Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Victoria

Grampians National Park e le cascate McKenzie Falls

Pagina 1/2

Circa 400 milioni di anni fa, violenti terremoti crearono quattro catene montuose, che sono note come montagne costiere occidentali del Great Dividing Range ed entusiasmano i visitatori con la ricca flora, fauna e i percorsi di arrampicata: i Grampians.

Ogni primavera un tappeto di fiori selvatici rigogliosi ricopre l'arcaico paesaggio primitivo, che richiama gli appassionati di arrampicata di tutto il mondo. La loro mecca si chiama Mount Stapylton. La parete rocciosa molto ripida che brilla di rosso si chiama “Taipan Wall” ed è considerata, anche tra gli appassionati di arrampicata, una sfida difficilissima. Per i principianti del “trad climbing”, in cui si supera la parete rocciosa senza spit, la Summer Day Valley offre molte vie monotiro comprese tra 5 a 30 gradi di difficoltà.

Famoso è il “Gariwerd”, come gli aborigeni koori chiamavano il loro paese natio decorandolo con numerose pitture parietali, soprattutto per l'arrampicata sui boulder. Una volta superata la roccia “Hollow Mountain”, piena di grotte e nicchie, la vista si apre verso le distanti catene montuose nell’“Amphitheatre” i canti del kookaburra accompagnano gli scalatori. Coloro che hanno ancora le forze per provare l'arrampicata sportiva possono dare un'occhiata alla “gallery”. Le rotte ripide a partire dal grado 23 garantiscono cariche di adrenalina - e una vista strepitosa sulle Grampians.

La catena montuosa è stata scoperta da Thomas Mitchell: nel luglio 1836 è stato il primo a scalare il Mount William, con i suoi 1168 m la cima più alta del massiccio montuoso, che, pensando alla sua patria scozzese, denominò “Grampians”.

... Pagina 2/2 ...Una fitta rete di sentieri escursionistici lunga 160 chilometri rende accessibili le bellezze delle pareti rocciose di pietra arenaria rossa che, sul lato orientale, discendono a picco verso il piano e sul lato occidentale digradano dolcemente verso i pascoli e i campi. L'offerta dei 50 percorsi di trekking varia da brevi sentieri per passeggiate che durano al massimo un'ora, fino a impegnativi tour di diversi giorni. La regione più nota per fare le escursioni è Wonderland Range a sudovest di Halls Gap con i “Pinnacles” e il Grand Canyon. Il vento e l'acqua hanno creato bizzarre sculture nella roccia. La sera i romantici sono attratti dai “Balconies”: i grigi plateau di rocce, fortemente erosi e sospesi sopra l'abisso, dominano il panorama a 360° sopra il parco nazionale.

Armoniosi, non certo selvaggi o aspri: così si presentano i monti di Boroka Lookout; lo sguardo vaga lontano sul Lago di Bellfield, che con le sue spiagge di sabbia invita al bagno, fino all'idilliaca Fyans Valley.

Le cascate McKenzie Falls scendono fragorose verso valle. Si trovano nel cuore del Parco Nazionale Grampians (Grampians National Park) che si estende per 170 km2 e assomiglia a un gigante giardino botanico. Molte delle piante e animali australiani vivono qui - ben 800 specie di piante concentrano in questa parte del mondo, 200 specie di uccelli cinguettano tra le cime degli eucalipti, in cui sonnecchiano i koala e mandrie di canguri pascolano sulle radure - nella Zumstein Picnic Area e a Halls Gap anche accanto ai visitatori.

Fonte: Melbourne Victoria Tourist Board
UFFICIO STAMPA - OPEN MIND CONSULTING
Visita Visitvictoria.com
 

 Pubblicato da - 01 Aprile 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
close