Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle di Atene e ditorni

Pagina 1/2

Afa, caos e traffico impazzito sono forse i peggiori nemici con cui avrete a che fare durante un soggiorno a Atene, specialmente d’estate. In questa stagione il caldo non allenta la propria morsa nemmeno di notte e perfino la salita all’Acropoli può diventare un’impresa. In compenso la città è tra le poche capitali europee ad offrire ai visitatori l’opportunità di lasciarsi alle spalle tutto questo e di proiettarsi in brevissimo tempo in realtà completamente diverse, tra cui diverse spiagge affacciate sul Mar Egeo raggiungibili anche col trasporto pubblico. Naturalmente più ci si allontana dal centro e più è facile imbattersi in spiagge poco affollate, pulite e dall’acqua cristallina, ma se avete poco tempo è comunque possibile trovare ottimi compromessi ad appena mezz’ora di autobus dal Partenone.

La spiaggia più vicina al centro di Atene è quella di Nea Falirou (Neo Faliro), il cui nome deriva da Paleo Falioru, l’antico porto della capitale greca. Data la vicinanza, la costa è sostanzialmente un proseguo della conurbazione della metropoli ed è caratterizzata dalla presenza di grandi edifici popolari tutt’altro che belli e densamente abitati. Per questo il litorale è quasi sempre affollato, sia di giorno che di sera, e non particolarmente pulito, ragion per cui è meglio proseguire di qualche ulteriore chilometro e dirigersi altrove.

Decisamente migliore è la spiaggia di Alimos, che dista appena 8 km dal centro storico. Tra gli aspetti maggiormente positivi ci sono i rapidi collegamenti con la città ed i numerosi servizi che mette a disposizione dei bagnanti, tra cui bar, docce, ombrelloni e sdrai. Al largo di quest’ampia distesa di ciottoli si possono praticare numerosi sport acquatici, come sci d’acqua e windsurf, ma chi ha intenzione di trascorrere la giornata sdraiato al sole dovrà necessariamente confrontarsi con il grande affollamento che caratterizza la zona fin dai primi caldi. Oltre ad essere uno dei distretti più grandi e popolosi dell’area metropolitana, infatti, Alimos è anche la destinazione prediletta dagli ateniesi non appena hanno qualche ora libera.

Poco più distanti sono le spiagge estese nei dintorni di Glyfáda e Ellinikò, per le quali vale più o meno lo stesso discorso fatto in precedenza. Le maggiori differenze riguardano le dotazioni del lungomare, quasi interamente destinato a spiaggia libera, e soprattutto l’abbondanza di locali in cui proseguire la giornata anche dopo il tramonto. Ristoranti, pub e discoteche sono letteralmente prese d’assalto durante i mesi estivi, quando moltissimi giovani raggiungono la zona in pochi minuti partendo in autobus dal centro di Atene.

Circa 18 km a sud del centro si trova la spiaggia di Voula, frequentata da tutt’altro genere di persone. Lo sviluppo degli ultimi decenni ha sospinto la costruzione di numerosi hotel, ai quali è stata assegnata la quasi totalità dell’arenile, mutilato della maggior parte della spiaggia libera. Ciascun lido offre ai propri clienti strutture moderne e dotazioni all’avanguardia, accanto alle quali sono fioriti bar e ristoranti per tutti i gusti. A completare il quadro dell’offerta turistica di Voula è un importante centro sportivo, con tanto di campi da tennis e pallavolo.

Poco più di 2 km separano Voula dalla penisola di Kavouri, ma è da qui che gli scenari cominciano a mutare. Il litorale sabbioso, suddiviso tra Mikro Kavouri e Megalo Kavouri, ha sostanzialmente il medesimo aspetto di quello di Voula, con ombrelloni e lettini che punteggiano la spiaggia, ma contestualmente si possono trovare alcune calette immerse nel verde ideali per nuotare ed ampi tratti di spiaggia libera non molto affollati. Anche qui non mancano i servizi, tra cui ristoranti e caffetterie, così come le fermate degli autobus del trasporto pubblico ateniese.
... Pagina 2/2 ...
Kavouri e l’altra adiacente penisola di Lemòs fanno parte del distretto di Vouliagmeni, probabilmente il miglior compromesso possibile tra vicinanza alla città, qualità dei servizi e bellezza del litorale. Qui, in occasione delle Olimpiadi del 2004, sono state costruite moderne strutture ricettive, un importante porto turistico e servizi di prim’ordine, il tutto cercando di scongiurare la speculazione edilizia che ha afflitto tanti altri quartieri della capitale greca. Il risultato è stato un discreto connubio tra edifici e contesto permeato da un’anima glamour che ogni estate calamita agli attracchi lussureggianti imbarcazioni di personaggi del jet set greco ed internazionale.

Distante circa 25 km dal centro, Varkiza è comunque un luogo piuttosto affollato, specialmente durante in fine settimana estivi. La spiaggia di sabbia chiara e le ampie aree verdi sono gli ingredienti principali di quest’area della costa di Poseidone, che termina nei pressi di Capo Sounion. I moderni complessi turistici non mancano, così come ristoranti e negozi, ma quantomeno il piano di sviluppo urbanistico della zona ha previsto anche la realizzazione di spazi verdi, aree gioco per bambini e campi sportivi.

Infine c’è Porto Rafti, un’area molto bella dal punto di vista paesaggistico situata 35 km a sud-est del centro di Atene. Malgrado i chilometri comincino a diventare parecchi, la spiaggia è piuttosto affollata specialmente di ragazzi, che al termine della giornata di mare hanno solo l’imbarazzo della scelta visto l’ampio ventaglio di locali e discoteche. Dal piccolo porticciolo turistico salpano ogni giorno imbarcazioni noleggiabili per tour e visite guidate di questo tratto di costa dove, oltre alle spiagge, non mancano importanti testimonianze storiche del ricco passato dell’Attica.

Il mezzo di trasporto migliore per raggiungere le spiagge che punteggiano il litorale a sud di Atene è l’auto, ma in alternativa molte di esse sono comodamente accessibili coi mezzi pubblici. Un tram parte dal centro è segue parallelamente la costa fino a Voula, mentre gli autobus E2 ed E22 fanno la spola tra via Akadimias e Varkiza. In terza battuta ci sono i taxi collettivi, per i quali è però opportuno concordare in anticipo il prezzo della corsa.

Per maggiori informazioni sulla regione Attica potete visitare il sito www.athensattica.com.

 Pubblicato da il 19/12/2014 - 10.273 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close