Cerca Hotel al miglior prezzo

Itinerari in Renania Settentrionale-Westfalia (Germania)

Pagina 1/2

La Renania Settentrionale–Westfalia (Nordrhein-Westfalen), il Land più popoloso, industrializzato e tecnologicamente avanzato della Germania, vanta un patrimonio artistico-culturale di tutto rispetto e una natura strabiliante. Da Colonia o Bonn si può partire alla scoperta di una regione dalle mille sfaccettature, tra città pulsanti e piene di vita come il capoluogo Düsseldorf, oppure scegliere tra un percorso per i siti UNESCO del Land o un affascinante itinerario di archeologia industriale nel bacino della Ruhr.

BONN, COLONIA E DÜSSELDORF: TRE CITTÀ LUNGO IL RENO

Lungo il corso del “padre” Reno, che attraversa tutto il Land a ovest, tre delle principali città della Renania Settentrionale–Westfalia. Quella più a sud è Bonn, ex capitale della Repubblica Federale Tedesca e oggi vivace città universitaria, capitale della cultura e sede di organizzazioni ONU. La città natale di Ludwig von Beethoven affascina con la sua storia millenaria: la casa di Beethoven, il Miglio dei musei, lungo il quale si incontrano la KAH (Palazzo delle esposizioni) e il Kunstmuseum (Museo delle Belle Arti) e la cattedrale, una delle chiese romaniche più belle presenti lungo il Reno, sono solo alcune delle attrazioni che propone ai visitatori (www.bonn-region.de).
Risalendo il corso del fiume verso nord, si stagliano all’orizzonte le guglie gotiche del Duomo di Colonia. Già dal nome la città rivela la propria origine romana. Colonia vanta un panorama artistico e culturale molto vivace e una storia antica, le cui tracce sono evidenti ovunque nel tessuto cittadino. Il duomo è la più grande cattedrale della Germania e figura tra i patrimoni dell’umanità tutelati dall’UNESCO. I giardini sul Reno e il centro storico sono un luogo d’incontro per gli abitanti di Colonia e per i turisti: un quartiere dove concedersi una piacevole passeggiata e magari una sosta in una delle numerose birrerie tipiche. Unico anche l’ensemble delle dodici grandi chiese romaniche nel cuore della città (www.koelntourismus.de).
Porta per il Bacino della Ruhr e capoluogo del Land, Düsseldorf è una città dalla doppia faccia: da una parte centro finanziario ed economico, sede di banche e istituti, dall’altra metropoli vivace e giovane dalla vocazione artistica, polo di moda e design, che custodisce importanti musei e istituti culturali. La città vecchia conserva intatte stradine di acciottolato, mercati, gallerie e locali di ogni tipo. Completamente diversa è l’atmosfera che si respira sulla moderna Promenade lungo il Reno e nell’area Medienhafen, dove si trovano edifici avveniristici di architetti quali Frank O. Gehry, David Chipperfield, Joe Coenen (www.duesseldorf-tourismus.de).

BACINO DELLA RUHR: ANDAR PER ARCHEOLOGIA INDUSTRIALE

Quello che un tempo era il centro dell’industria mineraria tedesca, negli ultimi anni ha cambiato pelle: gli impianti industriali ormai dismessi nel Bacino della Ruhr sono stati adibiti a musei e spazi espositivi, che ospitano mostre, eventi culturali e manifestazioni sportive. La strada turistica che porta alla scoperta del nuovo volto del Bacino della Ruhr si chiama Route der Industrikultur. L’itinerario delle cultura industriale attraversa l’ex bacino carbonifero, dove miniere e acciaierie dismesse formano un percorso tematico di archeologia industriale immerso nel verde. Lungo i 400 km del percorso si incontrano 52 simboli dell’architettura industriale del Novecento, come il gasometro di Oberhausen o il complesso minerario Zollverein a Essen, trasformati in luoghi di espressione artistica e culturale. Tra i 200 musei che costellano l’intera regione vale una visita il Museo tedesco dell’estrazione mineraria di Bochum - uno dei musei più apprezzati in Germania, nonché il più importante del mondo nel suo genere - il Parco della scienza di Gelsenkirchen e il Folkwang Museum di Essen, solo per citare alcuni. Non è un caso, quindi, che l’intera regione della Ruhr sia stata scelta come “Capitale europea della Cultura 2010”. L’anno prossimo Essen sarà fulcro di un programma culturale che vedrà 53 città condividere la stessa visione: diventare metropoli di una nuova era (www.route-industriekultur.de).

