Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Tenerife

Tenerife: tour da Nord a Sud dell'isola

Pagina 1/2

Fin dal secolo scorso il nord di Tenerife è stato un luogo di riposo scelto da viaggiatori di molti paesi. La Valle de La Orotava dove si trova Puerto de la Cruz è stata sempre considerata come un posto ideale in cui il clima eccellente si unisce ad un paesaggio straordinario. Mossi dall’ammirazione che animò Humboldt, che qualificò questa valle come la più bella sulla Terra, numerosi furono gli artisti che scelsero il nord di Tenerife per dedicarsi al ritiro e alla contemplazione. L’immagine del Teide coperto di neve che si erge sopra il verde tappeto di alberi di banani ed il mare azzurro costituiscono senz’ombra di dubbio una veduta unica al mondo. In questa cornice fu costruito il primo hotel importante alla fine dello scorso secolo, dando inizio a quella che oggi è la cittadina turistica con più storia dell’arcipelago. Intorno ce ne sono altri, tutti bellissimi e meritevoli di essere visti: Icod, La Orotava e Garachico, il Giardino Botanico, Loro Parque (Parco Pappagallo)...

Puerto de la Cruz è la seconda cittadina turistica per quanto riguarda le dimensioni. A differenza delle moderne urbanizzazioni del sud, gode di una gran tradizione come luogo di riposo già dalla fine del secolo scorso, quando vi si costruì lo stabilimento balneario che oggi è un hotel. L’offerta ricettiva è diversa da quella della maggior parte dei luoghi dell’arcipelago: predominano infatti gli hotel sugli appartamenti.

L’esuberanza dei giardini e l’ambiente gradevole sono le caratteristiche di questa città, che annovera luoghi piuttosto animati per il passeggio. Nel pomeriggio le strade che circondano la Plaza del Charco e la passeggiata marittima sono un luogo ameno per trascorrere il tempo: si può mangiare in uno qualsiasi dei numerosi ristoranti all’aria aperta, accompagnati da un clima favorevole e dalla presenza costante del mare.

La cittadina ospita vari edifici di gran valore storico ed artistico come la chiesa di Nuestra Señora de la Peña, l’Eremo di San Telmo, il Castello di San Filippo, la Casa della Dogana e il vecchio molo, nel quale approdano ancora piccole imbarcazioni pescherecce. Non c’è dubbio che una delle maggiori attrazioni di El Puerto sia il Lago Martiánez. Questo insieme di piscine di acqua marina, create dall’artista canario Cesare Manrique, è un luogo straordinario in cui fare il bagno o riposarsi al sole. Unendo alla costa vulcanica una vegetazione esotica e un’architettura armoniosa, l’artista riuscì a dare vita qui al suo progetto più bello. A parte il Lago, Puerto de la Cruz possiede piccole spiagge di sabbia vulcanica. Le migliori sono Playa Jardín e quella di Martiánez. Nei dintorni della città, il Giardino Botanico e Loro Parque sono imprescindibili da vedere per gli amanti della natura. Fondato nel 1788, il Giardino Botanico racchiude una quantità enorme di alberi tropicali e piante di ogni angolo del pianeta, grazie al clima benigno di Tenerife. Parco Loro è un altro verziere tropicale, con la maggior collezione di pappagalli di tutto il mondo che si esibiscono in uno spettacolo e un eccellente delfinario. Del Charco e la passeggiata marittima sono un luogo ameno per trascorrere il tempo: si può mangiare in uno qualsiasi dei numerosi ristoranti che esistono all’aria aperta, accompagnati da un clima favorevole e dalla presenza costante del mare.

8 km a nordovest dalla capitale, Santa Cruz de Tenerife, si trova la spiaggia di Las Teresitas, prossima al paesino di San Andrés. La sua sabbia trasportata qui dal Sahara e i dintorni ben curati la rendono una delle più affascinanti dell’isola. La vicina Santa Cruz offre un ampio ventaglio di hotel e una fisionomia ideale per le passeggiate; abbondano le zone verdi e vi si trovano tutte le comodità proprie di una cittadina.

