Cerca Hotel al miglior prezzo

Visitare la cittą di Rodi, tra mito e leggenda

Rodi, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

La città di Rodi fu fondata nel 408 a.C., allorché gli abitanti di lalyssòs, di Lindos e di Kamiros presero la decisione di realizzare una nuova città potente che fungesse da capitale dell'isola. La città fu progettata secondo il sistema ippodameo ed era ammirata in quanto una delle più belle dell'epoca. Divenne in breve tempo un importante centro economico e culturale, anche se durante l'età romana ed il periodo bizantino perse il suo antico splendore. Nel 1309 fu conquistata dai Cavalieri dell'Ordine di San Giovanni, i quali la munirono di possenti fortificazioni, trasformandola in una fiorente cittadella medievale a carattere internazionale. Nel 1523 cadde nelle mani dei Turchi Ottomani ed allora i Greei furono costretti a stabilirsi al di fuori delle mura, ereando dei nuovi quartieri, i cosiddetti "marasia". Nel 1912 la città di Rodi, e con essa tutto il Dodecaneso, fu presa dagli Italiani. I nuovi signori mutarono l'aspetto architettonico della città costruendo edifici imponenti, larghe strade e piazze. Infine, nel 1948 Rodi fu unificata alla madrepatria, la Grecia.

La moderna città di Rodi costituisce, assieme agli insediamenti di Asgourou e Kritikà, uno dei maggiori comuni della Grecia insulare, con una popolazione stabile di sessantamila abitanti. Centro economico e culturale dell'Egeo sud-orientale, combina un presente dinamico con i suoi ricchi trascorsi storici. Il suo ambiente naturale di rara bellezza, con le spiagge pulite, i parchi ed i luoghi di svago, il suo sole splendido, la sua calorosa ospitalità, le eccellenti infrastrutture turistiche, le numerose possibilità di scelta per il divertimento notturno, lo sport, le manifestazioni culturali, le escursioni giornaliere alle isole vicine ed a Lindos, nonché l'affascinante possibilità di conoscere l'avventurosa storia della città attraverso la visita di monumenti e musei, tutto ciò permette di annoverare questa città tra le mete preferite di tutto il Mediterraneo.

Quando il sole si immerge nel mare, Rodi resta ancora affascinante. Città piena di vita, essa può offrire - a seconda delle preferenze - serate tranquille, ma anche un'intensa vita notturna. Il centro cittadino è caratterizzato da una vivace attività commerciale; i numerosi negozi possono soddisfare qualunque gusto.

Cosa vedere nella città di Rodi? Sulla collina di Santo Stefano (o Monte Smith) si trovava l'acropoli dell'antica Rodi. All'interno del parco archeologico, attrezzato e ricco di verde, si conserva lo Stadio ellenistico del III sec. a.C., nel quale si svolgevano le competizioni atletiche degli Alioi, la principale festa degli antichi Rodii in onore del dio Sole.
Accanto allo stadio vi è un piccolo Teatro in marmo, restaurato, nel quale ancora oggi, così come durante l'antichità, si svolgono rappresentazioni musicali. Sulla cima della collina si trova in posizione dominante il tempio di Apollo Pizio, protettore della città. Da questo punto si ha una veduta panoramica della città e del mare ed il tramonto è ricco di fascino. Sulla spiaggia cosmopolita all'estremità settentrionale della città si possono godere il sole ed il mare, a due passi dal centro. E qui che si trova anche l'Acquario, il principale centro di ricerca sulla vita marina in Grecia. Nelle sue vasche sotterranee si possono ammirare molte delle specie che vivono nei mari greci. L'elegante edificio della Prefettura, costruito nel decennio 1920 come palazzo del governatore italiano, la chiesa dello Evangelismos, costruita sulla distrutta chiesa cavalleresca di San Giovanni, ed il Teatro Nazionale, in cui si svolgono rappresentazioni musicali e teatrali durante tutto l'anno, mantengono viva la memoria della presenza italiana nell'isola. Mandraki era uno dei cinque porti dell'antica Rodi. Il porto moderno accoglie quotidianamente decine di imbarcazioni e da qui partono le escursioni giornaliere per Lindos e Symi. L'impressionante complesso della Nea Agorà (il Nuovo Mercato) funge oggi da centro commerciale. Il tempio di Afrodite, datato al III sec. a.C. I resti sono stati portati alla luce nel cuore della città, tra il porto di Mandraki e quello di Akandià. Il parco Rodini, alI'estremità meridionale della città, un luogo perfetto per riposarsi e passeggiare. Nel piccolo giardino zoologico si possono osservare i famosi cervi di Rodi. In questo parco si trova parte delI'antica necropoli cittadina, con la cosiddetta Tomba dei Tolemei, scavata nella roccia.

  •  
15 Dicembre 2017 Il Presepe Vivente di Sutri

Il Presepe Vivente di Sutri è pronto a regalare il proprio incanto ...

NOVITA' close