Cerca Hotel al miglior prezzo

Le foto di cosa vedere e visitare a Costanza

Costanza (Kostanz): la cittą vecchia, il lago, e le isole di Reichenau e Mainau

Pagina 1/2

Nel lembo sud-occidentale della Germania, al confine con la Svizzera, si specchia nelle acque del Lago di Costanza (Bodensee) l’omonima città universitaria, per i tedeschi la città di Konstanz. Il fiume Reno affiora alla sommità delle Alpi Svizzere e raggiunge lo specchio d’acqua, tagliando in due fette distinte il centro di Costanza: a nord la zona più estesa ed elegante, con i quartieri residenziali e le industrie; a sud la porzione più antica, la cosiddetta “città vecchia” con i centri amministrativi e commerciali. Ad un ritmo di vita squisitamente lento e tranquillo, Costanza affianca tutte le caratteristiche di una città turistica e culturalmente ricca: innumerevoli sono i visitatori che ne fanno ogni anno la conoscenza, attratti dalla bellezza della natura circostante e da monumenti e palazzi di rilievo storico.

Costanza è la maggiore città nella regione del Lago di Costanza ed è l'unica città tedesca situata sulla riva sud del fiume Reno. Questa vivace città universitaria, che è stata anche la sede della maggiore diocesi del Sacro romano impero, non delude l'interesse del visitatore presentando dappertutto evidenti tracce del suo passato denso di avvenimenti.

Un groviglio di stradine medioevali piene di piccole case storte si snoda attraverso la parte più vecchia di Costanza, il Niederburg. La torre del Münster, con la sua rispettabile altezza di 76 metri, è sempre presente ad indicare quale sia la direzione da prendere per raggiungere la "Cattedrale di nostra Signora" in cui si può ammirare la basilica preromanica con colonne a tre navate costruita tra il 1052 ed il 1089. Vale proprio la pena salire sulla torre per gustare la vista mozzafiato su tutta la città e su gran parte del lago.

Nel 2003 gli archeologi hanno scoperto le fondamenta di un forte romano che si trova direttamente accanto al Münster. Con la sua circonferenza di circa un ettaro, questa fortificazione romana del IV secolo era probabilmente la maggiore nella regione del lago. I preziosi resti riportati alla luce sono visibili sotto una piramide di vetro e possono essere dunque visitati sia dall'esterno che entrando nel piano sotterraneo (visita guidata). Al XIV secolo risale il cosiddetto Konzil, l'antico magazzino situato sul porto ed in cui è possibile visitare una grande sala costruita con una struttura visibile di tronchi di quercia massiccia. Si tratta del più grande edificio laico conservato a nord delle Alpi ed è stato nel Konzil che nel XV secolo ha avuto luogo l'unico conclave papale che mai si sia tenuto su territorio tedesco. Sull'altra parte del ponte vecchio sul fiume Reno si trova la Seestraße, una magnifica passeggiata con una schiera di edifici che rappresentano alcuni dei migliori esempi di architettura in stile Stile Liberty nel sud-ovest della Germania.

Il Rosgarten Museum si trova dal 1870 nella Haus zum Rosgarten, che era una volta la casa della gilda dei macellai. La collezione del museo presenta manufatti che risalgono ai periodi della storia antica e preistoria, preziose opere d'arte medioevali ed oggetti della vita quotidiana fino al XX secolo. Un particolare accento è posto sulla storia della città durante il periodo di Libera città dell'impero e di Diocesi di Costanza.

Lo spirito più vivace di Costanza pulsa nel porto, cuore della vita cittadina nonché ideale punto di partenza per le barche che scivolano sul lago. Migliaia di piedi ogni giorno fanno il solletico ai ciottoli del molo, indaffarati a percorrere il mercato, mentre le piccole imbarcazioni si allontanano da riva alla scoperta degli isolotti che affiorano dall’acqua: l’Isola di Reichenau e di Mainau sono le mete preferite, ma anche le sponde che si vedono in lontananza offrono uno spettacolo affascinante. Fitte foreste, vigne e prati di un verde succoso tappezzano il territorio, regalando un’aria cristallina e pura da respirare a pieni polmoni.

