Cerca Hotel al miglior prezzo

La mostra Art Deco a Forli, Musei San Domenico

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
L'Art Déco al centro di una mostra in programma a Forlì per tutta la primavera: si tratta dell'evento "Art Déco. Gli anni ruggenti in Italia", esposizione inaugurata l'11 febbraio e allestita fino al 18 giugno presso i Musei San Domenico. Una delle mostre da non perdere in Emilia-Romagna.

Promossa dal Comune e dalla Fondazione Cassa dei Risparmi di Forlì, la mostra è curata da Valerio Terraroli e intende far conoscere al pubblico un linguaggio e una manifestazione artistica che si sono diffusi negli anni '20 in Italia e nel resto d'Europa, per poi conquistare anche l'America nel decennio successivo: l'Art Déco, appunto, che però non è stata solo una corrente artistica ma un vero e proprio stile di vita, all'insegna dell'internazionalità e della mondanità.

La ricerca del piacere di vivere e, più in generale, del lusso è solo uno dei tanti punti di riferimento di questa corrente nata in seguito alla scomparsa degli ultimi miti del XIX secolo dopo la fine della Prima Guerra Mondiale.

L'esposizione forlivese è caratterizzata da uno sguardo prettamente italiano, concentrandosi - tra l'altro - sulle biennali internazionali di arti decorative che si svolsero nel 1923, nel 1925, nel 1927 e nel 1930 a Monza, ma non dimentica l'Expo di Parigi del 1925 e del 1930.

Un'esposizione che vale la pena di visitare anche per scoprire che il fenomeno Déco ha attraversato ogni declinazione artistica e non solo, dai bronzi ai metalli lavorati, dai vetri alle ceramiche, dagli arredi ai tessuti, dai gioielli agli abiti, senza dimenticare gli argenti: insomma, la produzione artigianale di più alto livello, che ha contribuito - e non poco - a far nascere e a favorire lo sviluppo del Made in Italy nel settore del design.

Le sculture di Libero Andreotti, di Arturo Martini e di Adolfo Wildt costituiscono solo una parte del grande patrimonio lasciato da quell'epoca, ma non si possono dimenticare le sculture di Sirio Tofanari, gli impianti di illuminazione di Martinuzzi, le ceramiche di Gio Ponti e gli arredi di Buzzi.

Lo scopo della mostra organizzata in Romagna è quello di far conoscere al pubblico l'importanza che per la cultura artistica del nostro Paese hanno avuto le arti decorative moderne, sia dal punto di vista dell'originalità che dal punto di vista della qualità.

I racconti delle opere di Galileo Chini si accompagnano ad artisti come Pietro Melandri, Francesco Nonni e Domenico Rambelli o ai dipinti di Cagnaccio di San Pietro, di Timmel e del già citato Martini.

Art Decò, gli anni ruggenti in Italia
Dove: Musei San Domenico a Forlì
Date: 11 febbraio - 18 giugno 2017
Orari: dal martedì al venerdì => 9.30-19.00
sabato, domenica, giorni festivi => 9.30-20.00.
La biglietteria chiude un’ora prima
Lunedì chiuso, tranne il 17 e 24 aprile e il 1° maggio
La prenotazione è obbligaria
Biglietti: Acquistali online QUI al miglior prezzo

Maggiori info sul sito ufficiale

Come arrivare: I musei San Domenico si trovano in Piazza Guido da Montefeltro al N° 12, nella parte sud del centro storico di Forlì. Si può parcheggiare nella medesima piazza oppure in Piazza D. Alighieri, nella Piazzetta Conserva Corbizzi e nel Parcheggio dell’Argine di viale Salinatore. COnsultate il sito dei musei per ulteriori informazioni

Scopri le altre mostre del 2017 in Italia

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Febbraio 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
       
Marzo 2017
D L M M G V S
     
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
 
Aprile 2017
D L M M G V S
           
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
           
Maggio 2017
D L M M G V S
 
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31
     
Giugno 2017
D L M M G V S
       
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
 
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  
close