Cerca Hotel al miglior prezzo

La Salette-Fallavaux: pellegrinaggio al Santuario di Notre Dame

La Salette-Fallavaux, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Il Santuario di Nostra Signora di La Salette (Notre Dame de la Salette) è situato in Francia, nella regione sud-est Rodano-Alpi, più precisamente nel dipartimento di Isere, territorio in gran parte montuoso, che copre un'area complessivo di 8.327 chilometri quadrati. Il Dipartimento di Isere fu creato nel 1790, dopo la divisione della regione Dauphinais (ex regione e provincia sud-est della Francia, che si estendeva dal Rodano alle Alpi, tra Savoia a nord, e la Contea Venaissian e la Provenza, nel sud) in tre diverse entità amministrative o di governo (o dipartimenti): la Drome, Hautes-Alpes e l'Isère, che prende il nome proprio da uno dei principali affluneti del fiume Rodano. Il Dipartimento di Isere si estende dal fiume Rodano e parte dell'area metropolitana di Lione a ovest, fino alle montagne imponenti chiamate massiccio di "Les Ecrins” (4.102 metri di altezza) posto all'estremità est del dipartimento. Fu tra queste montagne che 56 anni dopo la creazione del Dipartimento, due ragazzini videro una luce sulle montagne non distanti dal villaggio di Corps, e una signora bellissima che piangeva disperata: era l'apparizione di Notre Dame de la Salette.

Oggi queste zone, attraversate da valle montane, altipiani, bellissimi scenari naturali che hanno prodotto un boom per gli sport invernali, passeggiate ed esplorazioni, scalate in alta montagna, turismo verde, ecc. Qui però è sorto anche un grande flusso di pellegrini, grazie alle apparizioni mariane che ricordiamo precedettero di circa 12 anni quelle di Lourdes. Il flusso di fedeli via via aumentato ha fatto decollare anche il turismo religioso, qui trova a 18o0 m di altezza uno dei luoghi più importanti della fede per i francesi. Il Santuario di La Salette è situato nella parte meridionale del Dipartimento, nel Cantone di Corps, il Comune (Comune) di La Salette-Fallavaux, nella regione di Beaumont, tra la valle Valbonnais a nord e la valle di Valgaudemar a sud.

La storia delle apparizioni:
Il Santuario è stato costruito attorno al luogo dell'Apparizione mariano del 1846, circa 1800 metri di altezza. La Basilica e gli altri edifici del Santuario sono raggruppati in un settore tra il Monte. Planeau (1804 m) e ai lati del maestoso Monte. Gargas (2208 m. con panorama eccezionale e vista) e di mt. Chamoux (2198m) e più a est, la Croce di Rougny (2258). Allora qui erano semplicemente zone di pascolo estivo, che da giugno a inizio ottobre vedevano i ragazzi salire in quota ad accudire il bestiame degli alpeggi. Il 19 settembre del 1946 i due pastorelli Maximim (Massimino) e Melania (Melanie), mentre pascolavano le loro mucche videro una luce intensa., come di un sole ma posto sul terreno, andando a vedere incuriositi videro una bella Signora che piangeva: era l'apparizione di Notre Dame de la Salette, che fece discutere a lungo, ma alla fine fu riconosciuta dalla Chiesa di Roma..

La dove non c'era nulla se non prati e montagne impervie, ora a distanza di oltre 160 anni si trova un complesso imponente che offre ospitalità ai pellgrini che vengono qui a cercare pace, tranquillità e uno spirito denso di preghiera. Per arrivare a Notre Dame de la Salette si può partire da Grenoble o da Gap, prendendo la RN (Route Nationale) 85, chiamata "Route Napoleon". Per arrivare al Santuario, si utilizza l'uscita 85 e da li inizia una salita di 14 km che attraversa i paesi di La Salette-Fallavaux e St. Julien e, infine con ampie curve sale oltre il Col de l'homme alto 1657 m. Questa strada offre comunque scenari meravigliosi, in particolar modo una splendida vista sul Monte Devoluy sul lago di Sautet, gli altipiani di Pellafol, fino ad arrivare al profilo inconfondibile del Mont Aiguille.

E' altrettanto possibile per andare al santuario a piedi, seguendo l'esempio dei primi pellegrini, seguendo diversi camminamenti, per esempio partendo da Valbonais nel nord, o da Valgaudemar nel sud-est, o anche da Corps (sud-ovest ). Tutti questi passaggi consentono agli escursionisti l'opportunità di scoprire i dintorni del Santuario, che sono molto ricchi di varietà di fauna e flora alpina, e anche per ammirare alcune viste eccezionali e ammirate i paesaggi di media e alta montagna che vengono attraversati..

Da vedere a Notre Dame de la Salette.
In fondo alla salita la strada presenta ampi spazi per il parcheggio di autobus e autovetture. La chiesa, dichiarata basilica minore nel 1879, presenta un colore austero, con una facciata nord sormontata da due imponenti torri campanarie. Guardando la facciata, sulla parte destra del piazzale parte un percorso a piedi che conduce sui luoghi delle apparizioni, con alcune state in bronzo, poste circa 18 anni dopo l'apparizione, che ricordano le fasi dell'incontro tra Massimino e Melania con la Vergine. Dentro la chiesa si trova il famoso crocefisso di la Salette, come fu descritto dai bambini che lo videro al collo della Signora. Colpiscono il martello e le tenaglie, che rappresentano gli attrezzi utilizzati per crocifiggere e deporre Gesù Cristo dalla croce. Il Santuario è dotato di un moderno centro di accoglienza in grado di ospitare i visitatori sia in estate che in inverno. I prezzi per alloggio e ristorante sono contenuti e la qualità del servizio è ottima. Molti sentieri partono dalla zona del santuario, che risulta quindi una ottima base per compiere una settimana di vacanza di vero riposo e meditazione, anche per chi non è interessato agli aspetti religiosi del sito.
  •  

 Pubblicato da - 17 Aprile 2010 - Riproduzione vietata

News più lette

close