Cerca Hotel al miglior prezzo

Torre Canne (Puglia): le spiagge della Riviera dei Trulli e il parco delle dune costiere

Torre Canne, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il territorio in cui si trova incastonato il meraviglioso mare di Torre Canne è un piccolo gioiello della natura e della creatività dell'uomo. In questa porzione di Puglia chiamata da alcuni alto Salento, da altri già definita come Murge, dolci colline ammantate di verde lasciano il posto a tacchi da cui si gode una spettacolare vista su un mare azzurro-turchese che lascia ben poco all'immaginazione.

Prima dell'azzurro però, l'occhio si posa su diverse gradazioni di verde che dall'alto sembra raccogliersi in batuffoli ordinati che si stagliano su un terreno rosso bruno. Sono gli ulivi che in file perfette accompagnano la silhouette delle colline e scivolano con garbo verso la pianura, scandendo il ritmo di questo territorio assieme ai caratteristici muretti di pietra, composti e lineari. Dopo c'è solo il mare, con una spiaggia di sabbia fine e bianchissima incorniciata dalle dune protette, popolate da fauna di grande rilievo.

Torre Canne non è una città vera e propria, ma una piccola frazione della città di Fasano da cui dista circa 8 km, in provincia di Brindisi, da cui invece dista una cinquantina di km. Torre Canne è diventata ormai una località balneare molto rinomata prima di tutto per il bellissimo mare che regala meravigliose sfumature e acque trasparenti e pulite. I residenti stanziali sono solo 500 ma durante la stagione estiva il piccolo borgo si popola di gente e colori, profumi e suoni che rappresentano perfettamente una terra tanto ricca di cultura e tradizione quale è la Puglia. Qui si trovano alcune tra le attrazioni più belle dal punto di vista naturalistico e paesaggistico, sia parchi tematici per il divertimento di tutta la famiglia. Sempre qui l'architettura umana si esprime al massimo con delle costruzioni tanto caratteristiche quanto famose: i trulli.

Non manca niente, ci sono tutti gli ingredienti per una vacanza indimenticabile, che si venga in coppia o con tutta la famiglia, o semplicemente con amici, questo è il posto giusto in perfetto equilibrio tra vacanza attiva, rilassante e alla scoperta delle peculiarità di un territorio tanto ricco.

Peculiarità di Torre Canne sono anche le terme, conosciute da oltre un secolo grazie alle loro proprietà terapeutiche. Da ben 11 polle che sgorgano da vene sotterranee, regalano, tra conifere e tamerici che fanno parte del parco, preziose acque minerali cloruro-solfato-sodiche leggermente bromurate. Le sorgenti, formatesi per fratture del suolo successive a movimenti tellurici importanti, sono un importante punto di forza del territorio che offre trattamenti curativi e di bellezza, come quelle che si ottengono con i fanghi che sono anche curativi. Il fango di sorgente è infatti composto per lo più da un silicato di calcio allumina con ferro e piccole quantità di magnesio, oltre ad altri detriti organici.

Il territorio fece parte del dominio romano, infatti Fasano fu una delle tappe più salienti della via Appia Traiana che vedeva il suo culmine a Brindisi. Dopo la disfatta dei romani, come del resto avvenne anche in atri contesti, le popolazioni lasciarono le poco sicure coste per trovare riparo nelle zone più interne, da qui l'origine di Fasano, un tempo conosciuta come S.Maria di Fajano dal 1088.

I turisti che visitano questi luoghi sono principalmente (e a ragione) attratti dal bel mare e dalle splendide spiagge di sabbia fine e bianchissima. Questa si trova in quella che è conosciuta come Riviera dei Trulli, una riviera caratterizzata appunto da bellissime spiagge e dune ricoperte di macchia mediterranea. Da Torre Canne si estende una lunga spiaggia di 8 km che termina a Pilone, spiaggia orlata da meravigliose e suggestive dune ammantate di ginepri che, di quando in quando, schiudono alla vista dei laghetti di acqua sorgiva. La spiaggia di Torre Canne, sormontata dal faro che simboleggia la località, ha meritato ben 4 Vele di Legambiente oltre che la bandiera blu che indica non solo la bellezza e purezza di un territorio, ma anche tutta una serie di servizi offerti ai fruitori. Si può scegliere tra la spiaggia libera, selvaggia e suggestiva, e il comfort dei lidi dove si trovano tutti i servizi necessari per una vacanza nel totale relax. Il fondale è basso e digrada dolcemente verso le profondità man mano che ci si allontana dalla riva, per questo è indicato anche per le famiglie con bambini.

