Cerca Hotel al miglior prezzo

Frankfort: visita alla capitale del Kentucky

Frankfort, guida alla visita: cosa fare e vedere tra le sue attrazioni. Dove si trova, i dintorni, come arrivare e il meteo.

Frankfort è una città di 28.000 abitanti situata nella parte centro-settentrionale dello stato del Kentucky, di cui è capitale dal 1827. Dal punto di vista geografico, Frankfort è situata all’interno della Bluegrass Country, una sorta di angolo di paradiso immerso tra boschi verdeggianti, laghetti turchesi, colline e allevamenti di cavalli purosangue, e per l’esattezza nella Contea di Franklin, un’area di carattere prevalentemente rurale nella quale risiedono all’incirca 50.000 persone. Il centro è attraversato dal corso del Kentucky, un fiume navigabile che ebbe un ruolo molto importante per lo sviluppo della città nel corso della storia.

Abitata a partire dalla fine del XVIII secolo, la zona dove oggi sorge la capitale del Kentucky ha vissuto serenamente il primo secolo di vita, con le ridotte dimensioni dell’abitato che hanno favorito il mantenimento di ritmi di vita tranquilli e pacati. L’evento che ha letteralmente sconvolto la quiete nella quale versava Frankfort avvenne il 3 febbraio 1900, giorno in cui il neoeletto governatore William Goebel fu assassinato mentre si recava a piedi al Campidoglio per prestare giuramento. Solo qualche anno dopo si arrivò ad accertare la colpevolezza di Caleb Powers, ex segretario di stato, che ordì l’ineffabile complotto che portò all’uccisione di quello che avrebbe dovuto essere il primo governatore del XX secolo.

Graziosa cittadina da cartolina, tutta mattoni rossi e finiture vistose, la piccola capitale del Kentucky si trova 42 chilometri ad ovest di Lexington e rappresenta per questo una destinazione da non perdere nell’ambito di una vacanza nello stato. La città vanta alcuni edifici storici particolarmente affascinanti, con il palazzo governativo che rappresenta la massima espressione del genere neoclassico della contea. Questo edificio, costruito nel 1910, è contraddistinto dalla grande cupola che lo sormonta ed è da visitare in rapida successione con la residenza del governatore, un fabbricato del medesimo stile situato nelle immediate vicinanze.

La parte più vecchia di Frankfort è quella che si estende sulla sponda opposta del Kentucky River, dove il vecchio palazzo governativo rimase in funzione dal 1827 al 1910, anno in cui fu definitivamente sostituito. Nei pressi si trova il suggestivo Kentucky History Center, il luogo ideale per conoscere la storia dello stato attraverso l’esposizione di manufatti, reperti e documenti vecchi anche tre/quattrocento anni.

Altre attrattive interessanti sono le due chiese più importanti della città: la Church of the Ascension Episcopal Church e la Good Shepherd Roman Catholic Church. La prima, costruita nel 1835, si trova nel quartiere più antico della città ed è inserita nel National Register of Historic Places per via del suo innegabile valore artistico. La seconda, completata qualche anno dopo, ovvero nel 1850, si erge lungo Wapping Street e rappresenta un bell’esempio di architettura neoclassica. Molto importante è anche la Kentucky State University, una delle più importanti facoltà dello stato, che richiama a Frankfort ragazzi provenienti da buona parte del cosiddetto “South”.

Il clima, come del resto quello di quasi tutto il Kentucky, è subtropicale umido, caratterizzato da estati lunghe e calde e da inverni freddi ma generalmente brevi. Pur trovandosi nella parte settentrionale dello stato, e quindi vicina a fasce climatiche continentali e comunque più rigide rispetto alla parte più meridionale del Kentucky, Frankfort presenta inverni in linea con le medie statali, contraddistinti da minime di qualche grado al di sotto dello zero e da massime che in giornate soleggiate possono toccare i 10/11 gradi anche in gennaio. Le estati sono invece molto calde, con massime ben superiori ai 30 gradi, anche se spesso squarciate da violenti ed improvvisi temporali.

Per quanto riguarda i trasporti, Frankfort non è dotata di un proprio aeroporto, tant’è che per raggiungere la capitale del Kentucky bisogna atterrare al Blue Grass Airport di Lexington o al Louisville International Airport. L’agglomerato urbano è lambito dall’autostrada interstatale I-64, una delle arterie carrabili più importanti di tutto lo stato, lungo la quale è molto facile muoversi noleggiando un’automobile o prenotando uno dei molti pullman della Greyhound che attraversano tutto il Kentucky fino agli stati confinanti.
  •  

News più lette

10 Dicembre 2017 I mercatini di Natale al castello di Limatola ...

Dal 10 novembre al 10 dicembre 2017, Limatola (in Campania) ...

NOVITA' close