Cerca Hotel al miglior prezzo

Cittadella (Padova), visita al borgo e alla sua cinta muraria

Pagina 1/2

Tra il verde della pianura veneta protetta a settentrione dalle Prealpi, a circa 2/3 della strada che separa Padova con Bassano del Grappa si erge Cittadella, una delle più caratteristiche città del Veneto. La pianta circolare del suo centro storico, con le mura circondate da un ampio fossato, conferisce una atmosfera antica al borgo storico

Le prime testimonianze di insediamento in questa zona risalgono all’età del Bronzo e dal II secolo A. C. è stata riscontrata anche la presenza dei Romani. Questi ultimi, infatti, avevano colonizzato la vicina in quanto vicina alla via Postumia, importante via di comunicazione che percorreva tutta la valle del Po, alla Valsugana, unico punto di accesso verso il nord Europa e al fiume Brenta, importante via per il controllo dei commerci. Cittadella nasce nel 1220 da un progetto militare di Padova, la quale ne promosse la fondazione per difendersi da Treviso, per scalzare i privilegi dell’aristocrazia locale e creare un grosso centro amministrativo a nord della città madre.

Successivamente Cittadella fu dominata anche da Ezzelino da Romano (1237-1252), da Cangrande della Scala (1318-1337) e, dopo essere tornata sotto il dominio padovano per 68 anni, nel 1405 passò spontaneamente sotto dominio veneziano. Dal 1483 al 1499 fu governata dalla famiglia Sanseverino (a cui era stato concesso il feudo come riconoscimento per i servigi resi alla Serenissima) e tra il 1503 e il 1516 dalla famiglia Malatesta che poi defezionò a favore degli Asburgo nella guerra di Cambrai. Cittadella rimase sotto la serenissima fino al 1797, vivendo un periodo di pace e di grande prosperità: lo testimoniano l’aumento della popolazione e lo sviluppo dei commerci che caratterizzavano questo periodo; successivamente dovette affrontare il travagliato periodo napoleonico e passò per qualche tempo sotto la provincia di Vicenza. Fu poi sottomessa dall’Austria (dal 1814); nel 1866 entrò, infine, a far parte del regno d’Italia con il resto del Veneto. Oggi Cittadella è un comune della provincia di Padova che conta circa 20.000 abitanti e si estende su un territorio pari a 36 km2.

Le Mura di Cittadella sono uno dei pochi esempi di sistema difensivo medievale meglio conservati in Europa. Il recente restauro ha consentito la messa in sicurezza dell’antico camminamento di ronda, per permettere ai visitatori di ammirare la città da punti di vista inediti e privilegiati. A forma di ellisse irregolare, la cinta presenta 4 torrioni principali e lungo tutto il perimetro (1461 metri) altre 12 torri e 16 torresini. Le quattro porte d’ingresso alla città sono orientate verso i quattro punti cardinali e il centro storico è suddiviso in isolati a scacchiera, ricavati in funzione dei due ampi assi viari principali (cardo e decumano romani) che convergono nella piazza centrale. La cinta, alta dai 14 ai 16 metri, è stata costruita con la tecnica della “muratura a cassetta”: due murature parallele riempite da un nucleo tenace di ciottoli e calce spenta calda per no spessore totale di 2.10 metri.

La rocca di Porta Bassano costituisce una delle parti più affascinanti del complesso fortificato di Cittadella, in quanto chiara testimonianza dell’apparato difensivo del mastio e delle porte d’accesso. All’interno della rocca si trova la Casa del Capitano, oggetto di importanti lavori di restauro che hanno permesso il ritrovamento di affreschi risalimenti al periodo dei Carraresi, dei Malatesta, dei Sanseverino e dei Borromeo. Oggi è sede dell’ufficio turistico IAT e funge da ingresso al camminamento di ronda. Da segnalare anche la Torre di Malta, oggi sede del museo archeologico, che si trova in corrispondenza di porta Padova, l'ingresso sud del centro storico. Il Palazzo Pretorio si trova invece nei pressi di Porta Treviso, l'accesso orientale di Cittadella.

... Pagina 2/2 ...Al centro della città si trova la Piazza Pierobon, che si trova all'incrocio delle 4 via principali del centro. Su di esse si apre sviluppa a nord la facciata della chiesa dei Ss. Prosdocimo e Donato, nota per ospitare pregevoli dipinti di scuola veneta. Molto bella, sul lato occidentale della piazza, la Loggia del Municipio.

Manifestazioni a Cittadella:
Il Mercato cittadino si svolge ogni lunedì mattina. Da non perdere il Mercatino delle pulci e del Biologico che si tiene ogni terza domenica del mese. Una data importante è il 19 marzo, quando si svolge la tradizionale Fiera di S. Giuseppe, alla domenica successiva. Voci dall’Evo di Mezzo (rievocazione medievale) si svolge l'ultimo weekend di settembre mentre la Fiera Franca (fiera del bestiame e festa del patrono della città) è tradizionalmente svolta alla 4° domenica di ottobre. Il Mercatino di Natale e mostra di Presepi caratterizzano il mese di dicembre.

Per arrivare a Cittadella
Per chi proviene da ovest, e cioè da direzione ovest conviene perscorre l'autostrada A4 da Verona fino a Vicenza. Si piega poi sulla A31 della Valdastico uscendo a Vicenza Nord. Da qui si percorre la Strada Statale 53 raggiungendo in poco più di 15 km di percorso Cittadella. Per chi proviene da sud e da est conviene invece uscire a Padova Ovest sulla A4 e salire in direzione nord lungo la Strada provinciale 47. Per le provenienze da Nord si può utilizzare l'alternativa della superstrada della Valsugana (SS47) che conduce fino a Bassano da dove si prosegue per Rosà e Cittadella.

Fonte: Ufficio Turismo IAT di Cittadella
loading...
17 Gennaio 2017 Un week end in Vallonia tra Mons e Waterloo ...

La Vallonia è una delle 3 regioni che formano il Belgio, insieme ...

NOVITA' close