Cerca Hotel al miglior prezzo

Bojnice (Slovacchia): il castello, le terme e l'antico giardino zoologico

Il piccolo insediamento di Bojnice (Bajmóc in ungherese) è una località turistica molto interessante situata all’interno del distretto di Prievidza, nella regione di Trencin, nella parte centro-occidentale della Slovacchia. Pur non arrivando a 5.000 abitanti, Bojnice è conosciuta per il più antico giardino zoologico del paese, le terme e soprattutto lo splendido zámok (castello), il cui aspetto fiabesco lo rende una meta visitatissima. A testimonianza della sua spettacolarità, l’edificio è stato teatro di numerosi film internazionali e ogni anno ospita un rinomato festival i cui protagonisti sono i fantasmi, inquilini che non possono mancare in un castello che si rispetti.

La storia di Bojnice è strettamente intrecciata a quella del suo castello, ai piedi del quale si è sviluppata la cittadina. La prima citazione di Bojnice in un documento ufficiale è datata 1113, quando gli abitanti erano descritti come borghigiani della vicina Prievidza, all’epoca chiamata Preuga. Allo stesso periodo risale la fondazione del maniero, costruito in forme medievali nel XII secolo, sebbene osservandolo oggi non resti molto di quest’epoca. Questo per via della sua ricostruzione in stile rinascimentale nel XVI secolo e soprattutto della pesante ristrutturazione neogotica che ha subito a cavallo tra XIX e XX secolo per ordine del duca Jan Palffy, morto due anni prima del completamento dell’opera nel 1910.

Prima ancora del centro si può ammirare il panorama che circonda Bojnice, abbarbicata sulle colline della valle del fiume Nitra, ai piedi dei monti Strazov. La zona, infatti, offre scorci panoramici molto suggestivi, in cui la natura si relaziona con pregevoli testimonianze architettoniche del passato. Passeggiando per Bojnice non si può non notare la presenza delle terme, citate per la prima volta addirittura nel XVI secolo. Se fino a qualche decennio fa le sorgenti termali erano frequentate quasi esclusivamente da persone con diverse tipologie di disturbi fisici, attualmente sono tanti anche i turisti in cerca di relax. Da non perdere poi lo zoo, fondato nel lontano 1955, dove vivono quasi 2.000 animali di oltre 350 specie diverse.

Terminato il contorno non resta che dedicarsi al piatto forte offerto da Bojnice: lo zámok. Guardandolo dall’esterno il castello pare uscito da una fiaba. Questo per via dell’ultima ristrutturazione commissionata da Jan Palffy che, tuttavia, non godette mai della bellezza della sua opera a causa della prematura scomparsa. L’architettura del complesso è chiaramente ispirata a quella dei castelli della Loira, una tipologia di edifici molto cara a Jan Palffy e alla sua potentissima famiglia. Dal 1948 lo zámok non appartiene più ai Palffy, essendo stato confiscato dallo stato per dotarlo di un museo. Durante la visita si potranno apprezzare i tanti lussuosi ambienti, dall’appartamento del duca alla pinacoteca, passando per il giardino invernale e il salotto della musica. Da non perdere, infine, lo splendido parco che lo circonda.

Il clima è continentale, piuttosto rigido d’inverno, quando le minime si mantengono sotto lo zero per diversi mesi, e mite d’estate. Il mese più freddo dell’anno è gennaio, caratterizzato da temperature che oscillano in media tra 1 e -6 gradi, mentre quelli più caldi sono luglio e agosto, accomunati da valori mediamente compresi tra 26 e 12 gradi. Le precipitazioni sono più frequenti d’estate che d’inverno, quando comunque cade di frequente la neve; in particolare, il periodo più piovoso è quello compreso tra maggio e luglio, durante il quale cadono complessivamente quasi 200 mm di pioggia di media.

Come arrivare? 44 chilometri ad est di Bojnice c’è lo Sliac Airport, l’aeroporto più vicino alla cittadina, sebbene per trovare qualche volo internazionale si debba ripiegare sullo Zilina Airport, 52 chilometri a nord, o ancora meglio sul MR Štefánik Airport di Bratislava, situato quasi 200 chilometri a sud-ovest; quest’ultimo è servito da numerose compagnie low-cost che viaggiano da diverse città italiane a prezzi modici. Una volta in Slovacchia, per muoversi da/verso Prievidza, che con Bojnice condivide il trasporto pubblico, si può prendere un autobus, un treno o noleggiare un’auto, con la quale dedicarsi all’esplorazione degli angoli meno conosciuti del Trencin.
  •  
loading...
close