Cerca Hotel al miglior prezzo

Laa an der Thaya (Austria): terme e storia in Bassa Austria

Laa an der Thaya, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Laa an der Thaya è un piccolo borgo termale nella regione della Bassa Austria e, nonostante una popolazione che si aggira attorno ai 6.000 abitanti, risulta non solo uno dei centri principali del comprensorio detto Weinviertel, ma anche una delle migliori basi di partenza per partire nella sua esplorazione, soprattutto per ciò che riguarda gli straordinari itinerari eno-gastronomici alla scoperta delle migliori cantine in cui assaggiare i pregiati vini della zona.

Storia

La piccola cittadina sorge nei pressi del fiume Thaya, sul confine dell'Austria con la Repubblica Ceca, più o meno a metà strada fra Vienna e l'importante città ceca di Brno e presenta un profilo storico di grandissimo interesse: basti pensare che un primo insediamento sul luogo dell'attuale città esiste sin dal XII secolo, ancor prima che diventasse feudo dei duchi Babenberg d'Austria nel 1190. Il duca Leopoldo IV d'Austria in particolare usò Laa come baluardo difensivo protetto da mura dal 1290.

Secondo la tradizione esercitò la funzione di prete presso la parrocchia di Laa anche il papa umanista Enea Silvia Piccolomini, asceso al soglio pontificio col nome di Pio II. Il maggiore sviluppo economico della città risale al 1454, quando ai cittadini furono assicurati i privilegi di poter produrre la birra.

In epoca contemporanea, la vicenda di Laa si intreccia, dopo la II° Guerra Mondiale, all'epopea della Guerra Fredda, facendo parte, come confine fra Austria e Cecoslovacchia, della cosiddetta "Cortina di Ferro", di cui rimangono molto memorie in tutte le cittadine dei dintorni.

Le Terme di Laa an der Thaya

Fra le destinazioni degne di una visita approfondita a Laa an der Thaya e nei suoi dintorni, si segnala prima di tutto il famoso stabilimento termale Hotel & Silent Spa, che si trova proprio nella parte centrale della cittadina in comodissima posizione a pochi metri dalla Stazione dei treni. Le Terme di Laa sono famose soprattutto fra gli amanti del Wellness, coloro cioè che interpretano una sosta alle terme come esperienza integrata di relax, benessere, attività fisica, cura della propria estetica e riequilibro psico-fisico: in effetti il vantaggio delle terme di Laa consiste proprio nell'offrire specifiche aree e percorsi sinergici per il raggiungimento di ciascuno di questi obiettivi.

Cosa vedere a Laa an der Thaya

Se si prende in considerazione tutta l'area nei dintorni di Laa, cioè la porzione del Weinviertel al confine con la Repubblica ceca, la principale attrazione turistica da visitare è senza dubbio rappresentata dal Parco nazionale della Valle del fiume Thaya (in tedesco "Nationalpark Thayatal") che, nonostante venga considerato il più piccolo parco naturale austriaco, prosegue in realtà in territorio ceco con il vastissimo Parco nazionale di Podyjì e può vantare ben il 40% di tutte le specie botaniche censite in territorio austriaco.

Alla straordinaria biodiversità che impreziosisce questo remoto e poco frequentato angolo del territorio austriaco, si aggiunge lo spettacolo naturale rappresentato dalla profonda gola scavata nei millenni dal fiume Thaya, una stupenda ambientazione per escursioni avventurose nella natura.

Cosa fare: attività, eventi e manifestazioni

Considerata la splendida collocazione nel cuore del Weinviertel, il meglio delle cose da fare nei dintorni di Laa, dopo una piacevole visita rilassante ai bagni termali, è rappresentato sicuramente da una bella escursione alle principali cantine vinicole della regione, per scoprire ed assaggiare le migliori etichette dei famosi vini prodotti dalle uve riesling prodotte qui, lungo l'apposito itinerario che si snoda a pochi km dalla cittadina, ad esempio fra Falkenstein, dove si trovano anche le suggestive rovine di un antico castello su una panoramica altura, e Poysdorf.

Per fare sport la cosa migliore da fare è invece raggiungere il parco nazionale Thayatal e fare uno dei molti percorsi escursionistici sia a piedi che in mountain bike. Il Parco è un ottimo punto di partenza anche per escursioni da parte degli appassionati di botanica e zoologia, grazie alle molte varietà di flora e fauna presenti. Dato che le strade che attraversano il parco sono molto poco frequentate, ci sono anche ottime possibilità di divertimento per i cicloturisti, che vogliano fare una bella pedalata ammirando l'intatta natura del parco.

Come arrivare a Laa an der Thaya

Il modo migliore per arrivare a Laa an der Thaya è usare i mezzi pubblici, dato che la cittadina si trova nelle immediate vicinanze di Vienna, mentre in macchina ci vuole molto tempo per arrivare quasi al confine con la Repubblica Ceca.
Conviene quindi prendere un volo per Vienna e, una volta all'aeroporto noleggiare un auto oppure anche sfruttare il collegamento ferroviario che, in meno di due ore, porta alla stazione dei treni di Laa senza cambi.
Chi invece decide di viaggiare usando un mezzo di spostamento autonomo (auto/moto/camper) può raggiungere questa località percorrendo l'Autostrada A2 da Villach fino a Vienna da dove si prosegue successivamente su strada normale per una settantina di km.

  •  

News più lette

close