Cerca Hotel al miglior prezzo

Aeroporti di Londra di Heathrow e Gatwick a rischio chiusura per cenere

Altra giornata campale per l'aviazione europea: i due aeroporti di Londra di Heathrow e Gatwick sono stati chiusi fino a stamane per i timori circa una nuova nube vulcanica sviluppatasi dal vulcano in Islanda. La Civil Aviation Authority ha deciso di chiudere le due principali aeroporti di Londra a partire dalle 01:00 di oggi Lunedi 17 maggio fino alle ore 09:00, come precauzione di sicurezza. Ora si vola, ma la situazione è piuttosto dinamica mentre sembra confermarsiuna giornata di chiusura in tutto il Nord e nelle Midlands, rendendo gran parte del Regno Unito una zona no-fly.

Una zona di interdizione al volo era stata già stabilita nella giornata di domenica ed era stata attivata sulle zone del Regno Unito del Nord e successivamente l'Aviazione Civile avevo esteso le chiusure, agli aeroporti di Manchester, Liverpool, East Midlands e Glasgow Prestwick, tutte chiuse a partire dalle ore 13:00.

La nube di cenere del vulcano Eyjafjallajokull continua a cambiare forma e spostarsi sempre più verso sud, questa mattina si trova poco a nord di Oxford. L'estensione settentrionale delle no-fly zone in Inghilterra, ora include Teesside, fermandosi poco prima di Newcastle, e prosegue verso nord-ovest lungo una linea che scorre a nord di Carlisle, che rimane nella zona no-fly. Gli aeroporti all'interno della no-fly zone in Inghilterra e Galles includono ora Teesside, Humberside, Leeds Bradford, Blackpool, Ronaldsway, Caernarfon, Liverpool, Manchester, Sheffield, Doncaster, Norwich, Birmingham e East Midlands. In Scozia, la no-fly zone comprende le Western Isles, Campbeltown, Prestwick e Oban. Tutti gli aeroporti in Irlanda del Nord rimangono all'interno della zona di non sorvolo durante questo periodo. I Voli da e per Dublino verranno probabilmente fermati questa mattina, ed anche gli altri aeroporti irlandesi sono stati chiusi dalla nube.

Probelmi anche in Olanda, con la chiusura prevista fino al pomoriggio degli aeroporti di Rotterdam e dell'aeroporto Schiphol di Amsterdam. Per chi deve viaggiare in Europa oggi, si consiglia di contattare la propria compagnia aerea per monitorare le evoluzioni i ntempo reale della situazioni voli nel vecchio continente.
  •  

 Pubblicato da il 17/05/2010 - - ® Riproduzione vietata

close