Cerca Hotel al miglior prezzo

Getxo, Spagna. La cittÓ basca sulla Baia di Abra

  • Puente de Vizcaya
La vita frizzante della città e la magia dei luoghi di mare si fondono a Getxo, località del nord della Spagna nella comunità autonoma dei Paesi Baschi, popolata da circa 82 mila abitanti e amata da un numero sempre crescente di visitatori. Solare e accogliente, intrisa di quel fascino che solo il paesaggio costiero può regalare, la città ha in sé lo spirito avventuroso dei posti di passaggio, dove storie di popoli e genti si intrecciano alle tradizioni e al territorio. Situata lungo i confini della Gran Bilbao, intorno alla città di Bilbao, Getxo è accarezzata dal blu intenso della Baia di Abra ed è formata da cinque quartieri principali, ciascuno con le proprie caratteristiche originali.

I cinque nuclei urbani sono quelli di Andra Mari, Algorta, Las Arenas, Neguri e Romo. Ad Algorta si concentra la maggior parte della popolazione locale, cresciuta in maniera consistente soprattutto negli anni Settanta del Novecento, quando molte famiglie si trasferirono qui dalla sponda occidentale del fiume Nerviòn, divenuta poco confortevole. Il più particolare è forse il quartiere di Neguri, costellato di residenze, ville e palazzi eretti dall’alta borghesia per potervi trascorrere i mesi invernali: il nome è infatti composto dalle parole basche negua e hiri, che significano proprio inverno e città.

Nei mesi estivi, allora come adesso, la popolazione amava trasferirsi lungo la costa, per assaporare il sole generoso della Spagna settentrionale e la brezza salmastra. Le spiagge di Getxo sono piccoli gioielli, in particolare quella selvaggia di La Salvaje-Barinatxe, ma anche quelle più turistiche di Las Arenas, Ereaga, Arrigunaga e Azkorri-Gorrondatxe: qui ci si può abbandonare a lunghe nuotate in acque cristalline, ci si può cimentare nel surf oppure si possono fare rilassanti passeggiate sulla battigia, con lo sguardo perso all’orizzonte. Per un tuffo nel passato, invece, si può visitare la zona del Puerto Viejo de Algorta, dove si respirano le atmosfere dei tipici borghi di mare.

Aldilà delle spiagge e del lungomare, Getxo ha in serbo per i suoi ospiti numerosi edifici interessanti, come il Palazzo del Municipio, le tante chiese e le dimore già citate dei borghesi, a cui si aggiungono i parchi ombreggiati in cui passeggiare. Da non perdere il Molino de Aixerrota, la chiesa de Las Mercedes e il Palazzo Lezama-Leguizamón.

Ma c’è un gioiello architettonico che supera tutti gli altri, offre un panorama splendido sulla città e il litorale ed è stato riconosciuto dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità. Si tratta del Puente de Vizcaya, un imponente ponte che collega Las Arenas - quartiere di Getxo – con la vicina località di Portugalete, da una sponda all’altra del fiume Nerviòn. Tuttora in uso, il ponte è lungo oltre 160 metri ed è in grado di sostenere, lungo la parte basculante, decine di pedoni e fino a 6 macchine, che vengono traghettati sulla riva opposta in un minuto e mezzo circa. Le traversate continuano tutto l’anno, tutti i giorni, 24 ore su 24, e si susseguono ogni 8 minuti. Anche chi non deve attraversare il fiume può comunque godere della vista magnifica offerta dal ponte sulla Baia di Abra: basta servirsi degli ascensori che sono stati costruiti all’interno dei sue piloni di sostegno, raggiungere la piattaforma e fare una romantica passeggiata sospesa.

Il centro di Getxo è sempre animato da eventi culturali e feste divertenti, che fanno la gioia degli abitanti e dei turisti. È molto valorizzata la musica di ogni genere, dal jazz alla cubana, dal blues al folk, in particolare all’inizio di luglio durante El Festival Internacional de Jazz, che coinvolge numerosi angoli della città. Per l’occasione le strade e le piazze si popolano di appassionati e fanno da cornice a grandi artisti di fama mondiale, ospitando anche concorsi riservati ai musicisti emergenti.

Chi ha deciso di trascorrere una vacanza a Getxo non avrà difficoltà nell’organizzazione del viaggio, trattandosi di una meta molto frequentata e ben servita. I collegamenti stradali sono ottimi: si può arrivare in città mediante la strada BI-637 La Avanzada, oppure dal nuovo tratto Uribe Kosta. L’aeroporto più vicino è quello di Bilbao, con voli di collegamento con numerose città italiane (es. Napoli, Milano, Venezia, Verona), da cui si può proseguire in autobus o in treno sino a destinazione. Da qualche anno anche il porto di Getxo è molto utilizzato, gettonato in particolare dalle crociere turistiche.

Una volta arrivati si assapora la freschezza del clima oceanico, caratterizzato da estati miti e mai afose, sempre ventilate, e da inverni dolci con temperature piuttosto elevate. I valori medi di gennaio, il mese più freddo, vanno infatti da un minimo di 7°C a un massimo di 12°C, mentre in luglio e agosto variano tra i 16°C e i 22°C. Le precipitazioni toccano il picco massimo in inverno e in particolare nel mese di dicembre, quando piove mediamente per 15-18 giorni.
  •  
close