Cerca Hotel al miglior prezzo

Pons (Francia), il borgo e il suo castello sul cammino per Santiago

Pagina 1/2

La cittadina di Pons, nel dipartimento francese della Charente-Maritime (Poitou-Charentes), ne ha viste davvero tante col passare dei secoli. Dal momento della sua fondazione, che risale al medioevo, le sue pietre hanno visto sfilare per il borgo i pellegrini diretti a Santiago de Compostela, in viaggio lungo il Cammino di Tours, e dal Cinquecento in poi è stata roccaforte del protestantesimo. Oggi Pons ha circa 4500 abitanti ed è una località vivace, che continua a testimoniare epoche lontane attraverso chiese e castelli imponenti. Se si è in vacanza in questa affascinante zona della Francia occidentale vale la pena di ritagliarsi una giornata per visitare la città e i dintorni, che offrono attrazioni per grandi e piccoli.

Il centro di Pons dista una ventina di chilometri da Saintes e occupa la cima di un colle, di vedetta sul corso della Seugne, che languida si insinua tra le case e i palazzi del nucleo antico. Tra gli edifici spicca immediatamente il castello, o perlomeno ciò che ne resta: sorgeva dove si trovano l’attuale piazza e i giardini pubblici e in origine apparteneva al sire di Pons, potente consanguineo del re di Francia che doveva “accontentarsi” di governare una sessantina di villaggi e oltre 600 parrocchie della zona. Il torrione, del XII secolo come il resto della struttura, è sostenuto da contrafforti e ancora adesso si presenta grandioso. La parte più interessante è la cima, da cui si gode di un bel panorama sui tetti della città, m anche ai piedi della torre ci sono una torretta minore più antica e un edificio del Seicento, attuale sede del Municipio. Oltre i Municipio c’è il giardino pubblico a terrazze che sale fin sulle mura, regalando un altro scorcio panoramico affascinante.

Un secondo castello si trova al di fuori del centro, a 1 km dalla città. In origine il Castello di Usson era a est di Pons, ma nell’Ottocento, per evitare che venisse danneggiato, fu frammentato pietra per pietra e pazientemente trasferito a sud della città, dove venne ricostruito e ribattezzato Castello degli Enigmi. Oggi è soprattutto un parco dei divertimenti, dove i bambini possono cimentarsi nella risoluzione di enigmi e misteri storici lungo un avvincente percorso ludico. I grandi invece apprezzeranno l’architettura in stile rinascimentale, a partire dalle sculture e le incisioni del cortile, fino alla torre con fregi, blasoni ed emblemi antichi e agli ambienti interni, in particolare il salone di gala, con la cappella realizzata da un allievo di Michelangelo, Nicolas Bachelier.

Nelle immediate vicinanze del centro si incontrano alcune belle chiese, come quella di St-Vivien accanto al cours Jean-Jaurès, dalla facciata medievale con portale romanico e le due torrette campanarie aggiunte nel Settecento. Più a sud, a 1 km da Pons lungo l’antica strada per Bordeaux, sorge la chiesa di Notre Dame de l’Hôpital Neuf, fondata all’inizio del Millecento e appartenuta fino alla fine del Settecento ai signori di Pons, che la usavano come tomba di famiglia. Oggi è sede di un museo dedicato proprio a loro.

Davanti alla chiesa c’è il coetaneo Ospedale dei Pellegrini, voluto da Goffredo III di Pons e dichiarato Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’UNESCO, che accoglieva i viandanti nelle ore notturne, quando le porte della città avevano già chiuso i battenti. Per chi passava ma non intendeva fermarsi c’erano dei sedili di pietra, tuttora visibili sotto un passaggio a volta, dove ci si poteva riposare o riparare dalla pioggia mangiando un po’ di pane innaffiato col vino.
... Pagina 2/2 ...
Nei dintorni di Pons c’è una vera e propria costellazione di chiese e castelli, che faranno la gioia degli amanti di storia medievale. Tra i gioielli della Haute-Saintonge non perdetevi la chiesa di Pérignac, quella di Echebrune e quella di Lonzac. Più a sud scoprite Chadenac, la cui chiesa romanica ha una splendida facciata scolpita, dedicata allo scontro tra il Bene e il Male, e ancora il centro di Marignac con la chiesa di St-Sulpice, l’Abbazia della Tenaille nei pressi di Jonzac e il settecentesco castello di Plassac.

Per una pausa dolce nel centro di Pons fate visita alla pasticceria Colibri, fondata alla fine dell’Ottocento e ancora oggi indaffaratissima a sfornare i tipici Biscuits des sires, le madeleines e le immancabili crêpes. Chi ha voglia di shopping invece può sbizzarrirsi nel mercato coperto del mercoledì e venerdì, proprio nel centro della città.

Il clima di Pons è mite grazie alla relativa vicinanza del mare, con inverni gradevoli e estati calde ma non afose. Le temperature medie di gennaio variano tra una minima di 2°C e una massima di 9°C, mentre in luglio e agosto vanno dai 14°C ai 26°C. Dicembre è il mese più piovoso, con una media di 17 giorni di maltempo, ma nel complesso le precipitazioni sono diffuse abbastanza uniformemente.

Come arrivare? Pons è servita dall’autostrada A10, che la collega a Saintes (20 km a nord) e a Bordeaux (99 km a sud). Cognac è 25 km a nord-est, raggiungibile da Pons mediante la D732, e ancora più a est, a una cinquantina di chilometri, sorge l’aeroporto di Angouleme-Cognac. Pons è dotata di una propria stazione ferroviaria.
01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close