Cerca Hotel al miglior prezzo

La Via dell'Ambra: tour in Moravia tra storia, arte e natura

Circa cinquemila anni fa, camminando lungo le rive del Baltico e osservando gli oggetti che il mare depositava sulle spiagge, l’uomo ha scoperto una strana ''pietra'' molto leggera, calda, combustibile, trasparente e di colore giallo luminoso: l’ambra. Nel II millennio a.C. gli venne l’idea di incastonare questa resina magica nel bronzo per produrre oggetti di grande valore che costituirono tra l’altro un legame vitale tra la nascente cultura centro-europea e l’età del bronzo dei popoli baltici e centro-europei. Nel II e III secolo a.C. la cultura baltica ha svolto un ruolo importante nel mantenere vive le vie commerciali tra il mar Baltico e l’Adriatico. Nel I secolo d.C. il viaggio commerciale dell’ambra iniziava dalla foce della Vistola, nella penisola di Samland, continuava risalendo il corso d’acqua per poi imboccare il fiume Warta e il suo affluente Prosna fino al corso superiore dell’Oder in Slesia; infine la via dell’ambra seguiva il corso della Morava fino al Danubio. Alla confluenza di questi due fiumi si trovava Carnutum (importantissimo centro commerciale dell’Europa di allora) da dove l’ambra veniva spedita in Pannonia (l’attuale Ungheria), nella Jugoslavia settentrionale e in Italia - ad Aquileia - dove si trovavano centri manifatturieri molto importanti.

La denominazione ''Via dell’Ambra'' viene citata per la prima volta dagli autori romani Tacito e Plinio il Vecchio, il quale racconta la storia di un nobile romano che, volendo portare l’ambra a Roma, durante il regno di Nerone, raggiunse le spiagge baltiche percorrendo questa via commerciale. Fu proprio l’età imperiale, ossia i primi quattro secoli d.C., il periodo dell’attività commerciale più intensa sulla via dell’ambra. L’ambra fu trovata persino in Egitto, tra i gioielli della tomba del faraone Tutankhamon, e pare che venisse portata fino al santuario di Apollo a Delfi. La via dell’ambra non si fermava in Europa e dal mar Nero continuava verso l’Asia. Questa parte della via dell’ambra faceva parte della Via della Seta, un’altra antica via commerciale di grande importanza. La Via dell’Ambra è ancora percorribile ai giorni nostri ed ha il suo cuore più antico e famoso proprio in Repubblica Ceca e in particolare tra le alture e le pianure della Moravia.

www.viamorava.eu
www.vychodni-morava.cz
www.ok-tourism.cz
  •  

 Pubblicato da il 15/06/2010 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close