Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Nancy

Nancy (Francia): visita alla cittą tra Meurthe e Mosella

Pagina 1/2

Protetta dal corso del fiume Meurthe da un lato e dalla possanza del massiccio della Mosella dall’altro, Nancy ha da sempre goduto di una posizione strategica, in un ambiente storicamente ricco e ospitale, deliziato da una tradizione gastronomica pregiata e abbellito da una linea architettonica di gran gusto.

Antica capitale della Lorena, Nancy è ancora oggi una delle più belle città della regione francese, con circa 100.000 abitanti e un passato avventuroso alle spalle. Scenario, nel XV secolo, della triste morte di Carlo il Temerario, la cittadina varcò le soglie dell’Illuminismo sotto la guida dell’amatissimo duca Stanislao, deposto re della Polonia, che le regalò un rinnovato prestigio architettonico e culturale. Addirittura la bella Parigi, regina incontrastata di Francia, si vide contendere il primato artistico dalla produzione e dal design Art Nouveau che nacque proprio in seno a Nancy.

Al duca Stanislao, tanto importante per la crescita della città, è dedicata la bellissima Place Stanislas, cuore di Nancy e sempre brulicante di visitatori affascinati, dichiarata non a torto patrimonio dell’umanità dall’UNESCO. Punto di intersezione e fusione tra la Vieille Ville, la “città vecchia”, e la parte più moderna, la piazza è costeggiata da una splendida schiera di monumenti decorati in ferro battuto. Il municipio, il Museo delle Belle Arti, la Fontana di Nettuno e l’Arco di Trionfo sono alcuni dei dettagli che non si possono trascurare guardandosi attorno dal centro della piazza.

In particolare nel Museo delle Belle Arti sono custoditi capolavori di Claude Lorraine, del Tintoretto, di Caravaggio e Rubens. Da una delle tante aperture che danno sulla piazza si raggiunge poi il Parco della Pépinière, abbellito da un rigoglioso e caratteristico giardino all’inglese, e poco lontano ci si imbatte nella imponente Basilica di St Epvre. Vale poi la pena di lasciarsi trasportare dall’atmosfera spensierata e allegra della bella Rue des Marchéaux, preparandosi a scorrere di fronte ad alcuni dei migliori esempi di Art Nouveau della città: nei quartieri di Saint Leon e di Saurupt, infatti, si trovano gli edifici progettati da Emile Ancré, Luicien Weissenburger o Emile Gallé, precursore della famosa scuola Art Nouvea conosciuta come Ecole de Nancy.
... Pagina 2/2 ...
Dopo aver goduto delle bellezze artistiche di Nancy, fermandosi di tanto in tanto ad ammirare le vetrine delle vie più modaiole o concedendosi una pausa in uno dei suggestivi caffé della città, arriva l’ora di scoprire l’anima festaiola di Nancy: molti sono infatti gli eventi e i festival organizzati nel corso dell’anno. Ad ottobre, per una decina di giorni, il Nancy Jazz Pulsation fa vibrare la città a suon di musica, invadendo le sale da concerto più eleganti ma anche le strade e il Parco della Papinière. L’Aye Aye Film Festival, invece, si svolge tra la fine di agosto e l’inizio di settembre e ha lo scopo, attraverso l’arte cinematografica, di far conoscere il talento e le aspirazioni di giovani artisti provenienti da ogni parte d’Europa, cancellando le barriere geografiche e culturali.

Grazie alla inaugurazione, nel 1991, dell’Aeroport International Metz-Nancy-Lorraine, raggiungere Nancy in aereo non è difficile, anche se la struttura non viene raggiunta da voli low-cost diretti dall’Italia. Chi desidera scegliere un volo economico dovrà fare tappa a un aeroporto intermedio, come quello di Parigi o di Francoforte.

Una volta atterrati, i visitatori vengono accolti da un clima mite e piacevole nei mesi primaverili ed estivi, più rigido e ostile nel periodo invernale: le temperature, infatti, variano da una minima media di -2°C a una massima media di 4°C in gennaio, il mese più freddo; mentre in estate i valori minimo e massimo sono rispettivamente di 13°c e 25°C in luglio. Il mese maggiormente colpito dalle precipitazioni è invece maggio, che conta ben 12 giorni di pioggia sul totale.

 Pubblicato da - 21 Giugno 2016 - © Riproduzione vietata

loading...
close