RENANIA SETTENTRIONALE-WESTFALIA: È PATRIMONIO UNESCO

... Pagina 2/2 ...L’itinerario che si snoda tra i siti UNESCO in Renania Settentrionale Westfalia parte da quello che è uno dei simboli tedeschi per eccellenza: il Duomo di Colonia. Conosciuto in tutto il mondo e visitato ogni anno da 6,5 milioni di turisti, il duomo figura nella lista dal 1996, quale esempio più puro e perfetto di cattedrale in stile gotico. La Chiesa dei Santi Pietro e Maria, questo il nome ufficiale, detiene un altro primato: è la chiesa gotica più grande della Germania (www.koelntourismus.de).
Di duomo in duomo, si arriva ad Aquisgrana, la cui cattedrale è la più antica dell’Europa del Nord. Insieme di stili diversi, il Duomo di Aquisgrana ha il suo centro nella straordinaria Cappella Palatina, voluta da Carlo Magno nel 786. Nella camera del tesoro è conservata una collezione unica di oggetti, gioielli e reliquie, che raccontano la storia della città e della sua chiesa. Nella cattedrale della sua Aquisgrana Carlo Magno volle essere sepolto ed è sempre qui che, per 600 anni, furono incoronati 30 Imperatori del Sacro Romano Impero (www.aachen.de/EN).
In viaggio tra Bonn e Colonia merita senz’altro una visita la città di Brühl, che oltre a ospitare il nuovo museo d'avanguardia interamente dedicato a Max Ernst, dal 1984 custodisce due siti UNESCO: i castelli Augustusburg e Falkenlust. Il castello di Clemente Augusto di Wittelsbach è una perla del rococò, indissolubilmente legato alla storia della grande architettura europea della prima metà del Settecento. Circondata da meravigliosi giardini alla francese, la residenza conserva al suo interno uno scalone d'onore realizzato da Balthasar Neumann. Da Augustusburg basta una breve passeggiata per raggiungere, ai margini di un boschetto, il Falkenlust, il castello di caccia di Clemente Augusto, realizzato tra il 1729 e il 1737 su progetto del costruttore di corte bavarese François de Cuvilliés (www.bruehl.de/tourismus).
A tutt’altra epoca storica appartiene il patrimonio culturale della Zeche Zollverein di Essen. Quello che un tempo era il più grande e moderno impianto di estrazione e trasporto di carbone fossile al mondo, è oggi un centro espositivo e culturale targato UNESCO dal 2001. La Zeche Zollverein ospita oggi un teatro per il balletto, diversi musei, tra cui il Ruhr Museum e il Red Dot Design Museum, spazi espositivi e laboratori d’arte (www.zollverein.de/english)

COME ARRIVARE

Durante l’orario estivo (28 marzo – 25 ottobre 2009) Germanwings collega Milano/Malpensa, Roma Fiumicino e Bologna con voli giornalieri e Verona con voli quattro volte a settimana all’aeroporto di Colonia/Bonn. Per informazioni e prenotazioni: www.germanwings.com.

Per partire alla scoperta della regione, le DB Ferrovie Tedesche propongono interessanti offerte che permetttono di spostarsi in ogni angolo della Renania Settentrionale-Westfalia in modo semplice e conveniente. Il biglietto regionale NRW SchönerTag Ticket, per esempio, costa 36 Euro e permette a gruppi di massimo 5 persone di viaggiare per un giorno a bordo di tutti i treni regionali del Land. Oltre al biglietto regionale, sono poi disponibili biglietti cumulativi che comprendono più città. La tratta Brühl-Aquisgrana-Essen, per esempio, costa 39,10 Euro a persona e quella Colonia-Düsseldorf-Duisburg-Oberhausen 32 Euro a persona. Per maggiori informazioni e prenotazioni: DB-Ferrovie Tedesche - tel. 02 67479578, www.dbitalia.it

Fonte: Germanwings
Ufficio Stampa Martinengo
Visita Germanwings.com
 

 Pubblicato da il 04/08/2009 - 8.431 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close