Cerca Hotel al miglior prezzo

Luanda, visita alla Capitale dell'Angola

  • Fortaleza de Sao Miguel
Capitale e principale città dell’Angola, Luanda è una metropoli tutta da scoprire. Dal punto di vista geografico, Luanda è situata nella parte nord-occidentale del paese e si affaccia sulla costa atlantica con un bel lungomare, curato ed ospitale. All’interno dell’agglomerato urbano risiedono oltre 5.000.000 di persone, ma nonostante questo la città ha mantenuto un’anima fortemente radicata al passato coloniale, evocato da decine di edifici ben conservati e da alcune tradizioni dalla chiara influenza portoghese. Negli ultimi anni è stata intrapresa una politica volta alla riqualificazione di molte aree della capitale, un intervento necessario che, da un lato, dovrebbe portare ad un deciso miglioramento della vivibilità, soprattutto nei quartieri attualmente più depressi, ma dall’altro sta modificando sensibilmente il paesaggio urbano.

Fondata nel 1575 dall’esploratore portoghese Paulo Dias Novais con il nome di Sao Paulo de Luanda, la città visse una prima fase di cambiamento all’inizio del XVII secolo, quando furono costruite la Fortaleza Sao Pedro de Barra, nel 1618, e la Fortaleza de Sao Miguel, nel 1634. Divenuta in pochi anni il centro amministrativo dell’Angola, Luanda fu, assieme a Benguela, uno dei più importanti mercati per il traffico degli schiavi verso il Brasile fino quasi alla metà del XIX secolo quando, in seguito all’abolizione della schiavitù, il porto si aprì alle navi straniere ed al commercio. Allo scoppiare della guerra coloniale portoghese, nel 1961, Luanda fu solo sfiorata dai tragici fatti di sangue che squassarono quasi tutto lo stato, mentre dopo l’indipendenza del 1975, ha impiegato diversi anni prima di tornare alla normalità.

La città di Luanda si divide in due parti principali: la baixa, ovvero la “città vecchia”, affiancata al porto e contraddistinta da vie piccole e graziose e da antichi palazzi coloniali; e la cidade alta, la “città nuova”, quella più soggetta al cambiamento avviato nel 2002; al di fuori di quello che si può definire il “centro” di Luanda, si estendono poi le cosiddette “musseques”, le “baraccopoli”, che si susseguono per chilometri attorno alla città. Chi crede che gli anni di guerra che hanno funestato il paese abbiano comportato una diminuzione della bellezza di Luanda si sbaglia di grosso, dato che la città rimane una delle più affascinanti di tutta l’Africa, sebbene i recenti interventi architettonici ed urbanistici, necessari per migliorare la qualità della vita degli abitanti, stiano mettendo in pericolo alcuni dei suoi scorci più suggestivi.

Tra gli edifici simbolo del colonialismo spiccano: la Fortaleza de Sao Miguel, costruita a guardia del porto su una collina, e la Fortaleza de Sao Francisco de Ponedo, che sorge sempre nel quartiere del porto, ma ad un’altitudine inferiore. La strada più animata e pittoresca del centro è l’Avenida 4 de Fevereiro, ovvero il lungomare, lungo il quale si incontrano bar e ristoranti dall’atmosfera vagamente europea. Il monumento più conosciuto di Luanda, tra l’altro visibile per la sua altezza da ogni angolo della città, è senza dubbio il mausoleo innalzato al padre dell’indipendenza Agostinho Neto, realizzato dai russi con il fine di ospitare la salma del carismatico leader politico, ma mai completato. Al largo della costa di Luanda si scorge la Ilha da Cabo, così chiamata nonostante sia collegata da un sottile lembo di terra al continente. Durante il soggiorno in città non ci si potrà esimere dall’osservare un tramonto sull’isola, magari sorseggiando un cocktail sulla spiaggia, mentre se avete intenzione di fare il bagno ricordate di tenere gli occhi bene aperti e di essere prudenti, dato che le correnti dell’Oceano Atlantico sono piuttosto forti.

Il clima della zona di Luanda è semplicemente eccezionale, essendo caldo, soleggiato e poco piovoso per tutti i dodici mesi dell’anno. Grazie all’azione mitigatrice del mare, le alte temperature dell’entroterra sono un ricordo, mentre la fresca Corrente del Benguela rende l’aria tersa e poco umida, contribuendo tra l’altro a tenere lontane le perturbazioni in arrivo dall’Oceano Atlantico. Le temperature sono alte per tutto l’anno, con valori che passano dai 26/27 gradi di media dei mesi tra dicembre e maggio, ai poco più di 20 gradi che si registrano da giugno a novembre. Le precipitazioni, praticamente assenti per tutto l’anno, si concentrano esclusivamente tra febbraio e aprile, quando cadono i poco più di 300 mm di pioggia che mediamente bagnano la città.

Attualmente Luanda è sede del più importante aeroporto internazionale del paese, il Quatro de Fevereiro Airport, situato a breve distanza dal centro e collegato ad alcune importanti capitali africane, europee ed asiatiche; entro i prossimi anni, tuttavia, dovrebbe essere completato un nuovo grande scalo internazionale, le cui basi sono state gettate pochi chilometri dopo il sobborgo di Viana, uno dei più grandi della capitale angolana. Luanda è inoltre il punto di partenza della Luanda Railway, che consente di muoversi in treno verso est, anche se lo stato delle ferrovie, così come quello di buona parte delle strade, si presenta lontano dagli standard ai quali siamo abituati. Molto importante è il porto, che rappresenta la principale porta di contatto tra la città ed il resto del mondo, anche per via degli ingenti traffici commerciali che vi si svolgono.
  •  
loading...
23 Gennaio 2017 La Festa del Cardo dolce di Cervia

Il Cardo dolce di Cervia è il protagonista di una festa gastronomica ...

NOVITA' close