Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Chatenois

Châtenois, il borgo e il cimitero fortificato più grande d'Alsazia

Pagina 1/2

Il paese di Châtenois conta poco più di 4000 abitanti e deve la propria origine ad un'epoca molto lontana, quando in questa zona dell'attuale dipartimento del Basso Reno, in Alsazia, vivevano i Celti; del passaggio di quell'antica popolazione non rimangono tuttavia oggi molte tracce, e si tende a ricordare la cittadina soprattutto per le sue radici romane. L'allora Castinetum era infatti una tappa della strada che correva lungo la catena montuosa dei Vosgi, che oggi segnano il confine tra Francia e Germania.

In epoca medievale la posizione di Chatenois , all'incontro tra la valle di Villé e la Val de Lièpvre – ai piedi dell'Hahnenberg - assunse maggiore rilevanza, poiché considerata strategica per il passaggio da/per la regione della Lorena; la sua collocazione geografica ancora oggi la rende facilmente raggiungibile dalle città francesi di Strasburgo e Colmar, ma anche dalla vicina Friburgo in Brisgovia (Freiburg im Breisgau), in Germania.

Una testimonianza dell'importante passato storico del paese è data dal cimitero fortificato, il più grande dell'intera Alsazia, risalente al XIII secolo: si tratta di un complesso costituito non solamente dalla chiesa e dal cimitero vero e proprio, ma anche da una serie di abitazioni, occupate un tempo dai vassalli locali. L'originaria struttura medievale del cimitero prevedeva inoltre un doppio bastione ed un doppio fossato; l'accesso era regolato da quella che oggi è conosciuta come Tour des Sorcières, il simbolo per eccellenza di Châtenois, costruita inizialmente nel XV secolo e ristrutturata nell'Ottocento. Il suo nome ricorda il periodo nel quale anche a Châtenois erano frequenti i processi per stregoneria e le morti al rogo delle persone accusate di tali pratiche.

Il municipio (la Mairie) del paese è un enorme edificio di epoca rinascimentale in pietra; le sue arcate che si aprono verso l'esterno ospitavano settimanalmente il mercato prima che questo spazio venisse convertito, sul finire dell'Ottocento, in una stazione dei Vigili del Fuoco.

Un altro importante edificio rinascimentale della cittadina è quello conosciuto, oggi come allora, con il nome di Auberge de l'Aigle (Hotel dell'Aquila), che sorge a fianco del municipio. Il paese ha subìto nel corso dei secoli numerose devastazioni dovute alle guerre; tra queste, la cosiddetta Guerra dei Contadini e la più famosa Guerra dei Trent'Anni, che vide coinvolte praticamente tutte le più grandi potenze europee dell'epoca, ma alcuni dei suoi edifici più rappresentativi sono riusciti in qualche maniera a conservare il proprio splendore, anche con ingenti opere di ristrutturazione che si sono susseguite negli anni.

Anche gli edifici religiosi che si possono oggi ammirare appartengono ad un lontano passato; la Chapelle Sainte-Croix, ad esempio, è datata 1709 ed era in origine un luogo di pellegrinaggio, che subì varie peripezie durante la Rivoluzione Francese prima di tornare in pieno possesso della curia nel 1815, mentre la più piccola Chapelle Sainte-Anne risale all'anno 1698.
... Pagina 2/2 ...
L'Eglise Saint-Georges è invece quella costruita all'interno del cimitero fortificato: la sua bellezza è tale da veder classificato il proprio campanile tra i monumenti storici nazionali. Pur trattandosi di una chiesa barocca, le decorazioni sono piuttosto semplici; al suo interno si trovano elementi provenienti da diverse epoche come ad esempio le sculture in legno, l'altare, o le finestre colorate, ma anche alcuni organi Silbermann che suonano in occasione dei frequenti concerti che si tengono nella chiesa, valorizzati dall'ottima acustica del luogo.

Un tempo Châtenois era conosciuta per i suoi bagni termali, ai quali si affiancarono un albergo ed un centro estetico costruiti sul finire del XIX secolo da una ricca famiglia borghese; qui si recavano per ragioni di salute, ma anche per intessere relazioni sociali gli esponenti delle classi agiate francesi, prima che nel 1904 la struttura fosse distrutta irrimediabilmente da un incendio e rimanessero, visibili ancora oggi, solamente alcune vestigia restaurate ed incastonate nella collina.

Il paese era un tempo circondato, da un muro di sabbia, al quale si aggiungeva, come arma difensiva, un fossato; oggi di quelle soluzioni architettoniche non rimane molto, se non una delle quattro antiche porte d'accesso in pietra conosciuta come “La Porte Est”.

Châtenois si trova nella zona orientale della Francia, ad appena 20 km dal confine con la Germania. La città più importante nelle vicinanze è Strasburgo, dalla quale dista circa 55 km; per ragioni logistiche di trasporto in autobus o su rotaia, generalmente si prende come riferimento la cittadina di Sélestat, appena 5 km ad est di Châtenois, dalla cui stazione dei treni SNCF parte regolarmente un autobus (linea n°67) che copre il tragitto tra le due località.
L'autostrada A35 passa esattamente tra Châtenois e la stessa Sélestat, ed è quindi molto comoda per chi si sposta in auto; a quanti invece si spostano con mezzi alternativi, si ricorda che Châtenois è una delle tappe del Cammino di Santiago de Compostela (Chemin de St.Jacques), per cui non è raro vedere pellegrini che raggiungono il paese a piedi.
loading...
close