. La cosiddetta "Fratta nell'800" è dunque un momento di profonda importanza storica e sociale in cui si celebra la vita del paese di quel periodo con un vero e proprio salto indietro nel tempo, fatto di musiche, letture di poesie dell'epoca, ricostruzioni di battaglie risorgimentali, giochi popolari e soprattutto cucina. Le osterie e le taverne umbertidesi si allineano in questo periodo dell'anno all'atmosfera di festa e di storia del paese, e si dedicano alla cucina tipica umbra ottocentesca, riscoprendo piatti e ricette antichi mai del tutto dimenticati.

Per arrivare a Umbertide in auto, bisogna percorrere la Superstrada E 45 in direzione Cesena, arrivando dal sud Italia e in direzione Perugia-Roma da nord, per poi uscire a Umbertide. Per quanto riguarda invece il treno, è raggiungibile dalla linea Firenze - Roma con coincidenze con la Ferrovia Centrale Umbra. Gli aeroporti più vicini sono infine quelli di Perugia, Ancona e Firenze.
  •  

News più lette

close