Cerca Hotel al miglior prezzo

Restauro di ultima generazione per il Mt. Rushmore National Memorial

Anche per le rocce il tempo passa, e il celebre monumento di Rushmore comincia a subire il peso degli anni, e ha bisogno di qualche intervento per rimanere giovane nell'aspetto, e mantenere quella sua giovialità che lo contraddistingue. La celebre scultura compie infatti 68 anni, e un team del National Park Service sta applicando uno speciale silicone, una specie di "botulino delle rocce": si tratta di un prodotto levigante, stivato in grossi tubi, che serve a lisciare i volti dei 4 famosi presidenti americani: Abrahm Lincoln, Teddy Roosevelt, Thomas Jefferson e l'immortale primo presidente, George Washington.

Si tratta di un cambiamento rispetto agli interventi del passato, quando la manutenzione era praticata al massimo una volta l’anno, specialmente durante lla stagione autunnale, prima dell'arrivo del gelo invernale. Il lavoro era svolto da gruppi di tecnici che si arrampicavano arditamente, ispezionando e smussando le rocce con grande cura. All'uopo veniva mistura ideata dallo stesso scultore del monumento, Gutzon Borglum, che consisteva in una miscela di granito, olio di semi di lino e grafite bianca.

Duane Bubac, il Direttore delle Risorse Culturali del Mount Rushmore National Memorial, ha dichiarato che a breve, entro un anno, verranno eseguite delle “radiografie laser” e delle mappature digitali che serviranno a scoprire lo stato del monumento e facilitarne quindi la sua preservazione.

Il problema maggiormente sentito per la sicurezza della scultura, è proprio l'acqua: essa infatti puà infiltrarsi nei pori e nelle microfratture, per poi ghiacciare. E' risaputo infatti che sia pprorio il gelo e il disgelo gli agenti atmosferici più pericolosi per la resistenza della roccia granitica. Ma non solo l’acqua rappresenta un pericolo, ci sono anche la vegetazione e la sporcizia e rappresentano una vera minaccia; quando lo sporco si annida all’interno di una cavità, aumenta il rischio che si formino le condizioni per lo sviluppo di radici ed erbacce. Fortunatamente, ad aiutare il monitoraggio, il monumento è dotato di particolari sensori all'interno della roccia, che effettuano un costante monitoraggio dello sto del degrado. possono monitorare la situazione e verificare la reazione della roccia agli agenti atmosferici. Iniziata nel 1927 dallo scultore Gutzon Borglum, la scultura fu completata nel 1941. Il Mt Rushmore è una delle attrazioni più visitate nelle Black Hills del South Dakota: oltre 3 milioni di persone hanno avuto l’opportunità di vederla dal vivo.

Aperto tutto l’anno, l’ingresso è gratuito, ma occorre pagare per il parcheggio. L’Avenue che conduce al monumento è fiancheggiata da 56 bandiere d’ogni Stato USA e dei suoi territori. Alla fine di questa passeggiata si giunge alla Grand View Terrace. www.nps.gov/moru

Durante l’estate si può fare il tour del Museo di Borglum che espone i diversi modellini della scultura.

  •  

 Pubblicato da il 01/07/2009 - - ® Riproduzione vietata

27 Novembre 2017 Valtellina: tour tra gastronomia, vino e ...

Si scrive Valtellina, si legge (anche) eccellenza a tavola. Sì, ...

NOVITA' close