Accanto al porto si trova il parco dedicato a Ferdinand Von Zeppelin, il celebre inventore del dirigibile: lo ricorda una statua posta al centro dell’oasi verde, mentre la sua vecchi abitazione è stata adibita a ristorante di lusso. Un’altra statua interessante, rappresentativa della storia cittadina, è quella che ricorda il Concilio di Costanza: vi sono raffigurati Papa Martino V, eletto proprio durante il concilio per rimpiazzare i tre papi in competizione, e l’Imperatore Sigismondo, che rappresenta il potere temporale ed era in carica nel periodo del concilio.

Ma la zona più affascinante di Costanza è senza dubbio l’ “Altstadt”, la Città vecchia: qui si erge la splendida Cattedrale Munster, affiancata da altre piccole e graziose chiese e da alcune torri. Una di queste si eleva nel punto in cui, un tempo, sorgeva l’antico ponte medievale che congiungeva le due rive del Reno. Tra la cattedrale e il corso del fiume si estende la Costanza più romantica, chiamata Niederburg, dove se ne stanno schierati e ancora fieri i palazzi più antichi, separati da stradicciole sempre più strette e intricate.

Altrettanto suggestiva è la vista della città da lontano, dalla cima della collina di Bismarcksteig: la si può raggiungere in autobus e, una volta arrivati, si può salire sulla torre di Bismarckturm. Da qui si gode una splendida vista di tutta la città, del lago e delle vigne, ancora più romantica se si attende che il sole sparisca dietro l’orizzonte. Guarda il lago anche l’Università di Costanza, in posizione privilegiata tra i boschi e i campi. Fondata nel 1966, la struttura presenta un’architettura stravagante e all’avanguardia, e contiene la più grande biblioteca di tutta la Germania.

Costanza è la città degli stabilimenti balneari. Un'atmosfera da anni 30 si vive nello stabilimento lungo il Reno, il Rheinstrandbad. La piscina coperta Schwaketenbad abbonda di scivoli e trampolini. E ci sono ancora altri stabilimenti a rendere difficile la scelta. E poi c'è l'eccezionale nuovo bagno termale Bodensee-Therme che è stato aperto nel 2007 ed è subito diventato un'oasi per gli amici del bagno termale e degli spazi benessere.

... Pagina 2/2 ...Con la posizione geografica che la vede situata direttamente sul confine con la Svizzera, la storia di Costanza è collegata con quella della vicina cittadina svizzera, Kreuzlingen, che si è sviluppata su una parte medioevale di Costanza. Passeggiando per Costanza ci si può trovare inaspettatamente di fronte a piccoli passaggi di frontiera dove, comunque, nel corso degli anni i controlli sono diventati sempre meno severi e sino ad arrivare al giorno d'oggi in cui si passa ormai (quasi) liberamente. Se Costanza è riuscita ad uscire per la maggior parte indenne dagli effetti disastrosi della seconda guerra mondiale, questo lo deve alla sua speciale posizione geografica ed all'astuzia dei suoi abitanti. Infatti, invece di oscurare le loro finestre, gli abitanti di Costanza hanno illuminato la loro città di notte in modo che i piloti dei bombardieri non hanno potuto distinguere Costanza da Kreuzlingen e non hanno quindi potuto sganciarvi bombe per paura di implicazioni diplomatiche.

Per raggiungere la città si ha l’imbarazzo della scelta: un’efficiente rete di treni, battelli e voli aerei si sviluppa intorno a Costanza, rendendola facilmente accessibile da ogni città d’Europa.
Le maggiori linee ferroviarie che da ovest corrono a Singen si fermano a Costanza, connettendola con ogni angolo della Germania e con la Svizzera. Un rapido servizio di battelli collega la città agli altri centri situati sulle rive del lago, mentre l’aeroporto più vicino è quello di Friedrichshafen, che garantisce soprattutto voli interni o provenienti dall’Aeroporto Stansted di Londra. I più vicini aeroporti internazionali sono invece quello di Stoccarda, di Basilea e Zurigo.

