Cerca Hotel al miglior prezzo

Vacanze mare Provenza

LocalitÓ Balneari

Le coste e il mare della Provenza

Se gran parte della costa della Provenza ricade nella cosiddetta Costa Azzurra, l'estremità occidentale del litorale provenzale si differenzia enormemente per tipologia di paesaggi, che in pochi chilometri passano dalle coste rocciose della zona di Marsiglia alle distese sabbiose della Camargue, che corrisponde al delta del fiume Rodano che si getta in Mediterraneo dopo 812 km di percorso.

Le coste della Provenza iniziano praticamente ad ovest di Marsiglia (anche se alcuni considerano provenzali i paesaggi delle Les Calanques), dove si estende una delle ultime propaggini alpine, e cioè la Chaine de l'Estaque, che comunque non arriva ai 300 metri di altitudine. L'Estaque è appunto la prima località che si incontra uscendo da Marsiglia, costeggiando la porzione occidentale della “rade de Marseille”. La costa qui è quindi rocciosa, e si incontranno piccoli villaggi costieri come Niolon e Madrague-de-Grignac.

Proseguendo si incontra Carry-le-Rouet, Sausset-les-Pins e la località di Carro presso il Cap Couronne. Qui si apre il golfo di Fos, che viene chiuso ad ovest dal delta del Rodano. Questo golfo si caratterizza soprattutto per una intensa attività industriale ed è dominato in gran parte dal Port de Fos, a cui si affianca Port-de-Bouc e il Port pétrolier de Lavers. Le uniche possibilità balneari si concentrano sulla Plage-de-fos oppure sulla parte più orientale, ancora abbastanza incontaminata dove troviamo Plage des Laurons.

Se si vuole quindi avere un contatto più naturale con li mare, bisogna spostarsi ancora più ad ovest ed entrare nel magico mondo della Camargue: da Port-St-Louis-du-Rhone, dove sfocia il Grande Rodano, fino a Saintes-Maries-de-la-Mer dove abbiamo la foce del Petite Rhone, la costa si presenta completamente disabitata, con i cordoni di dune costiere che separano il mare dagli stagni interni, ricchi di vita e luoghi ideali per il birdwatching. Lunico modo per visitare le spiagge diventa la barca, oppure si può tentare di percorrere i sentieri a piedi o in bicicletta.
Il territorio fa qui parte dela grande Parc Naturel Regional de Camargue, ed è la zona dove vivono i bellissmi cavalli della Camargue, un vero simbolo della regione, come del resto lo è anche il Mistral, il vento dominante che soffia impetuosa da nord, accelerato dalla valle del fiume Rodano, incassata com'è nelle Alpi. Proseguendo ad ovest la costa torna ad essere disabitata e selvaggia: si tratta della Petite Camargue che si conclude alla Point de l'Espiguette. Ma qui siamo già nel territorio della regione Liguadoca-Rossiglione.

Condividi:

loading...
05 Dicembre 2016 La Festa di Sant'Antonio Abate a Villavallelonga ...

Antiche tradizioni, usanze tramandate da padre in figlio, voti assolti ...

NOVITA' close