Cerca Hotel al miglior prezzo

Alexandroupolis (Alessandropoli), capoluogo della prefettura di Evros

Pagina 1/2

Alessandropoli (Alexandroupolis) rappresenta in pratica un confine culturale, se non geografico, tra Europa ed Asia. Siamo nella Tracia, in quella zona strategica che nel corso della storia ha visto il transito di popoli eed desertici, di vincitori e sconfitti, per la supremazia di questo lembo di terra che va a congiungersi con il continente asiatico, al di là del sottile confine dei Dardanelli. Oggi questa striscia di costa dell’Egeo Settentrionale subisce la pacifica invasione dei turisti, che qui trovano lunghe spiagge, ottima organizzazione per una vacanza all’insegna del vero relax, a prezzi davvero concorrenziali.

Alessandropoli è la capitale della Prefettura di Evros, nel Nord-Est della Grecia, ad est confina con la Turchia e nord con la Bulgaria. La città è costruita in un terreno pianeggiante che viene delimitato da colline a forma di arco che si estendono da ovest a nord-est, dal mare aperto a sud (Thrakiki) e dal delta del fiume Evros a sud-est. La disposizione della città è lineare e parallela al mare.

Alexandroupolis (Alessandropoli) non ha una storia particolarmente antica, anche se il suo nome evoca quello del grande condottiero macedone, Alessandro Magno. Fu intorno al 1830 che gli Ottomani disegnarono la linea ferroviaria che doveva collegare Istanbul con Vienna, e con le sue ramificazioni con direzione Egeo e penisola ellenica. Una stazione ferroviaria si trova presso il villaggio di Dede-Agats, che più tardi divenne la città di Alexandroupolis. Fu nel 1880 che iniziò la costruzione del faro, ora simbolo indiscusso della città.

Alessandropoli è anche chiamata la città dell’ospitalità, questo proprio alle caratteristiche della Tracia, da sempre crocevia di popoli, culture e armonica bellezza. Alessandropoli ricorda ai visitatori dei fasti del passato e, allo stesso tempo rappresenta il fascino del presente e della modernità.

La nuova città, con la sua architettura moderna è un importante centro logistico, dotato di un suo porto, uno scalo aeroportuale ed un importante stazione ferroviaria. Per arrivare fino ad Alessandropoli si può volare sul Dimokritos International Airport , ubicato nei sobborghi di Apalos, a circa 6 chilometri dal centro città. E’ un Hub dell'Olympic Airways ed è piuttosto utilizzato, con voli da e per Atene, su Creta e comunque è collegato con altre città europee durante la stagione turistica estiva. Il porto di Alexandroupolis è anch’esso frequentato dai turisti: ci sono corse giornaliere per l'Isola di Samothraki (Samotrace) e un servizio settimanale Trans-Egeo che collega tutte le isole orientali del Mar Egeo, con destinazione finale all 'isola di Rodi.
Per chi utilizza il treno ci sono collegamenti da Salonicco ed Atene, ma anche che collegano Alessandropoli con la Bulgaria (Burgas) e la Turchia (Edirne – Istanbul) in Turchia. Per la rete di autobus è conveniente informarsi in loco.

... Pagina 2/2 ...Le principali attrattive di Alessandropoli sono il museo di etnologia, il museo di storia naturale del fiume Evros e l'imponente scenario delle montagne circostanti, con le molte rovine di castelli, e paesaggi ricchi di canyon e grotte.

Il Museo etnologico di Tracia fu costruito nel 1899, ed ospita una collezione inestimabile di oggetti tradizionali della Tracia, il luogo perfetto per capire meglio tradizioni, usi e costumi di questa regione importante dell’Europa.
Un altro museo da visitare è il Museo ecclesiastico, ubicato presso la Cattedrale cittadina, contiene alcune preziose opere bizantine, tra cui spicca la celebre Madonna di Trifotissa.
Ad Alessandropoli, o per meglio dire nei suoi dintorni, c’è anche un Museo di Storia Naturale che vuole proprio introdurre il visitatore alla magia degli scenari naturali della regione. Informazioni e materiale didattico si trova presso la Gola di Maistros e a Platanotopos.

A ovest di Alexandroupolis si trovano i più importanti siti archeologici della regione. La grotta del Ciclope Polifemo presso Makri è ritenuta essere (con molti distinguo) la grotta del grande ciclope, cantata da Omero nell’Odissea.
Da visitare anche l'antica città di Messimvria, il sito di Treanoupolis, ed i monasteri di monte Papikio. Alessandropoli è anche il porto migliore per recarsi sulla vicina isola di Samotrace.

Il clima è quello tipico della Tracia, quindi continentale nelle zone interne, e mediterraneo sulla costa. La stagione estiva è solitamente secca, con temperature che raggiungono i 28-30 gradi °C nei valori massimi. La zona è ventilata, ed è ideale per chi ama dilettarsi di windsurf, parasiling e kitesurfing.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close