Cerca Hotel al miglior prezzo

Beaune: la cittą fortificata, capitale dei vini di Borgogna

Pagina 1/2

La piccola città fortificata di Beaune, situata 40 chilometri a sud di Digione all’interno del dipartimento della Cote-d’Or in Borgogna, è una prestigiosa destinazione turistica apprezzata in tutta Europa per le sue architetture e per i suoi deliziosi vini. Nonostante gli importanti ruoli ricoperti nel corso della storia, Beaune è rimasta una cittadina di piccole dimensioni, un centro a misura d’uomo, nel quale si respira un’atmosfera gioviale e rilassante. Attualmente la città conta poco meno di 22.000 abitanti, anche se nei periodi di massima affluenza turistica il numero complessivo delle persone che vivono il centro cresce considerevolmente. Un motivo in più per visitare Beaune ed in generale tutta la Borgogna è l’enogastronomia, parte integrante della vita e della cultura della popolazione, che si diletta con una cucina raffinata, ricca di tradizione ma al contempo di innovazione.

Capitale parlamentare del ducato di Borgogna nel XV secolo, Beaune è stata una città particolarmente importante all’interno dello scacchiere regionale, ma anche nazionale, negli ultimi cinquecento anni. In precedenza, l’insediamento era stato per lungo tempo la residenza prediletta dei duchi di Borgogna che, tra il XII ed il XIV secolo, vi trascorsero la maggior parte del loro tempo. Attualmente Beaune vanta un settore commerciale piuttosto sviluppato, anche se la principale risorsa economica è il turismo.

Beaune, la perla dei rinomati vigneti borgognoni, è una destinazione che si addice a qualunque stagione, con la natura circostante che conferisce ulteriore fascino a una città nella quale storia, arte e cultura finiscono sempre per essere innaffiate con qualche bicchiere di vino. Tra i principali monumenti del centro spicca lo splendido Hotel Dieu, il cui cantiere prese avvio nel 1443 grazie al lavoro del Cancelliere Nicolas Rolin. L’edificio è un capolavoro di arte franco-fiamminga e rappresenta una testimonianza di indicibile valore per l’architettura medievale di questa regione della Francia. Al medesimo periodo risalgono anche la torre campanaria e le mura antiche, ottimamente conservate su quasi tutto il perimetro, mentre la chiesa più importante è la Collegiale Notre-Dame, i cui interni sono ornati da diversi splendidi arazzi. Passeggiando per le stradine del centro si noteranno poi parecchi palazzi gotici e rinascimentali, accomunati dall’essere tutti ben conservati e recentemente restaurati.

Di grande spessore è anche l’offerta museale di Beaune, presso la quale si possono visitare allestimenti dei generi più disparati. Tra i più noti vi è il Museo di Belle Arti, la cui collezione spazia dal XII ai primi anni del XX secolo con una particolare predilezione per le pitture fiamminghe e olandesi. Una vera e propria chicca è il Museo del Vino, ospitato nei saloni del cinquecentesco Hotel des Ducs de Bourgogne, dove si potrà conoscere la storia di una delle regioni più rinomate al mondo per i suoi vitigni. Meno conosciuto, ma ugualmente meritevole di essere visitato, il Musée Marey espone al pubblico la maggior parte delle opere realizzate in vita da Etienne-Jules Marey (1830 - 1904), rinomato scienziato francese nato proprio a Beaune. Se amate la natura e la vita all’aria aperta non potete fare a meno di recarvi ai due grandi parchi della città: il Bouzaize Park ed il Creuzotte Park.

Se siete interessati al vino avrete solo l’imbarazzo della scelta tra le tante visite, e soprattutto tra i tanti assaggi, che si possono intraprendere nella zona. Oltre al già citato Museo del Vino, si possono visitare numerose cantine di produttori locali, dove è spesso possibile degustare alcuni prodotti enogastronomici locali tra cui la celebre Moutarde di Borgogna. In centro si susseguono invece i ristoranti e le taverne dove apprezzare le pietanze più succulente del luogo, accompagnate ovviamente da vini eccezionali.
... Pagina 2/2 ...
Tra gli eventi che ogni anno si ripetono a Beaune spiccano: il Festival Internazionale di Opera Barocca, uno degli eventi musicali più conosciuti d’Europa, durante il quale si da lustro alla tradizione musicale dei duchi di Borgogna; il Beaune Jazz Festival, accompagnato da degustazione di vini, mostre d’arte, proiezioni cinematografiche e tantissimi eventi culturali; e la vendita all’asta dei vini di Borgogna, che la terza domenica di ogni novembre richiama appassionati da ogni parte del mondo.

A causa della lontananza dal mare, il clima è continentale, caratterizzato da inverni rigidi e moderatamente nevosi e da estati anche molto calde. Il mese più freddo è gennaio, durante il quale le minime sono stabilmente al di sotto dello zero, mentre le massime si attestano intorno ai 3/4 gradi. Quello più caldo è invece luglio, quando i pomeriggi sono spesso afosi e molto umidi, con temperature che superano i 30 gradi. Le precipitazioni sono distribuite piuttosto uniformemente nell’arco di tutti i 12 mesi dell’anno, anche se tendono ad intensificarsi nei mesi di giugno, ottobre e novembre, raggiungendo complessivamente i 1.000/1.100 mm di pioggia.

Per quanto riguarda i trasporti, Beaune si trova lungo l’autostrada A31 Lione-Langres una quarantina di chilometri a sud di Digione, servita da tutte le più moderne ed efficienti infrastrutture nel campo dei trasporti. Partendo dalla Gare di Lyon di Parigi si può raggiungere Beaune in TGV in appena 2 ore e 15 minuti, mentre Lione dista poco più di 1 ora e 30 minuti di automobile.

23 Luglio 2014 Le navi da crociera pił grandi del mondo ...

Non tutti lo sanno, ma le crociere hanno ben 170 anni di storia, grazie ...

NOVITA' close