Cerca Hotel al miglior prezzo

Le Terme del Lago di Garda

Il Lago di Garda è una meta turistica che definire internazionale è riduttivo, visto il grande afflusso di visitatori provenienti da ogni parte del mondo. Ricca del resto è l'offerta: borghi incantevoli che affacciano sia sulla sponda occidentale, chiamata Riviera dei Limoni, sia su quella orientale, Riviera degli Olivi, concerti, eventi teatrali, specialità enogastronomiche raffinate, paesaggi suggestivi, itinerari di trekking ed attrezzature di qualità e per tutti i gusti.

Nato dalla escavazione e successivo scioglimento di un ghiacciaio il Lago di Garda si trova incuneato tra le Alpi ed il Po, è il più grande lago italiano e tocca ben tre regioni, il Trentino Alto Adige, il Veneto e la Lombardia.
Il clima mite anche in inverno fa nascere una ricca vegetazione spontanea fatta di cespugli di rosa selvatica, limonella, oleandro, forsizia e mimosa che, nel periodo di massima fioritura, creano macchie di colore e profumano l’aria; caratteristici anche i terrazzamenti a ciottoli che scolpiscono i profili delle colline circostanti, sui quali vengono coltivati limoni, bergamotti e cedri, e i filari di ulivi, tutte piante che difficilmente crescono a queste latitudini

Il Lago di Garda non è però solo questo.Le numerose fonti che nascono sul Monte Baldo e sgorgano da una frattura presente nella crosta terrestre lo rendono anche una delle zone termali più rinomate di tutto lo Stivale
La più nota sorgente subacquea è la Boiola, la cui uscita si trova a 17 mt di profondità di vicino a Sirmione, e le sue acque sulfuree sono dotate di ottime proprietà terapeutiche utili in particolare per lenire disturbi respiratori.
Sono moltissime dunque le strutture termali sorte sulle sponde del lago, a cui negli anni si sono affiancate SPA, beauty-farm e centri estetici che offrono trattamenti di benessere a 360°.

L’obiettivo di questa guida è quello di offrire al lettore un tour-itinerario tra i centri termali più importanti ed attrezzati del Lago di Garda, mettendo a disposizione consigli e, perché no, anche qualche suggerimento sui luoghi più belli da vedere nelle vicinanze. Il suggerimento è quello di raggiungere Verona, e qui noleggiare un'auto all'aeroporto di Villafranca o alla stazione P. Nuova.

Veneto: Bardolino, Lazise, Pescantina


Partiamo quindi dal Veneto percorrendo la Strada Regionale 249 che costeggia tutto il lato orientale del lago di Garda; ci dirigiamo verso Bardolino, 70 km verso sud, e ci gustiamo il viaggio lungo la strada panoramica sulla quale incontreremo Torbole, centro velico e surfistico a livello internazionale, Malcesine, che con il suo Castello Scaligero ed il suo sperone roccioso che emerge prepotente dalle acque del lago è uno dei borghi più caratteristici della Riviera dei Olivi, e il pittoresco Torri del Benaco, borgo medievale e sede del Museo Etnografico.

Arriviamo quindi a Bardolino, una delle principali mete turistiche di questa zona ed i dolci pendii delle colline moreniche che si intravedono carichi di vigneti ne fanno subito intendere le ragioni.
È sulle rive del lago, dove sgorga un'acqua oligominerale leggera e fresca proveniente direttamente dal massiccio del Monte Baldo, che troviamo il Centro Termale e Climatico Caesius specializzato in cure idropiniche depurative mirate a riportare in equilibrio l'organismo ed in particolar modo a stimolare i processi digestivi ed a favorire la depurazione dei reni e del fegato.
Numerosi anche i trattamenti wellness proposti, dai trattamenti estetici più classici a quelli legati alle problematiche dell'alimentazione e della nutrizione.
DA NON PERDERE
Le manifestazioni, gli eventi, gli spettacoli e le sagre popolari che si svolgono durante l'anno, alcuni veramente suggestivi, come “La Festa dell'Uva e del Vino” durante la quale è possibile assaggiare il Bardolino, lo storico vino DOC locale.

