Cerca Hotel al miglior prezzo

Punta Secca (Sicilia): la spiaggia e la casa di Montalbano sul mare

Punta Secca, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Avete mai visto una puntata della serie televisiva “Il commissario Montalbano”, tratta dai romanzi dello scrittore siciliano doc Andrea Camilleri? Se sì, in quest'oasi di meraviglia riconoscerete chiaramente alcune delle più famose location del Commissario Montalbano, cioè utilizzate per diverse scene, fra tutte quelle in cui il poliziotto interpretato da Luca Zingaretti si ritrova di prima mattina a rimirare il mare della Sicilia dalla terrazza della sua casa o a sguazzarci dentro per un bagno corroborante.

Punta Secca, alias Vigata

Siamo a Vigata… ops, a Punta Secca (chiamata dagli abitanti ‘a sicca per la scogliera che ne delimita un tratto d’arenile), la frazione più nota di Santa Croce Camerina e ameno borgo di pescatori che si perde nell’incanto del paesaggio costiero allungato nella provincia di Ragusa.

Questa località di villeggiatura, manco a dirlo, è divenuta una meta turistica molto frequentata soprattutto per il blasone infusole dalla fiction RAI, ma se ci si pensa bene i motivi sono ben di più e ce ne accorgiamo una volta arrivati qui, in questa sorta di paradiso ch’è uno spettacolare angolo di Sicilia e un cardine attrattivo proprio dell’Italia insulare. Si vive del rumoreggiar delle onde che spumeggiano in albe chiare e stupendi tramonti in grado di colorare un’atmosfera surreale, dalle placide sfumature poetiche afferibili all’ambizione di un pittore intento a ritrarre l’infinito con un tocco preciso di pennello.

La Casa di Montalbano

Attrazione principe, lo abbiamo detto, è la villa sul mare di Montalbano, in origine un laboratorio utilizzato per dissalare le sarde, divenuta poi la residenza estiva della famiglia Diquattro ma anche di celeberrimi personaggi del panorama italiano nel campo delle arti letterarie, citiamo Leonardo Sciascia, Elvira Sellerio e Gesualdo Bufalino.

Oggi ci si può soggiornare in quanto la tenuta è stata adibita a bed&breakfast denominato “La Casa di Montalbano”, una buona notizia per quanti hanno sempre desiderato calcare gli spazi del commissario.

Il Ristorante di Montalbano

È reale anche la trattoria, ovvero il ristorante “Enzo a Mare”, che compare in molti episodi nel momento in cui il solitario tutore della legge si ritrova a pranzare senza proferire verbo (tranne quando viene disturbato dai bizzarri collaboratori).

La spiaggia di Montalbano

A fianco del ristorante si palesa un’ariosa spiaggia dalla sabbia dorata e dai fondali bassi, il che la rende molto gettonata, presa d’assalto in estate da giovani e famiglie con bambini al seguito. L’acqua, cristallina e trasparente, sommerge solo in parte dei levigati scogli che contribuiscono a renderla ancora più limpida. Il lungomare fa da collegamento a tante altre piccole spiagge, dove però l’arenile si presenta acciottolato o persino roccioso.
Altri lidi li troviamo partendo dalla Casa di Montalbano in direzione ovest in direzione di Punta Braccetto. Da segnalare la Spiaggia di Cannitella appena a nord della Torre di Mezzo (o Torre di Pietro).

Cosa vedere e fare a Punta Secca

Il faro che illumina le notti di Punta Secca è un elemento non così antico come Torre Scalambri, eretta intorno al Seicento per presidiare l’orizzonte e segnalare eventuali incursioni piratesche. Il bastione di difesa ha fatto da fulcro centrale allo sviluppo dell’abitato, che inglobò negli anni case, magazzini e la piccola Chiesa di Santa Maria di Porto Salvo, eretta nel 1767 per ospitare il culto religioso dei fedeli.

Il faro, d’epoca ottocentesca e alto 34 metri, è protagonista tra il 7 e l’8 settembre di un particolarissimo gioco di luci orchestrato dal sole al tramonto, con la grande stella in calo perpendicolare pronta a sovrapporsi alla struttura per pochi minuti. Per fotografare questo spettacolo, verso le sette e mezzo della sera, recatevi a Punta di Mola ad est, vicino a Marina di Ragosa, dotati di un potente teleobiettivo.

Ovunque a Punta Seccasi respira un’aria di somma semplicità e tra una passeggiata nella piazzetta principale e una visita al grazioso porticciolo, si materializza un bagaglio di ricordi tutti da raccontare nell’ottica di un pronto ritorno a Punta Secca, un luogo davvero suggestivo.

Come arrivare a Punta Secca

Molto comodo arrivare in aereo facendo scalo o a Catania oppure all’aeroporto di Comiso Pio La Torre, molto più vicino a Ragusa e collegato al paese da autobus extraurbani diretti.

  •  

News più lette