Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggio nel cuore del Messico: il Distrito Federal e i suoi tesori

Ad oltre 2000 m di quota, circondata da una cornice di alte montagne, si trova una delle zone più densamente abitate del mondo, un concentrato di caos esasperante che si unisce a bellezze artistiche e naturalistiche di assoluto fascino e spessore. È il Distrito Federal, la regione che ospita la seconda città al mondo per popolazione, Città del Messico (Mexico City), e che comprende quei monti, quelle valli e qui laghi che hanno reso celebre il grande ma effimero impero Atzeco.

Sempre all’interno del Distrito Federal si trova la bellissima Teotihuacan, una città antichissima, probabilmente condivideva il titolo di città più importante del mondo con Roma imperiale, ma ciascuna delle due grandi città ignorava dell’esistenza dell’altra. Quello che colpisce il visitatore è la vastità del sito, le piramidi solenni, ricoperte dal verde della vegetazione e il silenzio calato su questa antica città della civiltà di Teotihuacan misteriosamente abbandonata prima dell’avvento dell’impero Atzeco.

Il Distrito Federal è dominato nella sua porzione meridionale dall’inconfondibile profilo del Popocatepetl e dell’Iztaccihuatl (nello stato di Puebla), due poderosi vulcani che superano i 5000 m di altitudine. Considerati i due nomi quasi impronunciabili, la gente del luogo li chiama affettuosamente Popo e Itzta, ma con rispetto specialmente per il primo, considerato uno dei vulcani più attivi del continente americano. All’inizio degli anni ’90 il vulcano si risvegliò con decisione costringendo le popolazioni locali ad evacuare le loro case, e gli sfollati furono circa 25.000, ma ricordiamo che in poche decine di chilometri di territorio abitano più di venti milioni di abitanti.

Alla periferia meridionale di Città del Messico (ma al di fuori del Distrito Federal, nello stato di Morelos) si trova Xochicalco un sito archeologico di grande importanza, divenuto parte della lista dei patrimoni dell’umanità dell’UNESCO. È un sito di grande fascino le cui origini rimandano alla civiltà tolteca od a quella di Teotihuacan, probabilmente costituendo una sorta di anello di congiunzione tra le due culture, non trascurando l’evidenza di certi influssi Maya. Il sito è famoso per il tempio di Quetzalcoatl, che tradotto significa il serpente piumato, figura che caratterizza le decorazioni dei bassorilievi e degli interni del tempio.

A nord di Città del Messico si trova Tepoztlàn bellissima città di origini Atzeca ma che fu poi trasformata dalla conquista spagnola e che ora conserva dei mirabili esempi di barocco messicano. Da non perdere la bellissima chiesa di San Francisco Javier, dalla facciata sontuosamente decorata.
  •  
close