Lasciamo Bardolino per dirigerci verso Lazise dove c'è il Parco Termale del Garda, chiamato anche Terme di Colà, uno dei centri più attrezzati fra tutti quelli presenti sulle rive del Lago di Garda, specializzato nel trattamento di malattie del sistema circolatorio, dell'apparato locomotore e della pelle.
Si tratta infatti di una SPA naturale di 13 ettari immersa in un magnifico parco dove si trovano laghi termali, con una temperatura dell'acqua compresa fra 29 °C e 39 °C, piscine, idromassaggi e fontane.
All'interno del parco c'è Villa dei Cedri, una storica residenza del XVIII secolo convertita in lussuoso hotel, che propone agli ospiti un attrezzato Centro Benessere: saune, bagni turchi, docce con cromoterapia, trattamenti ai cristalli di sale ed un giardino interno privato riservato ai clienti.
DA NON PERDERE
La Torre Campanaria e le Mura di Cinta Antiche che si trovano nel centro storico di Lazise e le Ville Rinascimentali che puntellano le colline cirocstanti, perfetti esempi di un’architettura civile di notevole bellezza.

Ci spostiamo adesso verso l'entroterra veronese, più precisamente verso le colline della Valpolicella, dove a poco più di 18 km si trova Aquardens, il più grande parco termale d'Italia, moderno e all'avanguardia.
Più di 5000 m quadri d'acqua salso-bromoiodica che sgorga a una profondità di 130 mt e ad una temperatura di 47 °C. Questo è l'ingrediente principale che ha permesso di dare vita a questa struttura architettonica meravigliosa, talmente grande e ricca di attrazioni che bisogna mettere in conto almeno un paio di giorni per poter godere al meglio di tutto: la Grotta dell'Armonia, un'area relax con trattamenti di musicoterapia e cromoterapia, l'Isola del Sole, una laguna immersa in giochi di luce terapeutici, e tanto altro ancora.
DA NON PERDERE
Imperdibili una visita a Verona (a soli 16 km), la Città dell'Amore, ed un tour attraverso le colline e le valli della Valpolicella, con tanto di degustazione di un calice di Amarone, il tipico vino della zona.

Lombardia: Sirmione e Vallio


Ritorniamo sulle sponde meridionali del lago e riprendiamo il nostro viaggio dirigendoci verso ovest, al confine con la Lombardia per entrare nella zona del Garda bresciano.

Poco dopo il confine troviamo Sirmione, situata all'estremità settentrionale della lunga e stretta penisola che si spinge dentro le acque nella parte meridionale del lago, famosa fin dai tempi più antichi, tant'è che la sua bellezza è stata decantata da poeti come Catullo è Carducci.
Non è un caso che questa cittadina si sia guadagnata l'appellativo di "Perla del Garda"; l'atmosfera è particolarmente suggestiva, anche grazie la caratteristica posizione che non permette l'accesso alle auto trasformando la cittadina in un ordinato e armonico insieme di vicoli e stradine fiorite, edifici medievali, ristoranti lussuosi e locali caratteristici sul lungolago.
Qui sgorga la sorgente Boiola, la cui acqua compie un percorso sotterraneo lungo 20 anni per arricchirsi di tutti quegli elementi che la rendono una delle acque termali più terapeutiche di tutto il Bel Paese. Si tratta di un'acqua calda e sulfurea che si rivela particolarmente indicata per la cura dei polmoni, e più in generale di tutte le vie respiratorie, e dell'apparato osteo-articolare.
Particolarmente rinomato è Aquaria, uno dei centri termali più grandi del nord Italia. Immerso in un grande parco offre oltre 10.000 metri quadri di benessere: piscine termali interne ed esterne, saune e bagni di vapore, docce emozionali, zone relax e trattamenti personalizzati sotto la costante guida di un team di professionisti esperti.
Aquaria è un vero paradiso sia per i grandi che per i più piccini, luogo ideale per passare una giornata all’insegna del divertimento e del riposo.
DA NON PEDERE
Obbligatorio visitare le Grotte di Catullo, un'antica villa romana perfettamente conservata e circondata da un meraviglioso parco, e la Rocca Scaligera, l'imponente e scenografico castello aperto al pubblico.