Oltre alla spiaggia non si dovrebbe perdere l'opportunità di visitare il parco naturale Dune Costiere che racchiude diversi habitat naturali di incommensurabile importanza e bellezza. Un territorio molto complesso e articolato che offre diversi scenari in cui si può riconoscere la potenza e magnificenza della natura. Tra oliveti secolari, siti archeologici e masserie storiche, non c'è davvero il tempo di annoiarsi!

Da vedere anche le lame, dei canali naturali in cui scorrevano dei fiumi in epoche remote e che oggi segnano come cicatrici indelebili il suolo attraverso una folta vegetazione. Sui lati delle lame si trovano delle grotte che testimoniano tracce di antichi insediamenti umani in quelli che sono dei veri e propri villaggi rupestri di grande fascino. Se la storia è quello che si cerca, storia si troverà anche nella testimonianza portata fino ai nostri giorni dall'antica via Traiana di cui si può ancora ammirare l'imponenza. Altra testimonianza è data dai dolmen di Montalbano, un monumento megalitico noto anche come tavola dei paladini e che viene datato tra il III e il II millennio.

Meritano senz'altro un po' di tempo anche le masserie storiche, antichi fondi rustici che oggi sono stati reinterpretati come una sorta di agriturismo e B&B di forte impronta caratterizzante, sia per la struttura che per la cucina tipica che viene offerta e prodotta in loco. La tipologia delle masserie che si trovano all'interno del parco è quella fortificata, quindi caratterizzata da elementi di difesa.
Imperdibile per le famiglie con bambini lo zoosafari di Fasano. Questo meraviglioso parco consente di aggirarsi con l'auto in scenari differenti che ospitano diversi esemplari di numerose specie in quella che è la ricostruzione del loro habitat naturale. Tigri, leoni, struzzi, elefanti, zebre, orsi bruni, giraffe, scimmie, lama, cammelli, dromedari e molti altri. Adiacente allo zoosafari un favoloso parco di divertimenti con numerose attrazioni e spettacolo di elefanti marini e foche. Non distante si trova anche Alberobello, conosciuta anche come città dei trulli dove tra stradine acciottolate e trulli visitabili, le emozioni non finiscono mai.

Se rimane ancora del tempo si può fare un salto all'interessante Museo dell'Olio d'oliva, ospitato all'interno della masseria di Sant'Angelo di graecis e il Museo Nazionale e parco archeologico di Egnazia.

Tra i vari eventi che vivacizzano il corso dell'anno, si segnala la colorata Sagra del pesce spada che si tiene ogni anno il secondo sabato e domenica del mese di agosto. La sagra nasce come evento religioso in onore de Santo San Francesco da Paola, ma oggi è anche un'ottima occasione per degustare il delizioso pesce spada declinato nelle ricette locali. Altri eventi interessanti sono la Pasquetta dei fasanesi, che si tiene il 12 e 13 aprile ed è caratterizzata da una solenne processione. Tra gli eventi musicali il Fasano Jazz.

Come arrivare
Da Fasano si imbocca la SS379, si esce sulla SP7 e si imbocca via del Faro. Da Lecce si prende la SS613 in direzione Brindisi, quindi si prosegue su SS379 verso Fasano e si esce sulla SP7, quindi in via del Faro. Torre Canne si raggiunge anche in autobus o pullman dalle principali città pugliesi.
  •  

News più lette

11 Dicembre 2017 I mercatini di Natale a Toro

Anche Toro, in Molise, ha i suoi mercatini di Natale: giunti ormai alla ...

NOVITA' close