Cerca Hotel al miglior prezzo

Sciare in Valle d'Aosta: Teleskipass, sci alpinismo e Freeride

Con i suoi 4 Quattromila (Monte Rosa, Cervino, Gran Paradiso e Monte Bianco) e un’altezza media dell'intera regione di circa 2.100 m., la Valle d’Aosta è il paradiso degli sport invernali. 24 le stazioni sciistiche per circa 900 Km di piste servite da 170 impianti a fune, moderni impianti di innevamento programmato e più di mille tra maestri di sci e guide alpine: la Valle d’Aosta offre la possibilità di passare un inverno sciando sui comprensori più alti d’Europa, divisi tra piste interregionali (Valle d’Aosta/Piemonte) e internazionali (Italia/Francia/Svizzera).

Per accedere alle piste della Regione in tutta libertà, la Valle d'Aosta offre al turista la possibilità di scegliere tra diversi tipi di Skipass, che vanno dal semplice di stazione, acquistabile in ciascuna località, fino allo Skipass Valle d’Aosta, che con una sola carta magnetica apre le porte di tutti i comprensori sciistici valdostani e di quelli ad essi collegati, ma anche il nuovissimo Teleskipass, che addebita gli importi giornalieri direttamente sulla Carta di Credito (Tel. 0165 238871 www.skivallee.it).

Per chi alle piste battute e ben servite preferisce la montagna “al naturale”, la Valle d’Aosta offre alcuni dei migliori percorsi per lo Sci Alpinismo e il Free-ride, da scoprire con il prezioso supporto delle Guide Alpine e comunque sempre dopo aver consultato il bollettino per il rischio valanghe sul sito www.lovevda.it nella sezione Meteo. Per un divertimento in sicurezza sarà importante anche dotarsi di dispositivo ARVA, pala e sonda.

Tra le principali località frequentate dagli appassionati della salita con le pelli di foca la Valle del Gran San Bernardo e Valpelline; Valgrisenche, Valtournenche e Valsavarenche; l’incantata Valle di Rhêmes o la Valle di Cogne, Vétan o la Val d’Ayas. Tra le discese più spettacolari per i “rider” il passo dei Salati sul Monte Rosa, raggiungibile da Gressoney-La-Trinité con il nuovo impianto di risalita Funifor diretto all’Indren; ma anche quelle del Monte Bianco da Punta Helbronner fino Chamonix in Francia o dalla cima del Toula fino al Colle del Gigante in Val Ferret; infine quelle della soleggiata Crévacol, nella Valle del Gran San Bernardo.
Numerose infine le discese “fuori-pista” a Pila e a La Thuile , raggiungibili anche attraverso funivie e seggiovie. Oppure in Valtournenche e Breuil-Cervinia, dove sciatori con diversi livelli di preparazione possono cimentarsi in discese mozzafiato dal Colle del Breuil, dal Colle di Vofrède, ma anche dalla Porta Nera verso la Svizzera.

I più spericolati possono raggiungere le vette più alte servendosi di elicotteri in compagnia di guide specializzate: un’emozione resa possibile solo in Valle d’Aosta, unica regione italiana ad aver regolamentato e reso possibile la pratica dell’Heliski. (www.lovevda.it Tel. 0165-236627).

Fonte: Regione Autonoma Valle d'Aosta - Turismo
Ufficio Stampa Threesixty
Visita Lovevda.it
 
  •  

 Pubblicato da il 09/12/2009 - 3.614 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close