Cerca Hotel al miglior prezzo

Rimborso per l'aereo in ritardo? Ecco come fare

Pagina 1/2

Personalmente è capitato anche a me, almeno in un paio di occasioni: viaggiare in giro per il mondo è bello, ma purtroppo può succedere di incappare in qualche contrattempo ed imprevisto. Un ritardo del volo, la perdita di una coincidenza, il guasto di un velivolo e lo shock di una cancellazione di una tratta, ad esempio per sciopero, sono sempre in agguato, anche se volate con le compagnie più prestigiose.

Spesso poi s'aggiunge al danno del disguido anche la beffa di una mancanza di informazioni, vuoi per disorganizzazione delle stesse compagnie aeree, che per problemi di comunicazione delle notizie o anche solo per le difficoltà degli utenti di comprendere una lingua differente. Ci si accalca tutti al banco delle informazioni, cercando di sapere cosa sta succendendo, provando ad intuire se l'imprevisto verrà superato e in che tempi, magari cercando di trovare un po' di solidarietà dagli altri passeggeri.

E spesso, nella confusione di questi momenti, i viaggiatori dimenticano di avere loro stessi dei diritti! Pochi giorni fa mi sono imbattuto nel sito di www.flightright.it
e ho scoperto che la stessa Comunità Europea tutela i miei viaggi aerei!

Eh si, perchè da oltre 10 anni il Parlamento Europeo ha sancito quali sono i diritti di chi viaggia in aereo, grazie al Regolamento (CE) 261/2004, che potete trovare al seguente link => www.enac.gov.it/
Se lo analizzate rimarrete veramente di "stucco", pensando a qualte volte avete avuto l'occasione di ottenere un congro rimborso, e invece ignorando la cosa avete avuto solo il disagio del danno, senza alcuna contropartita!

Ad esempio tutti i voli delle tratte di lunghezza inferiore ai 1500 km, che subiscono un ritardo superiore alle 2 ore, danno diritto ad un rimborso massimo pari a 250 euro. Se i km sono compresi tra 1500 e 3500, ed il volo ritarda di più di 3 ore, i passeggeri possono ricevere un rimborso fino a 400 euro. Il valore sale a 600 euro se per voli di lunghezza superiore il ritardo supera le 4 ore, mentre per ritardi maggiori di 5 ore avete diritto di recedere dal volo e di essere ricondotti alla vostra destinazione originaria!

... Pagina 2/2 ... Ripensando ai miei numerosi viaggi, ed al momento sono 109 i paesi differenti da me visitati, ci sarebbero state in effetti alcune occasioni per richiedere il rimborso del disagio subito, come quella volta alle Canarie: dopo un ritardo effettivo di oltre 4 ore avrei potuto richiedere un rimborso fino a 1200 euro (viaggiavamo in 3) anzichè accontentarmi del panino gentilmente offerto dalla compagnia...

Però a questo punto sorge il problema principale: una volta stabilito che posso far valere
i miei diritti, in quale burocrazia devo infilarmi per poter ottenere un rimborso? Spesso non abbiamo tempo e voglia di infilarci nei meandri dei ricorsi, e lasciamo perdere il tutto perchè pensiamo che alla fine...ci convenga! Certo si può optare per un "fai da te", ma ogni compagnia ha poi modalità diverse, ad esempio vettori come Ryanair, easyJet o Meridiana spiegano sui loro siti come si deve procedere, ma poi non è certo facile districarsi nella modulistica e capire quale sia la vostra precisa situazione, oppure potete affidarsi ad una associazione di tutela consumatori, che vi fornisce anche una eventuale assistenza legale, ma in questo caso i tempi si dilatano.

Un modo furbo per fare valere i vostri diritti è quello di affidarsi a chi è abituato di mestiere a condurre queste pratiche di rimborso: personalmente ritendo molto valido il sito di Flightright semplice da utilizzare, e che vi consente in pochi minuti di far valere i vostri diritti! La pratica verrà portata avanti da degli specialisti, a voi non costa nulla, e a risarcimento ottenuto avrete un bonifico direttamente sul vostro conto corrente, dell'importo totale sottratto di una commissione del 25%.

Tornando al mio caso "viaggio alle Canarie", avrebbe significato poter avere un rimborso di 900 euro + IVA, a fronte di una erogazione complessiva di 1200 euro + IVA, soldi ottenuti senza dover perdere tempo e denaro nella compilazione di moduli e documenti! Alla fine il costo del servizio è indiretto, spendete solamente se ricevete! Quello che dovete fare è seguire passo passo le domande del sito che in poche schermate vi guiderà nella giungla di rimborsi e pratiche!

Segnatevi il link di Flightright nei preferiti, ovviamente sperando di non aver mai bisogno di ricorrere in questo tipo di servizio!

 Pubblicato da il 08/08/2014 - 5.497 letture - ® Riproduzione vietata

01 Novembre 2017 Halloween a Cinecittą World: programma e ...

Le lunghe giornate estive stanno lasciando il passo alle fresche e più ...

NOVITA' close