Cerca Hotel al miglior prezzo

Mesa Verde National Park: visita al Parco Nazionale del Colorado

Il Mesa Verde National Park è un’area protetta di 211 km² situata nella parte sud-occidentale del Colorado, all’interno della Contea di Montezuma, nei pressi della città di Durango. Il territorio è formato da un altopiano, la cui altezza varia tra 1860 e 2560 metri, attraversato da vallate e canaloni rocciosi di dimensioni variabili. Per garantire la tutela degli splendidi resti archeologici, della flora e della fauna di questa incantevole regione, il 29 giugno 1906 fu istituito il Parco Nazionale di Mesa Verde, il secondo parco americano più antico dopo Yellowstone, che nel 1978 venne insignito dall’UNESCO del titolo di Patrimonio dell’Umanità. Il valore aggiunto di un parco dagli scenari naturalistici incontaminati sono infatti i resti dei numerosi insediamenti costruiti nell’antichità dagli Anasazi, un popolo nativo del Nord America vissuto tra il VII ed il XIV secolo.

I Popoli Ancestrali, come oggi si è soliti identificare questa popolazione misteriosamente estintasi nel raggio di una notte, realizzavano i loro villaggi sfruttando la particolare conformazione morfologica del terreno, ricavando le abitazioni in anfratti e rientranze rocciose chiamate cliff dwellings. Il più noto e grande insediamento è quello denominato Cliff Palace, dove oltre agli edifici ad uso abitativo spiccano magazzini e costruzioni comunitarie ad uso cerimoniale chiamate kivas. Nonostante gli scavi compiuti nel parco non abbiano ancora fatto perfettamente chiarezza sulle origini e sui dettagli della vita degli Anasazi, si è ormai a conoscenza di molte delle loro abitudini e della loro cultura, ripresa in epoche successive dagli indiani Navajo, che si insediarono nei pueblo dal momento della scomparsa dei predecessori.

All’interno del parco sono presenti all’incirca 600 cliff dwellings, molti dei quali di piccole dimensioni, con le eccezioni dei celebri villaggi di Spruce Tree House, Long House, Balcony House e del già citato Cliff Palace. Proprio quest’ultimo, il più grande insediamento costruito nella roccia di tutto il Nord America, è l’ideale punto di partenza per la visita al parco. La prima cosa che balza agli occhi sono le dimensioni colossali dell’anfratto, profondo 27 metri e alto 18, nel quale è ospitato il sito. Sotto a questa volta di roccia si trovano più di 220 ambienti, di cui 23 kivas, che compongono edifici residenziali, connotati dalle tracce degli antichi focolari, e magazzini. Il secondo insediamento per dimensioni è Long House, un villaggio situato sulla Wetherill Mesa nella parte occidentale del parco. Il meglio conservato è però l’agglomerato di Spruce Tree House, costituito da più di 120 ambienti di cui 8 splendidi kivas. In seguito a recenti studi si è calcolato che gli abitanti di questo villaggio fossero all’incirca 80. Molto suggestivi sono anche i siti di Balcony House, realizzato sulle pareti di un canyon fondo più di 30 metri, e Mug House, un villaggio su quattro livelli con quasi 100 ambienti. La più elevata costruzione di Mesa Verde è però la Square Tower House, uno spettacolare edificio che da il nome all’insediamento di appartenenza.

Una volta passati in rassegna i molti spettacolari complessi archeologici, ci si può concedere un attimo di relax presso uno dei tanti punti panoramici del parco, come ad esempio il Far View. Se invece si vuole conoscere proprio tutto degli Anasazi e della storia della regione ci si deve recare al Chapin Mesa Museum, un allestimento piuttosto interessante posto all’interno del parco.

La collocazione geografica fa si che il clima del parco sia caratterizzato da temperature abbastanza alte per tutti i dodici mesi dell’anno, con quelli estivi che fanno segnare temperature anche superiori ai 35 gradi. Se si decide di visitare il parco tra giugno e settembre gli unici giovamenti sono l’altitudine e la ricchezza della vegetazione, che riesce in parte ad allentare la morsa del caldo torrido, anche se i periodi migliori per recarsi al Mesa Verde National Park sono la primavera e l’autunno.

L’aeroporto internazionale più vicino è il Denver International Airport, mentre altri scali di piccole dimensioni nei pressi del parco sono quelli di Cortez, Durango, Pueblo e Colorado Springs. Per raggiungere il parco da queste città è possibile noleggiare un automobile con la quale immettersi lungo le autostrade US-160 e US-491, le principali arterie stradali che fiancheggiano il Mesa Verde. Se si ha intenzione di prolungare la visita a più di un giorno conviene premunirsi di prenotare l’unico albergo presente nel parco.
  •  

 Pubblicato da - 16 Settembre 2009 - © Riproduzione vietata

15 Aprile 2014 Classifica delle città più belle del mondo, ...

Ci sono città da sempre nel cuore di turisti e viaggiatori, luoghi ...

NOVITA' close