Cerca Hotel al miglior prezzo

Turismo in Svizzera: tutte le novitÓ di marzo 2011 nei cantoni elvetici

Pagina 1/2

A cavallo tra XIX e XX secolo furono realizzati i primi alberghi, le primi ferrovie di montagna e i primi impianti di risalita. Fiorisce così il turismo in Svizzera che diventa meta di scrittori, alpinisti - soprattutto britannici – ed esponenti della nobiltà. Il fascino degli esordi rivive negli hotel Belle Epoque, tuttora ben conservati, e nelle esperienze storiche offerte ai visitatori che possono viaggiare a bordo di battelli e treni a vapore oppure valicare il passo del Gottardo in diligenza. Per riscoprire il passato, Svizzera Turismo ha ideato la brochure “Viaggi nel tempo” e una sezione sul sito dedicata a questi temi. Per info: www.svizzera.it/viaggineltempo

Un nobel stregato dal Ticino
Hermann Hesse visse a Montagnola dal 1919. Qui nacquero alcuni suoi capolavori come L’ultima estate di Klingsor, Siddharta, Narciso e Boccadoro, Pellegrinaggio in Oriente e il Giuoco delle perle di vetro. Dal 1997 il Museo Hermann Hesse, un piccolo gioiello sulla Collina d’Oro di Lugano, ricorda la presenza del premio nobel per la letteratura. I visitatori possono scoprire sia la sua vita artistica che privata attraverso fotografie ed oggetti personali raccolti nella permanente. Per info: www.hessemontagnola.ch

Hotel Belalp: stile liberty e accento british.
Più di 150 anni fa, sull’Aletschbord venne inaugurato l’Hotel Belalp, edificato in perfetto stile Liberty. Per soddisfare le esigenze della clientele britannica, negli anni ’20, venne addirittura aggiunto un campo da tennis. La regione dell’Aletsch era stata oggetto di interesse da parte di alcuni studiosi. Fra questi il fisico e glaciologo irlandese, John Tyndall, che fu il primo a spiegare perché il cielo ci sembra di colore azzurro. Non è chiaro se l’illuminazione che lo portò a questa scoperta gli venne nel corso dei suoi viaggi scientifici in Vallese. Di sicuro Tyndall e i suoi accompagnatori britannici restarono affascinati dalla Belalp, dal ghiacciaio e dall’anfiteatro di montagne circostanti, tanto da trascorrervi tutti i mesi estivi dal 1861 al 1893. Per info: www.vallese.ch

L’antico sapore de La Rösa
Ha riaperto i battenti l’antica stazione della posta, originaria del XVII secolo, a La Rösa in Val Poschiavo. A 1880 m, lontana dal caos e immersa nella natura, la struttura conserva l’antico spirito con i suoi arredi in legno e un uso sapiente delle suppellettili. L’offerta gastronomica è altrettanto genuina. Prodotti freschissimi arrivano dal mercato di Poschiavo o sono “fatti in casa”, come i formaggi e il latte di capra provenienti dalla vicina stalla. Per info: www.larosa.ch

Pilatus: dalla pioneristica cremagliera al restyling completo.
Nel XIX secolo, l’ingegnere Eduard Locher ebbe la pazza idea di costruire una ferrovia per raggiungere la cima del monte Pilatus. Nel 1889 la ferrovia – a vapore fino al 1937 - fece la sua prima corsa sulla tratta lunga 4’618 metri da Alpnachstad fino alla cima. Con una pendenza del 48% vanta ancora oggi il titolo della più ripida d’Europa. Il panorama è rimasto intatto ma le strutture ricettive sono state completamente rinnovate nell’ultimo anno. L’Hotel Pilatus-Kulm, aperto nel 1890, si presenta con un look rinnovato e un’offerta gastronomica di livello pur mantenendo il suo fascino Belle Epoque. A maggio verrà inaugurata la la galleria panoramica che collegherà il Kulm all’hotel Bellevue in modo da riparare gli ospiti in caso di maltempo. Per info: www.pilatus.ch
... Pagina 2/2 ...
Sulle tracce di Segantini, Anna Frank e Nietzsche con una marcia in più.
L’Engadina ha sempre incantato scrittori ed artisti. Nietzsche soggiornò a Sils per sette estati; a Sils Maria trascorse le vacanze anche Anna Frank prima dello scoppio della Seconda Guerra Mondiale; Segantini scelse, invece, Maloja come sua dimora. Si possono scoprire questi luoghi in mountain-bike attraverso una rete di single trail e di itinerari contrassegnati di 400 km. Da quest’anno si pedala con una marcia in più grazie all’e-bike. C’è anche un’offerta speciale che comprende un pernottamento in hotel, il noleggio di e-bike e casco, il trasporto di persone ed e-bike con gli impianti di risalita, un locale sicuro per il deposito delle biciclette e ulteriori agevolazioni. Per info: www.engadin.stmoritz.ch

Jungfrau: settimana azzurra sul tetto d’Europa.
Il 125° anniversario della Ferrovia della Jungfrau, atteso nel 2012, si avvicina e continuano le celebrazioni. Dal 28 maggio al 4 giugno la regione della Jungfrau dedica agli ospiti italiani una speciale promozione “2x1” con pernottamento in hotel a Interlaken, Grindelwald o Wengen e “Pass delle Nazioni“ per viaggiare liberamente per 6 giorni su tutta la rete delle Ferrovie della Jungfrau. Paga solo 1 persona e l’accompagnatore soggiorna gratuitamente. Inclusa nell’offerta è pure l'indimenticabile escursione sullo Jungfarujoch-Top of Europe, con i suoi 3’454 metri s.l.m. la stazione ferroviaria più alta d'Europa. Una proposta vantaggiosa, mirata soprattutto a favorire le famiglie e i piccoli gruppi di visitatori. Per info: www.jungfrau.ch

Novità: nuovo collegamento Roma-Basilea con Swiss.
Dal 27 marzo Swiss International Airlines lancerà il nuovo collegamento Roma Fiumicino-Basilea. Il volo sarà giornaliero e inizierà con l’entrata in vigore del nuovo orario estivo. La tratta sarà effettuata da un aeromobile AVRO RJ100 con una capienza di 97 posti e configurato in due classi di servizio. Questo volo si aggiunge ai 4 collegamenti giornalieri tra la Capitale e Zurigo. Per informazioni www.swiss.com

Fonte: Svizzera Turismo
Visita MySwitzerland.com
 

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close