Cerca Hotel al miglior prezzo

Viaggi in Marocco: clima, temperature e quando andare

Pagina 1/2

Il Marocco presenta indubbiamente la conformazione geografica e territoriale più varia di tutto il Nord Africa. La costa meridionale, bagnata dall’oceano Atlantico, si estende fino al margine del Sahara Occidentale, mentre a nord buona parte della popolazione risiede su comparto collinare posto ai piedi della catena dell'Atlante.
Tra i monti e la costa atlantica si estendono altipiani e pianure fertili e con buona disponibilità idrica. All'estremo sud compaiono gole che, come i fiumi che scorrono alla loro base, si estinguono gradatamente nelle interminabili distese di sabbia e pietre del Sahara.

La conformazione territoriale moderatamente tormentata è pertanto all’origine di caratteristiche climatiche alquanto difformi, che vanno da tratti tipicamente oceanici/mediterranei a tratti che chiamano in causa moderata/forte continentalità.

Nella zona settentrionale il clima è essenzialmente di tipo temperato mediterraneo con estati calde ed inverni miti, mentre nella zona centro-meridionale si giunge ad un clima desertico con precipitazione annue che superano di poco i 100 mm e forte escursione termica annua.
La piovosità diminuisce rapidamente da nord a sud e da ovest ad est, a mano a mano che ci si addentra nelle aree continentali. La zona beneficiata dalle maggiori precipitazioni medie annue è senza dubbio quella del Rif, seguita dal versante atlantico del Medio Atlante.

I mesi compresi tra novembre ed aprile, una sorta di “semestre freddo”, sono quelli con concentrazione maggiore di piogge, in virtù della traiettoria mediamente più meridionale seguita delle perturbazioni atlantiche, complice un abbassamento dio latitudine della fascia anticiclonica subtropicale. Inoltre la stessa catena montuosa dell’Atlante facilita l’innesco di depressioni sottovento qualora l’ingresso di correnti fredde polari marittime sia particolarmente vivace. Tali depressioni sono più frequenti nel periodo di inizio inverno ed inizio primavera, e talora apportano periodi alquanto lunghi di tempo instabile o perturbato.

Nel periodo estivo è pressoché incontrastato il dominio degli anticicloni subtropicali che si elevano latitudinalmente, supportati talvolta da poderose invasioni di aria molto calda e secca che determinano alte temperature (zone interne e comparto orientale), e precipitazioni molto scarse o nulle. Meno interessato da queste onde calde risulta il comparto costiero occidentale, laddove l’ingerenza oceanica limita gli eccessi termici e consente qualche fugace precipitazione.

In Marocco, comunque il più fresco tra i paesi nordafricani, i mesi invernali propongono caratteristiche climatologiche che ad altitudini elevate possono rasentare i canoni del clima artico o subartico (alto Atlante).

Le temperature sono fondamentalmente miti (medie invernali prossime a 12°C, medie estive di circa 22°C sulla costa e in collina) e naturalmente più mitigate sulle coste rispetto alla zona interna dove le escursioni termiche, sia annue che diurne, sono molto pronunciate, tanto nella zona desertica che sulle cime dei monti.
Le temperature sono anche influenzate dal regime dei venti dominanti: quelli oceanici, quindi a componente occidentale o sudoccidentale portano maggiore umidità e discrete piogge, quelli continentali, a componente orientale o sudorientale, sono molto secchi ed in genere più violenti. Le correnti mediterranee, in genere dai quadranti settentrionali o da NE, portano talora a gradevoli sebbene transitori abbassamenti termici nel periodo estivo, specie qualora l’anticiclone delle Azzorre distenda i suoi massimi tra Spagna e Francia.

La temperatura del mar Mediterraneo arriva intorno ai 23° ad agosto, mentre quella dell'Atlantico non supera mai i 21° di Agadir, sempre ad agosto.

