Cerca Hotel al miglior prezzo

Sassonia. La valle delle rocche: da Zwickau, a Bad Düben via Wurzen

Pagina 1/2

Camminare su sentieri storici - Il fiume Mulde, il fiume più veloce dell'Europa Centrale, non è navigabile e ha quindi mantenuto in ampi tratti il suo carattere originale. Le varie bellezze lungo la sua riva si scoprono al meglio con lentezza, a piedi sul sentiero della vallata del fiume Mulde da Zwickau a Bad Düben.

Maestri della musica - A Zwickau sarebbe da visitare la casa natale di Robert Schumann. Da vedere sono anche le cosiddette case dei preti vicino al Duomo, considerate tra le più antiche case-abitazioni in Germania. Il Castello Ortenstein, oggi in rovina, servì a lungo come carcere. A nord di Zwickau si trova Glauchau con il suo castello doppio e la chiesa cittadina di San Giorgio, per la quale il costruttore d'organi sassone Gottfried Silbermann creò uno dei suoi famosi strumenti.

Splendore terreno e della chiesa - Il Parco di Grünfeld, un parco paesaggistico in stile inglese, è l'attrazione più conosciuta di Waldenburg. Da ingresso funge il portale rinascimentale del Castello Posteriore. Un prezioso soffitto a “campi” è solo uno dei tanti capolavori nella chiesa “Di Nostra Signora sulla montagna” a Penig. Sopra ad una curva del fiume troneggia la rocca di Rochsburg dall'aspetto medievale con la sua cappella del castello. Dietro allo sbocco del fiume Chemnitz si trova la rocca di Wechselburg. Bisogna aver visto la chiesa del monastero con la sua tribuna riccamente decorata, essendo considerata una delle più significative costruzioni romaniche nell'area di lingua tedesca.

Pietre dai molti usi - Più a nord si trova Rochlitz, sovrastata dal castello con le sue torri ben visibili. Il tufi di porfido rosso di Rochlitz non è diventato famoso solo per la sua forma macinata come copertura per le piste dei campi sportivi, bensì anche come “marmo sassone” utilizzato in molti luoghi, come nel vicino Castello di Colditz.

... Pagina 2/2 ...Lutero e Bach - Sul limite di Grimma si trovano le rovine di quello che fu il monastero cistercense Marienthron, da cui fuggì nel 1523 Catarina von Bora, più tardi moglie di Martin Lutero. Nella bella città vecchia attira l'attenzione in particolare il municipio in stile rinascimentale. Il castello è oggi sede amministrativa. Da Grimma si raggiunge facilmente la vicina città di Bach, Lipisa.

Un tempo sede vescovile - Wurzen appare ancora oggi medievale, in particolare il quartiere del Duomo. Il Duomo sorprende con il suo insolito arredo tardo espressionistico ed è una delle più antiche costruzioni sacre in Sassonia. Anche il castello, che oggi funge da albergo, venne costruito per il vescovo. Rappresenta una interessante forma di transizione tra la rocca difensiva medievale e il castello residenziale.

All’inizio della reggenza - Quale testimonianza della rocca di Ilburg ad Eilenburg, rimase conservata la torre dei vendi. Qui Enrico di Eilenburg venne nominato nel 1089 Margravio di Meissen. La reggenza così fondata dei Wettin in Sassonia terminò solo nel 1918 con l'abdicazione dell'ultimo Re Sassone.

Da derubato a predone - La località di cura Bad Düben da il nome al Parco Naturale Dübener Heide. Vale una visita il Museo Paesaggistico nella Rocca di Düben. Lì si svolse nel 1532 il processo durante il quale il commerciante di cavalli derubato Michael Kohlhase non ottenne giustizia e diventò quindi lui stesso un temuto predone. Il poeta Heinrich von Kleist gli pose un monumento letterario con la sua novella “Michael Kohlhaas”.

 Pubblicato da il 13/02/2011 - 10.390 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close