Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Tenerife

Cosa vedere a Tenerife: itinerari attraverso l'isola

Pagina 1/2

Questo primo itinerario (Las Cañadas attraverso La Esperanza e ritorno per la Orotava) si snoda lungo la cordigliera dorsale di Tenerife. Sale lentamente da La Laguna e arriva ai 2.000 metri di Las Cañadas in 43 chilometri. È il più consigliato per dirigersi al Parco Nazionale, visto che permette di contemplare continuamente il Teide al di sopra del mare di nubi.

Uscendo da Puerto de la Cruz per l’autostrada diretta a Santa Cruz de Tenerife, si deve imboccare la TF-24 all’altezza di La Laguna, poco dopo l’aeroporto di Los Rodeos, in direzione La Esperanza e Las Cañadas. A partire da qui la strada incomincia a inerpicarsi poco a poco attraverso una campagna verde, trasformata poi in un bosco di pini che arriverà fin quasi al termine del viaggio. Le alte chiome del pino canario sono particolarmente frondose a La Esperanza, dov’è possibile passeggiare per piste e sentieri.

Continuando verso Las Cañadas, ad ogni chilometro si scoprono panorami spettacolari da entrambi i lati. Infatti si possono contemplare le vedute più belle della Valle Orotava e del Teide. Sono famosi i belvederi del Pico dei Fiori e di Ortuño. Superati i 2.000 metri, i pini scompaiono cedendo il posto ad un paesaggio vulcanico formato dai colori ocra, giallo, nero e verde. Infine si può entrare nel Parco Nazionale e fare una sosta nel centro per visitatori di El Portillo. Dopo aver visitato Las Cañadas ed essere saliti - se si vuole- al Teide in teleferica, si farà ritorno all’entrata e si prenderà la strada che sale a sinistra verso La Orotava (TF-21). In questo modo ci si ritroverà a Puerto de la Cruz dopo un percorso di 32 km., in mezzo ad una vegetazione esuberante fatta di conifere e una moltitudine di luoghi adatti per passeggiare e fare un picnic.

Las Cañadas attraverso Vilaflor e ritorno per Los Gigantes

Partendo a Playa de las Américas o Los Cristianos e prendendo la TF-47, l’itinerario ascende fino al bel paese di Vilaflor, ubicato a 1.500 metri di altitudine. Dopo 5 km occorre prendere la biforcazione per Arona e continuare ancora per altri 13. Una volta arrivati a Vilaflor ci si può avvicinare al Paesaggio Lunare. Per farlo è comunque necessario addentrarsi 8 km fino al campeggio “La Madre del Agua”, lungo una pista di terra che sale a destra, 4 km dopo aver lasciato indietro il paese; a ciò si deve aggiungere un’ora di cammino a piedi. Da Vilaflor ci si dirige verso Las Cañadas lungo una strada nascosta tra i pini. Percorsi 16 km c’è una biforcazione, sulla destra, che entra nel Parco Nazionale. Attraversato il bel Llano de Ucanca, si giunge a los Roques de García, località in cui c’è un luogo idoneo alle passeggiate e successivamente alla base del Teide: da qui si prende la teleferica per raggiungere la cima.

Portata a termine la visita del Parco, si deve ritornare per lo stesso cammino percorso all’andata e lasciando a sinistra la strada che conduce a Vilaflor. Si fanno 30 km. lungo la TF-36 attraverso un paesaggio solitario, finchè appare Tamaimo. A questo punto si devia a sinistra, verso Los Gigantes. Mancano 6 km per essere sulla costa: ormai è possibile contemplare le scogliere di Los Gigantes in tutta la loro grandiosità e fare un bagno nelle acque del mare. Per far ritorno a Playa de las Américas si deve continuare all’incirca 30 km in direzione sud, lungo una strada che costeggia il mare.
... Pagina 2/2 ...
Punta del Hidalgo (Punta dell’Idalgo) e Massiccio di Anaga

Una volta lasciata Puerto de la Cruz e aver imboccato l’autostrada in direzione La Laguna, appare una deviazione all’altezza di Tacoronte. Percorsi 10 km fino a Bajamar, si continua per altri due fino a Punta del Hidalgo. Da qui è possibile contemplare bellissimi panorami delle rocce del massiccio di Anaga che si specchia nel mare. Ritornati indietro di 5 km per la strada che porta a Tejina, si imbocca il cammino diretto a Tegueste. A 6 km ecco la biforcazione che conduce a destra a La Laguna e a sinistra a Las Mercedes. Si devia a sinistra. La strada sale tra la folta vegetazione della laurisilva fino al belvedere di La Cruz del Carmen prima e del Picco dell’Inglese poco dopo. Qui occorre ritornare sui propri passi all’incirca cento metri, per poi girare a sinistra verso El Bailadero. Da El Bailadero si può scendere a Taganana e Almáciga, a sinistra, continuare di fronte fino a Chamorga avvicinandosi alla punta del massiccio, oppure fare entrambe le cose. Tutte e tre le opzioni richiedono il ritorno a El Bailadero, da dove si prenderà il cammino diretto a sud verso San Andrés. Questo paese ospita la spiaggia di Las Teresitas, dove ci si può rinfrescare nelle acque del mare. La spiaggia dista da Santa Cruz 8 km. e da Puerto de la Cruz 36.

Paesi del nord Masca e Punta di Teno

Quest’itinerario percorre il nord e il massiccio del Teno. Permette di visitare i paesi più belli dell’isola e allo stesso tempo l’aspra natura di Teno. L’escursione incomincia a Puerto de la Cruz, dove si può sostare nel Giardino Botanico o fare il bagno nel Lago Martiánez. Da El Puerto si arriva a La Orotava dopo 6 chilometri. Una volta visitato il suo centro storico, si parte diretti a Icod de los Vinos, che dista 20 km, magari facendo una sosta a Los Realejos. Fatta una scappata a Icod e visto il suo drago, si imbocca la strada che conduce a Santiago del Teide. In tale località, a 20 km da Icod, si devia a destra e si sale sulla collina, da dove si scorge tutto il massiccio di Teno. In questo punto la strada scende bruscamente per 5 km fino al casolare di Masca, bel posto in cui è obbligatorio effettuare una sosta. Continuando a percorrere l’accidentato massiccio in discesa si raggiunge la costa a Buenavista, da dove si dovrà proseguire per 9 km in direzione ovest prima di arrivare al paesaggio solitario di Punta di Teno. Ritornati a Buenavista, si continua lungo la costa per 10 km fino alla località di Garachico: è imprescindibile visitarla con attenzione prima di fare ritorno al punto d’origine.

loading...
27 Aprile 2017 Cure termali e relax alle Terme di Riccione ...

Accoccolate nella natura fra paesaggio marino e terrestre le Terme di ...

NOVITA' close