Cerca Hotel al miglior prezzo

Ventimiglia (Liguria): cosa vedere nella città tra fiori e storia

Pagina 1/2

Un animo antico e pacato, custode di antiche si storie, si fonde con un’indole giovane e ridente, amante del mare e dei divertimenti: queste le due nature di Ventimiglia, cittadina ligure in provincia di Imperia, separate l’una dall’altra dal corso placido del fiume Roia. Prima che il Roia sfoci nelle acque limpide del Mar Ligure, infatti, taglia in due la città e fa da specchio agli edifici medievali, allineati alla sua destra sulla cima di un colle, e agli edifici moderni, impettiti sulla riva opposta. Dall’unione delle due metà ecco che nasce Ventimiglia, località di 26 mila abitanti che in estate vede la sua popolazione lievitare, grazie al ricco patrimonio storico che custodisce ma soprattutto agli scorci incantevoli della costa.

Ultima città italiana prima del territorio Francese, a soli 8 km di distanza dal confine, Ventimiglia è un piccolo gioiello da gustare con lentezza, muovendosi a piedi nel dedalo del centro storico. Tra le costruzioni religiose più affascinanti si fanno immediatamente notare la Cattedrale dell’Assunta, eretta nel XII secolo su un antico tempio pagano precedente e custode di pregiate opere d’arte, e la chiesetta di San Michele, costruita verso il 1100 e subito modificata nel secolo successivo sino a raggiungere l’attuale discreta eleganza.

Chi non si accontenta di cogliere tra le vie cittadine il ricordo dell’età medievale, ma desidera spingersi ancora più indietro nel tempo e conoscere gli eventi più antichi della storia locale, apprezzerà il Museo Archeologico Gerolamo Rossi. Qui sono conservati i materiali rinvenuti negli scavi della romana “Albintimilium”, oltre ai ritrovamenti archeologici dell’Ottocento e del primo Novecento, con una grande quantità di sculture, antichi oggetti della vita quotidiana e corredi funerari. Dello stesso genere, contenente i reperti archeologici delle grotte marine esplorate nel XIX secolo, è il Museo Preistorico dei Balzi Rossi, anch’esso molto interessante e ben organizzato.

Da vedere, infine, i Giardini Botanici di Villa Hanbury, realizzati nel XIX secolo per volere di un nobile signore inglese. Fu lui a farvi piantare le prime specie esotiche di piante, mentre oggi è l’Università di Genova a curare il parco e a mantenerlo rigoglioso e accogliente per i visitatori.
A Ventimiglia si svolgono poi numerosi eventi e manifestazioni popolare, che si susseguono nel corso dell’anno e mantengono viva l’atmosfera di festa e relax che si respira per le vie cittadine.

... Pagina 2/2 ...Protagonisti immancabili sono i fiori, amati e curati con particolare dedizione in questa città e in tutte le località della cosiddetta “Riviera dei Fiori”: intorno al 20 di febbraio, ad esempio, l’inverno si colora di fiori e piante in occasione di una fiera a tema, mentre la seconda domenica di giugno si tiene la famosa “Battaglia dei Fiori”. Per l’occasione una schiera di grandi carri, addobbati con le più belle specie floreali, si sfidano tra loro e con la folla a colpi di garofani.

Per chi preferisce i piaceri della buona cucina c’è anche la Fiera di San Secondo, che si svolge alla fine di agosto e ha origini medievali: oltre ai giocattoli e ai numerosi souvenir, infatti, le innumerevoli bancarelle della festa offrono i dolciumi tipici della zona.

In una terra di vacanze e di fiori il clima non poteva che essere dei più miti e piacevoli, dai tratti caratteristici mediterranei. Le estati, calde, raggiungono il culmine in luglio e agosto, quando le temperature medie variano tra i 18°C di minima e i 27°C di massima, mentre il mese più freddo, con valori compresi tra 4°C e 13°C, è gennaio. Le piogge si concentrano soprattutto da oyyobre a gennaio, infatti in questo periodo piove in media per 9 giorni al mese; luglio, al contrario, è il mese più secco, con appena tre giorni di maltempo sul totale.

Per raggiungere Ventimiglia, chi arriva da lontano potrà servirsi dell’aereo e atterrare all’Aeroporto di Genova, servito da numerosi voli provenienti dalle maggiori città europee e a 157 km di distanza dalla meta finale. Chi invece viaggia in auto e proviene dalla Francia, in particolare dalla zona di Nizza, raggiungerà Ventimiglia dall’autostrada A8; venendo da Cuneo si prende la S.S. 20 Cuneo-Limone-Ventimiglia; venendo da Torino si percorrono la A6 e la A10 Torino-Savona-Ventimiglia; infine, venendo da Genova, si prende la A10 Genova-Savona-Ventimiglia. Foto, cortesia: Sito del Comune

 Pubblicato da - 25 Aprile 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
23 Gennaio 2017 La Festa del Cardo dolce di Cervia

Il Cardo dolce di Cervia è il protagonista di una festa gastronomica ...

NOVITA' close