Di seguito le caratteristiche climatiche di alcune località:

Casablanca-Anfa (costa)
Temperature massime medie: si va dai 17°C di gennaio ai 26°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 8°C circa di gennaio e 19.5°C circa di agosto.
... Pagina 2/2 ... I valori minimi possono occasionalmente scendere sotto lo 0°C in inverno (record storico -2.7°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si superano i 40°C (record 43.5°C).
Precipitazione media annua: 417.0 mm, con massimi in dicembre (78 mm in 10 gg) e novembre (72 mm in 9 gg); mesi più secchi agosto (0.4 mm, 0 gg); luglio (1 mm, in 1 gg); giugno (5 mm in 2-3 gg), in pratica il trimestre estivo. Tali caratteristiche accomunano praticamente l’intera area costiera.

Marrakech (comparto interno, 468 m slm)
Temperature massime medie: si va dai 18°C di gennaio ai 36°C di luglio.
Temperature minine medie: oscillano tra 6°C circa di gennaio e 19.5°C circa di agosto.
I valori minimi possono scendere sotto lo 0°C in inverno (record storico -5.0°C), mentre durante le più intense ondate di caldo estivo si superano abbondantemente i 40°C (record 46.6°C).
Precipitazione media annua: 281.0 mm (regime desertico), con massimi in novembre (40 mm in 6 gg) e aprile (38 mm in 7 gg); mesi più secchi luglio (2 mm, in 1 gg); agosto (3 mm, in 2 gg); giugno (4 mm in 2 gg), evidente la connotazione continentale rispetto a Casablanca.

Ifrane (Atlante, 1664 m slm)
Temperature massime medie: si va da 8°C di gennaio ai 28°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra -1.5°C circa di gennaio e 13.5°C circa di luglio.
I valori minimi scendono regolarmente sotto lo 0°C in inverno (record storico -23.9°C), mentre durante le più intense ondate di caldo estivo si superano i 30°C (record 37.0°C).
Precipitazione media annua: 1090.0 mm (regime montano), con massimi in febbraio (170 mm in 13 gg) e novembre (155 mm in 12 gg); mesi più secchi agosto (10 mm, in 3 gg); luglio (12 mm, in 3 gg); settembre (30 mm in 7 gg), evidente l’influenza termopluviometrica del rilievo.

Rabat (costa)
Temperature massime medie: si va dai 17°C di gennaio ai 27°C di agosto.
Temperature minine medie: oscillano tra 7.5°C circa di gennaio e 18°C circa di agosto.
I valori minimi possono occasionalmente scendere sotto lo 0°C in inverno (record storico -3.2°C), mentre durante le più intense ondate di caldo si superano di molto i 40°C (record 48.0°C).
Precipitazione media annua: 539.0 mm, con massimi in dicembre (100 mm in 11 gg) e novembre (95 mm in 10 gg); mesi più secchi luglio (0.5 mm, 0 gg); agosto (1 mm, in 1 gg); settembre (8 mm in 3 gg). La località, pur essendo costiera, appare leggermente più fresca e piovosa rispetto a Casablanca..

Cosa mettere in valigia
Con clima fondamentalmente asciutto è consigliabile un abbigliamento leggero di cotone per il giorno, occhiali da sole, copricapo, scarpe comode, costume da bagno, creme solari, senza dimenticare qualcosa di più pesante per i locali con aria condizionata (attenzione agli sbalzi improvvisi di temperatura) e per la sera. L’escursione termica tra giorno e notte è abbastanza sensibile nelle aree interne e montuose, pertanto occorre tenerne conto; peraltro se si parte nel periodo “freddo” sono indispensabili impermeabile e k-way a portata di mano. Ricordiamo che il Marocco è un paese islamico; attenti quindi ad adottare un abbigliamento sobrio, soprattutto per quanto riguarda i capi femminili.
29 Agosto 2014 I musei dedicati allo sci in Europa

Stiamo per archiviare questa difficile estate 2014, almeno dal punto di ...

NOVITA' close