Cerca Hotel al miglior prezzo

Palanga, la localitą balneare pił famosa della Lituania

Una passeggiata sulla spiaggia, a Palanga, si trasforma in una caccia al tesoro: camminando a piedi nudi sulla sabbia fine e chiara non è difficile trovare qualche frammento di ambra, che un tempo veniva commerciata sulle sponde del Mar Baltico. La città della Lituania, popolata da circa 18 mila abitanti, si trova proprio lungo la storica Via dell’Ambra, e questo è soltanto uno degli aspetti che ne fanno una meta affascinante e ricca di sfaccettature. Le fredde coste baltiche, ai nostri occhi inesperti, rischiano di sembrare meno accattivanti di quanto meriterebbero: Palanga è infatti una città marittima vivace e solare, tanto accogliente da essere stata soprannominata la “capitale estiva” del paese.

Citata per la prima volta in un antico documento medievale, la cittadina nacque probabilmente intorno all’anno Mille come semplice borgo di pescatori e commercianti, innamorati di quel litorale così bianco e generoso di tramonti incantevoli, ma anche pronti a navigare tra l’Europa e l’Asia per far conoscere a tutti la calda bellezza dell’ambra. Solo molto più tardi, nel corso dell’Ottocento, è cominciata la sua conversione a meta turistica rinomata, soprattutto grazie al contributo della famiglia dei conti Tiškevičiai, stabilitisi qui. Fu allora che si crearono i polmoni verdi, si elevarono sontuosi palazzi, il porto venne modernizzato e agghindato di un pontile di legno e vennero fondati degli esclusivi centri di cura e benessere.

Ancora oggi continua la crescita di Palanga, che a poco a poco si arricchisce di hotel e appartamenti da affittare ai turisti; nel frattempo aumentano i centri di cura in cui vengono trattate varie patologie del sistema nervoso e dei vasi sanguigni, per chi cerca il divertimento ma vuole anche prendersi cura di sé. Per concedersi qualche meritato peccato di gola non mancano le trattorie caratteristiche, in cui gustare i piatti tipici della zona, così come i pub in cui fare le ore piccole. I più dinamici potranno cimentarsi in varie attività, dalle escursioni alle lunghe pedalate nei dintorni di Palanga, dalle uscite in mare a bordo di una moto d’acqua alle avventure a cavallo. Da non perdere il Parco Regionale del Lungomare, che si sviluppa a sud della città, verso Klaipėda.

Nel cuore della città sono custoditi egli edifici più belli: il Palazzo dei Conti Tiškevičiai è un vero e proprio gioiello, incorniciato da un parco infinito e sede del Museo dell’Ambra, in cui si possono ammirare tante varietà del prezioso minerale, e la collezione più grande al mondo di frammenti d’ambra con un insetto intrappolato all’interno. Ma è nelle sere d’estate che la vera magia torna a palazzo, quando il grande balcone fa da scenario a concerti, spettacoli di prosa e letture di poesia.
Gli amanti dell’arte possono visitare il museo dedicato ad Antanas Montis, artista lituano che visse e operò a Parigi, e la grande Galleria Savickas, che ospita sempre esposizioni diverse di famosi artisti contemporanei.

Eppure il mare rimane l’attrazione più affascinante, insieme alla costa candida che si fa schiaffeggiare dalle onde. Non c’è un altro posto, in Lituania, con una sabbia così candida e delle dune così ben disegnate, soffici e sinuose sotto il tocco del vento, lucenti di pepite ambrate.

Ma non ci di deve immaginare una località mediterranea. Qui, benché si tratti di una località balneare, le temperature sono sempre piuttosto basse: gli inverni sono rigidi e le estati, molto fresche, non conoscono l’afa di certe città italiane. Le temperature medie di gennaio, il mese più freddo, vanno da una minima di -6°C a una massima di -1°C, mentre in luglio e agosto vanno dai 13°C ai 22°C. Le precipitazioni sono particolarmente concentrato in inverno e dicembre, con una media di 13 giorni di maltempo, è il mese più piovoso dell’anno.

Per raggiungere la città ci si può servire dell’Aeroporto Internazionale di Palanga, situato a 7 km dal centro. Si tratta del maggiore aeroporto della Lituania occidentale e offre collegamenti con Riga, Oslo, Copenaghen e Mosca.
  •  
close