Gli elementi che per secoli sono stati nemici della popolazione insulare, il sole e la scarsezza di piogge, oggi hanno trasformato la zona meridionale di Tenerife in una di quelle con il maggior sviluppo turistico di tutto l’arcipelago. Le ineguagliabili condizioni climatiche del sud, isolato dalle nubi e dai venti del nord, hanno permesso la crescita soprattutto in relazione alla costruzione di un secondo aeroporto. Lungo le coste meridionale e occidentale, davanti alla presenza costante della vicina ed esotica isola di La Gomera, si assiste allo sviluppo dei centri di vacanze della Costa del Silencio, Los Cristianos, Playa de las Américas e Los Gigantes, senza contare altre urbanizzazioni di dimensioni minori. In tutti questi luoghi è possibile prendere il sole, fare il bagno in mare e praticare diversi tipi di sport acquatici. Grazie alle buoni condizioni climatologiche, si tratta infatti di una zona particolarmente idonea alla nautica. Le possibilità di escursioni e divertimenti in questa fascia meridionale si sommano al godimento del sole e del mare e dell’intera natura di Tenerife, facilmente raggiungibile per strada con gite che durano un giorno solo. Vale la pena di ascendere a Las Cañadas del Teide attraverso Vilaflor, vedere gli strapiombi di Los Gigantes insieme al paesino di Masca; e non bisogna dimenticare di fare un salto all’isola di La Gomera, in traghetto o hidrofoil partendo dal porto di Los Cristianos.

... Pagina 2/2 ... Playa de las Américas è la principale città turistica dell’isola. Si trova lungo una costa disseminata di piccole spiagge che percorre un ameno passeggio marittimo. Nelle sue vie c’è di tutto: negozi, bar, ristoranti, ecc. Di notte esiste sempre molto movimento, visto che sono moltissimi i posti in cui si può andare: pub, discoteche, sale con spettacoli e casinò. È anche dotata di un porto sportivo: Puerto Colón. È ideale per coloro che amano praticare gli sport nautici. Le offerte di svago sono svariate e tra di esse spicca un luna park acquatico.

Nonostante nell’attualità sia unito a Playa de las Américas, Los Cristianos mantiene una propria personalità, essendo stato edificato intorno ad un antico borgo marino. Nella sua baia ci sono una spiaggia piacevole e un porto affollato, dotato di tutti gli impianti richiesti dalla pratica degli sport nautici. Dal porto di questa località quotidianamente salpano imbarcazioni dirette alle isole di La Gomera ed El Hierro. Dal molo partono anche escursioni che fanno un giro per il mare; alcune si avvicinano ad osservare la colonia di balene che vivono nello stretto che separa Tenerife da La Gomera.

Si tratta di un bel nucleo turistico che si estende ai piedi delle spettacolari scogliere omonime con un’altitudine media di 500 metri, situato 30 km a nordest di Playa de las Américas. Meno frequentato dei due luoghi precedenti, è comunque provvisto di hotel di prima categoria associati ad un porto sportivo, offre vedute meravigliose del mare e delle scogliere e una gradevole spiaggia di sabbia vulcanica. A poca distanza si trova un altro nucleo turistico: Puerto Santiago. La sua spiaggia La Arena è splendida e offre una amplia scelta di ristoranti.

Separata da Los Cristianos verso sudovest dallo spazio naturale di Malpaís de la Rasca, Costa del Silencio è un altro nucleo turistico dotato di varie spiagge di sabbia vulcanica, sorto intorno a un complesso urbanistico e al borgo peschereccio di Las Galletas.

Questa spiaggia, una delle migliori e più estese dell’isola, è un posto ideale per il windsurf. Essendo orientata a sudovest, si trova esposta alle raffiche costanti dei venti alisei. È un punto privilegiato dove si sono celebrati già diversi campionati del mondo delle diverse categorie della specialità. Indubbiamente El Médano è uno dei posti migliori in tutto il mondo per il windsurf; ne è prova l’infrastruttura alberghiera creata per ospitare coloro che lo praticano.

Fonte: Ufficio Spagnolo del Turismo
Milano 02/72004617 - Roma 06/6783106
Visita Spain.info
 

loading...
close