Concludiamo il nostro tour dirigendosi verso Vallio Terme, cittadina della Valle Sabbia a circa 40 km ad ovest.
Qui troviamo la fonte di un'acqua fortemente diuretica e depurativa, tanto da guadagnarsi il soprannome di "Acqua delle Laf" (“acqua che lava” in dialetto bresciano) ed infatti le Terme di Vallio rappresentano uno dei centri di eccellenza per la cura dell'apparato gastroenterico ed urinario.
DA NON PERDERE
Le passeggiate in zona e la pace del tipico ambiente naturale montano.

Trentino Alto Adige: Arco e Comano


Ultimiamo il nostro tour con la sponda trentina del lago, là dove i ripidi monti e le verdi vallate si incontrano. Da molti questa viene considerata la parte più affascinante del lago perché propone paesaggi più decisi e ricchi di carattere: da una parte le alte vette che attirano gli appassionati di trekking, di mountain-bike e di escursioni nella natura, dall'altra i giardini profumati ed esotici, le palme e le limonaie sulle sponde del lago.
Il Garda del Nord è inoltre il paradiso per gli amanti del windsurf, grazie a Ora e Peler, i due venti locali che soffiano puntuali tutti i giorni, e di immersioni subacquee, senza dimenticare che si rivela perfetto anche per chi desidera solamente godersi il meritato relax nei centri benessere o comodamente disteso su un lettino su una delle numerose spiagge bianche presenti sulla riva.

È a Comano Valle Salus che comincia il nostro viaggio, nella splendida vallata che si apre a nord, a 30 km circa dalle rive del lago.
Qui si trovano le Terme di Comano, un centro termale riconosciuto dal Ministero della Sanità e specializzato nella cura della psoriasi, delle dermatiti atopiche e delle patologie della pelle. All’interno del centro termale è presente anche una SPA dedicata ai trattamenti per il benessere della persona, ai massaggi ed alle cure estetiche.Una vacanza all’insegna della salute e del relax, immersi in una natura ancora intatta ed incontaminata.
DA NON PERDERE
I borghi contadini, quali Balbido-Rango (8 km) e San Lorenzo in Banale (17 km), inseriti tra i Borghi più belli d’Italia, con le loro case in pietra ancora perfettamente conservate, ed il sito archeologico di Fiavè (7 km), all’interno del quale è possibile trovare i resti di antichi villaggi palafitticoli.

Scendendo verso sud lungo la Strada Statale 237 si arriva ad Arco, una delle perle del Garda trentino che si adagia in una suggestiva conca protetta alle spalle dalle alte vette delle montagne.
Qui si trova un importante centro termale e numerosi centri benessere all’avanguardia che mettono a disposizione grandi piscine di acqua calda, sia per grandi che per piccini, palestre, centri estetici, all’insegna di una vacanza alla ricerca del piacere e della tranquillità.
DA NON PERDERE
Il Castello di Arco, completamente ristrutturato di recente rappresenta uno dei manieri più belli e meglio conservati di tutto l’arco alpino, ed una visita a Riva del Garda (6 km). A settembre qui si svolge il Rock Master, il campionato mondiale di free-climbing, che richiama agguerriti atleti da tutto il mondo.
  •  

 Pubblicato da il 09/02/2017 - - ® Riproduzione vietata

close