Cerca Hotel al miglior prezzo

Sordevolo (Piemonte): il borgo alpino della Passione di Cristo

Sordevolo, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Circondato da dolci colline, il paese di Sordevolo sorge nella valle della Riserva del Monte Mars, nel territorio biellese, a un'altitudine di circa 600 metri sul livello del mare. Tutto attorno è la natura a essere la vera protagonista di questi luoghi, con il suo manto verde che durante la bella stagione si accende dei vivaci colori delle viole che spandono il loro profumo nell'aria. Quando si giunge all'interno del borgo, durante l'inverno, l'odore della legna che arde nei cammini pervade i vicoli e le stradine e regala suggestioni di altri tempi che conquistano e affascinano i visitatori. Attualmente il paese consta di circa 1300 abitanti stanziali e fa parte della Comunità montana della Valle d'Elvo, il torrente cristallino che, secondo diverse teorie, ha influenzato il toponimo del paese.

Cenni storici Il toponimo, secondo le tesi più accreditate, si deve proprio al torrente Elvo e significherebbe "sopra l'Elvo". Le prime attestazioni di una comunità stanziale sono databili attorno al '300. Sul finale di questo secolo la giurisdizione passa sotto i Savoia. Economicamente il paese si basava per lo più sull'agricoltura e sulla pastorizia fino almeno al '700 quando sotto la nobile famiglia dei Bruco le vicende economiche del paese furono improntate sulla filatura e tessitura della lana. Sorse così un edificio a 5 piani, oggi molto noto, il Trappa, che però fu utilizzato più come monastero che non come fabbrica tessile. Le fabbriche sorsero invece nei primi anni trenta dell'800 nel Vercellone. Oggi ha assunto una discreta importanza anche il comparto del turismo grazie alla bellezza dei luoghi e al clima.

Cosa vedere Sordevolo è un paesino abbastanza piccolo, molto caratteristico, assolutamente da girare a piedi per scoprirne tutti i meravigliosi scorci pittoreschi. Da vedere il grande anfiteatro dove ogni 5 anni prende vita la rappresentazione "La Passione di Sordevolo" che ha reso celebre il paese praticamente ovunque. Il Museo della Passione è stato allestito all'interno, precisamente nella zona del coro, della chiesa di Santa Marta. Secondo i documenti in possesso attualmente, le prime testimonianze dell'esistenza di questo edificio risalgono al 1563. La chiesa ha un'unica navata e sei cappelle laterali, all'interno delle quali si custodiscono preziose sculture lignee del XVII secolo. Il museo, invece, è stato creato per non dimenticare mai nel tempo la storia della Passione rappresentata in paese. Durante la passeggiata tra i vicoli del paese è inoltre possibile ammirare le rilevanze architettoniche di alcuni edifici e ville nobiliari, così come la graziosa chiesa parrocchiale di Sant'Ambrogio. Da non perdere la suggestiva Trappa.

Esuberante la natura attorno alla comunità montana di Sordevolo, qui si possono godere paesaggi di grande pregio, da fruire sia con passeggiate all'aria aperta che in bicicletta, o mountain bike. Per chi ama gli sport più intensi, si possono praticare vari percorsi di trekking di diverso grado di difficoltà che conducono tra le bellezze naturali del territorio, così come l'arrampicata con funi.

Eventi L'evento più atteso a Sordevolo è senza dubbio La Passione che viene rappresentata nell'anfiteatro del paese ogni 5 anni. Partecipano a questa rappresentazione circa 300 figuranti tra comparse e attori. A essere recitati sono i testi del fiorentino Giuliano Dati. Le rappresentazioni, secondo i documenti giunti fino a oggi, sarebbero attuate dal 1850. Secondo la tradizione, invece, sembra che queste iniziarono all'inizio del Settecento. Prossimi appuntamenti saranno nel 2020, 2025 e 2030. Un altro evento molto sentito in paese è il Mercatino degli Angeli dove vengono allestiti numerosi stand che animano le giornate precedenti al Natale. Contestualmente il tutto viene animato dalle voci degli Angeli in coro, scolari delle elementari che intonano canti natalizi. A luglio invece l'appuntamento è fissato con la Sagra del Pesce di Camogli che permette di degustare ottimo pesce anche in montagna. Sempre durante l'estate, interessante l'appuntamento musicale con il LibraFestival che vede salire sul palco dell'anfiteatro diversi gruppi musicali, emergenti e affermati, del panorama italiano.

Come arrivare In auto da sud si percorre la A1 in direzione Milano, si esce sulla A4 e si prosegue in direzione Biella, quindi si imbocca la SP400 e si segue per Sordevolo. Da est si percorre la E70 in direzione Brescia, quindi la A4 direzione Milano, poi si segue per Biella e quindi Sordevolo. Sordevolo può essere raggiunta anche in autobus e in treno, in questo caso si scende a Biella e si prosegue in autobus. In aereo si deve atterrare a Malpensa.
  •  

 Pubblicato da - 17 Novembre 2015 - Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close