0 Capitali -

0 Nazioni -

Viaggio in Cile, cosa vedere e cosa sapere

Immaginate un paese dove grandi ghiacciai si sfaldano e cadono fragorosamente in mare. Provate a figurarvi un cielo sempre diverso, mosso dalla danza delle nuvole e dal soffio vivo del vento, sempre presente. Immaginate anche spiagge deserte il cui silenzio è rotto unicamente dal respiro ritmico dell’oceano. Pensate ad altopiani deserti, circondati da alte montagne, che conservano tesori di civiltà lontane e misteriose. Provate a pensare ad un paese esteso dai tropici fino a quasi il circolo polare artico dove il paesaggio è mai uguale a quello del chilometro precedente, e dove il viaggiare è sinonimo di scoperta ad ogni curva…
Tutto ciò è il Cile (Chile) il paese del Sudamerica con un territorio stretto e allungato in latitudine, che deve proprio a questa conformazione geografica la sua varietà di paesaggio e clima.

Si pensa al Cile e compaiono nelle nostre menti l’Oceano Pacifico, il Deserto di Atacama, Puerto Montt, l’Isola di Pasqua, e quell’immagine unica che è la sua stessa conformazione, stretta e allungata fino all’inverosimile. Per la sua estensione longitudinale, possiamo dividere il Cile in cinque zone: il Nord, maggiormente desertico, le cui città principali sono Arica ed Antofagasta, e dove si trova San Pedro de Atacama, il geyser El Tatio, la miniera di Chiquicamata. Va ricordato che a causa del clima privilegiato quest’area è importante anche per le osservazioni astronomiche. Il Centro, regione nella quale si concentra quasi tutta l’attività amministrativa, politica ed economica del Paese. Le città principali sono Santiago del Cile, Valparaíso, Viña del Mar.

La zona intorno a Santiago, la capitale, ha un clima temperato ed il punto classico d’arrivo per un viaggio in Cile. Le Ande sono però vicine e consentono anche occasioni per sciare durante i mesi di luglio e agosto, i mesi caldi per noi, ma il periodo più freddo per il Cile, trovandosi all’emisfero australe. Località come El Colorado, La Parva, Portillo e Valle Nevado offrono efficienti impianti di risalita con costi contenuti per gli skipass e divertimento assicurato.
La zona di Santiago è celebre per i vini con la possibilità rivisitare delle ottime aziende vinicole dove degustare e acquistare vini di assoluta qualità, mentre per chi cerca artigianato di ottima fattura è consigliata una visita a Pomaire e alle sue ceramiche. Un tuffo nella natura può essere fatto nel Cajon del Maipo, un canyon ricco di cascate e punti panoramici.

Ma se si vogliono scoprire le meraviglie del paese, allora la destinazione non può che prendere due direzioni diverse: verso sud per chi ama l’avventura, fino ai confini della Patagonia e verso nord per chi ama la storia verso il deserto di Atacama.

Il Sud, meglio conosciuta come la zona dei Laghi, con paesaggi verdeggianti ma con clima più umido rispetto al nord. Molte le località con possibilità di praticare eco-turismo. Vi si ritrova ancora la cultura locale degli Indios Mapuche. Le città principali sono Valdivia, Puerto Montt, Puerto Varas, Castro. La Patagonia del Nord, che abbraccia anche una parte della Regione dei Laghi. E’ qui che la costa cilena inizia ad essere maggiormente frastagliata, con grandi e piccole isole tra le quali Chiloè, le cui chiese sono sotto il patrocinio dell’UNESCO. Qui si trova anche il ghiacciaio San Rafael. La Patagonia del Sud, o Terra del Fuoco cilena, il cui clima è freddo quasi tutto l’anno. In questa zona vi sono fiordi e canali dai nomi leggendari: Drake, Magellano, Beagle, contornati da paesaggi solitari di rara bellezza. E’ in questa regione che si trova il Parco Nazionale di Torres del Paine, Cabo de Hornos e la penisola antartica.


Condividi:

24 Aprile 2017 La Uglia di Pignola

La sera che precede la terza domenica di maggio (20 maggio), il centro ...

NOVITA' close