Cerca Hotel al miglior prezzo

La Praia do Tombo a Guarujį, la seconda bandiera azzurra del Brasile

Con il riconoscimento della Bandiera Azzurra alla Praia do Tombo, a Guarujá (nello stato di São Paulo), saranno due le spiagge in Brasile a poter vantare la certificazione ambientale assegnata dalla Foundation for Environmental Education (FEE), organizzazione internazionale non governativa e non-profit presente in più di 50 paesi nel mondo (in Europa, Nord e Sud America, Africa, Asia e Oceania). La Praia do Tombo va ad affiancarsi a Jurerê Internacional, prima spiaggia brasiliana certificata a Florianópolis (nello stato di Santa Catarina). La Bandiera Azzurra assegnata alla spiaggia catarinense nel 2009 è stata rinnovata per un altro anno.

“Si tratta di un programma di estrema rilevanza e credibilità. La certificazione Bandiera Azzurra rappresenta anche un’importante attrazione di richiamo per i turisti di tutto il mondo”, commenta il direttore Strutturazione e Ordinamento Turistico del Ministero del Turismo brasiliano, Ricardo Moesch.

Le spiagge candidate al riconoscimento della Bandiera Azzurra devono rientrare nei parametri rigorosi delineati dai criteri della FEE sulle aree di educazione ambientale, su informazione e segnalazione di sicurezza ai bagnanti e sulla qualità di acqua e ambiente costiero. La certificazione viene concessa dalla FEE dopo un processo che comprende indagini severe e valutazioni dettagliate a opera di una giuria nazionale e internazionale. La giuria è infatti composta da rappresentanti dei ministeri del Turismo e dell'Ambiente, dell’Organizzazione Mondiale del Turismo, dell’Organizzazione Mondiale della Sanità e da altri organi nazionali e internazionali.

La Bandiera Azzurra è concessa per un periodo di un anno. Per mantenere il titolo, la spiaggia deve superare un nuovo processo di valutazione. Complessivamente, più di 3,2 mila spiagge nel mondo vantano oggi la certificazione internazionale della Bandiera Azzurra.

Per maggiori informazioni sulle destinazioni turistiche brasiliane
– Visita il Portale Brasiliano del Turismo su Braziltour.com

  •  

 Pubblicato da il 13/12/2010 - - ® Riproduzione vietata

close