L'Azienda Stadtwerke Konstanz, gestisce cinque settori di servizi pubblici risolvendo ogni esigenza di mobilità sia che si tratti di mobilità per terra, per acqua o anche di mobilità in acqua. Grazie alla disponibilità di una rete di mezzi pubblici particolarmente efficiente, anche il villeggiante non particolarmente pratico della regione è in grado di raggiungere gli angoli della regione che si trovano più fuori mano. Gli autobus ed i battelli collegano con la propria rete non soltanto i luoghi di villeggiatura più famosi e frequentati ma anche mete meno conosciute e meno frequentate. Il viaggiatore alla scoperta della regione ha spesso la possibilità di optare anche per un biglietto combinato con attrattive offerte speciali in cui, per esempio, sono compresi biglietti di entrata oppure il passaggio su altri mezzi di trasporto. I servizi della Stadtwerke Konstanz comprendono anche il settore delle piscine coperte e degli stabilimenti balneari. Il fiore all'occhiello dell'azienda è il nuovo Bodensee-Therme, il modernissimo centro termale che non lascia niente a desiderare in quanto a possibilità di rigenerazione e di ricreazione per tutta la famiglia.

Il servizio traghetto per veicoli Autofähre è il "ponte galleggiante" che dal lontano 1928 collega giorno e notte le due città Costanza e Meersburg. Ma il traghetto non trasporta soltanto macchine e autotreni. Di giorno ci sono anche i ciclisti, che volentieri sfruttano la possibilità di utilizzare il traghetto considerato una scorciatoia legittima del proprio percorso sportivo. E poi ci sono anche i pedoni che prendono il traghetto per una breve crociera che li porta a fare un giro veloce sull'altra riva del lago di giorno o anche di notte a visitare uno dei tanti locali.

I Catamarani che portano i nomi Constanze, Fridolin e Ferdinand guizzano dal 2005 avanti ed indietro fra Costanza e Friedrichshafen. Chi ad una velocità di 40 chilometri all'ora se la sente di presentare la propria fronte al vento sul ponte di un catamarano, avrà modo di sentirsi sicuramente più leggero quando tocca di nuovo la terra ferma per andare alla conquista di Friedrichshafen, la città dello Zeppelin con il museo aeronavale ed i dirigibili argentati. Chi invece sfida il vento nella direzione opposta si prepara a scoprire il centro storico di Costanza.

Costanza ed i paesini di pescatori nei dintorni possono essere esplorati comodamente con gli autobus rossi. Il Roter Arnold si dirige ogni 15 minuti anche verso i sobborghi minori. E si da per scontato che anche i punti di maggiore interesse turistico siano facili da raggiungere: la Linie 5, per esempio, porta direttamente al nuovo Bodensee-Therme, mentre la Linie 1 conduce i passeggeri direttamente al traghetto Autofähre.

E quando poi ci si ritrova nel porto turistico di Costanza, è possibile che si abbia una certa difficoltà a decidere: si va all'isola di Mainau o si va sul Reno in direzione di Schaffhausen? Qualunque sia la meta per la quale infine ci si decide, con i battelli da escursione della Flotta bianca il percorso scelto diventerà sicuramente proprio la meta che cercavate. La flotta bianca porta i propri passeggeri non solo in crociera sul lago ma li accompagna, alla Bregenzer Festspiele, li porta alla Seenachtsfest oppure porta i piccoli corsari alla ricerca del tesoro in compagnia con il Capitan Orso blu.

La vicinanza del lago ha effetti benefici sul clima della zona, che non presenta grandi sbalzi di temperatura tra il giorno e la notte. In inverno il termometro scende però sino a valori piuttosto bassi: il mese più rigido è gennaio, con -5°C di temperatura minima media e 2°c di massima, ma da dicembre fino a marzo non è raro scendere sotto lo zero. I mesi più caldi sono luglio e agosto, con valori minimi e massimi rispettivamente di 12°C e 23°C. Le piogge in genere non sono torrenziali, ma si distribuiscono uniformemente nell’intero arco dell’anno: ogni mese si va, in media, dai 12 ai 16 giorni di maltempo.

Cortesia foto: sito ufficiale della città

 Pubblicato da - 07 Maggio 2009 - © Riproduzione vietata

loading...
close