Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle del comprensorio di Santa Teresa di Gallura

Il lembo di costa nei pressi di Santa Teresa di Gallura, offre ai turisti numerose spiagge e cale facilmente raggiungibili, e questa guida vi riporta le più famose. Santa Teresa di Gallura si trova all'estremità nord-orientale della Sardegna, ed è la città italiana più vicina alla Corsica. I paesaggi di questo lembo settentrionale della Gallura sono magnifici: le rocce granitiche modellate dal vento, le spiagge chiare e la presenza di una fitta macchia mediterranea rendono uniche le baie e calette di questa zona, specialmente in corrispondenza del promontorio di Capo Testa, che con le sue rocce levigate da mare e maestrale è una località unica, tra le più belle del Mediterraneo.

Rena Majore: Grande spiaggia, una delle poche in questo tratto di costa rocciosa, inserita tra i promontori di Capo Testa e Monte Russo, meta dei surfisti che amano cavalcare le onde di maestrale. Per raggiungerla da Santa Teresa di Gallura, è necessario seguire la strada provinciale per Castelsardo, e siccome non esistono in loco pietre miliari e segnalazioni chilometriche adeguate dovete utilizzare il contachilometri dell'auto.

Partendo dal bivio per Olbia - Palau e procedendo in direzione Castelsardo, a 7 Km. esatti sulla destra troverete la deviazione per Rena Majore. Esiste un cartello in loco che indica la spiaggia ma è rivolto nella direzione opposta e provenendo da S. Teresa non è leggibile. Una volta svoltato a destra su strada asfaltata, dopo 500 m. si trova un ampio parcheggio dal quale in breve è possibile raggiungere la spiaggia. Si tratta di una spiaggia assolutamente magnifica e salvaggia, e si estende su di un fronte di oltre 1 km di lunghezza, con qualche tratto a scoglio nella sua porzione meridionale. Una cornice di dune ricoperte da macchia mediterranea è il giusto coronamento di questo luogo che ci fa ricordare come era la Sardegna, prima del boom turistico.

Baia Santa Reparata: Caletta incantevole esposta a ponente con il promontorio di Capo Testa che la ripara dai venti di Grecale e Tramontana. Una volta raggiunta Santa Teresa di Gallura si percorre Via Nazionale e dopo il secondo semaforo si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Capo Testa. Si continua a seguire le indicazioni per Capo Testa ed esattamente dopo 2 Km, si svolta a sinistra in corrispondenza di una roccia con la scritta scolpita Baia Santa Reparata. Si seguono alcuni tornantini in discesa e prima di raggiungere un villaggio turistico, si trova un parcheggio sulla destra a pochi metri dalla spiaggia. L'arenile, bordato da acque turchesi, possiede un fronte di circa 180 metri, chiuso a sud e nord da delle rocce, più frastagliate nella parte settentrionale.

Capo Testa - Due Mari: Promontorio granitico sul mare, sicuramente uno dei più suggestivi di tutta l'isola con rocce dalle forme fantastiche, create dal lavoro incessante del vento e del mare. Una volta raggiunta Santa Teresa di Gallura si percorre Via Nazionale e dopo il secondo semaforo si svolta a sinistra seguendo le indicazioni per Capo Testa. Si lascia sulla sinistra la pietra con la scritta S. Reparata e si prosegue diritti seguendo le indicazioni per Capo Testa, dopo aver percorso 3 Km. dal semaforo si raggiungono le spiagge dei Due Mari, proprio sull'istmo che collega il promontorio alla terra ferma.

Queste spiagge (rena di ponente e rena di levante) hanno la caratteristica di offrire un sicuro riparo dal vento, perché da qualsiasi direzione il vento provenga, o in una o nell'altra il riparo è assicurato. La spiaggia di levante si estende, con qualche intermezzo di rocce, fin sotto l'abitato di Capo Testa. Attraversando l'istmo e percorrendo la strada fino al faro si può visitare una caletta stupenda proprio sotto l'ultimo parcheggio.

Rena Bianca - Santa Teresa di Gallura: Spiaggia dalla sabbia bianchissima inserita nella costa granitica a Nord di Santa Teresa di Gallura, proprio all’interno dell’abitato. Quest’ultima è sicuramente la più facile da raggiungere una volta arrivati a S. Teresa di Gallura, si percorre Via Nazionale che attraversa tutto il paese, fino a raggiungere una piccola piazza con una rotatoria; qui si svolta a sinistra e 20 m. più avanti a destra, passando sotto un arco. Si percorre una discesa con forte pendenza che termina nel parcheggio adiacente alla spiaggia. Davanti a voi un magnifico arenile, largo quasi 250 metri e che raggiunge nella sua porzione più orientale una profondità di oltre 50 metri. Nonostante le sue cospicue dimensioni, la spiaggia è spesso affollata, in virtù della sua vicinanza con il centro città.

Cala la Marmorata: un'ultima spiaggia si trova ad est di Santa Teresa di Gallura, oltre la località di Terravacchia - Portoquadro, dove la strada termina in un parcheggio. Si tratta di una spiaggia grande, con un fronte principale di 350 metri, ed una profondità che può raggiungere e superare i 60 metri, a seconda della marea e della stagione. E' una scelta ideale in caso di maestrale, e possiede acque limpide, dalle tonalità turchesi. A chi fosse interessato allo snorkeling ed immersioni subacquee, suggeriamo di spostarsi nel lato di nord-ovest, dove si trovano le belle rocce di Punta Falcone. Un altra caletta isolata, Cala Sambuco, si trova ad est della Marmorata.
  •  
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close