Cerca Hotel al miglior prezzo

La Festa del Falò a Rocca San Casciano

Evento concluso!
Attenzione, evento concluso!
Se verrà riproposto aggiorneremo le date!
La Festa del Falò di Rocca San Casciano si appresta a entrare nel vivo: da giorni centinaia di volontari si stanno impegnando, sulle rive del fiume Montone, per preparare i pagliai di enormi dimensioni che sabato 2 aprile saranno accesi per la festa.

Un appuntamento che si preannuncia, come ogni anno, divertente ed emozionante, per il capoluogo della "Romagna-Toscana" che attende tantissime persone. Lunedì 28 marzo ci sarà la possibilità di visitare gratuitamente la zona dei falò, nel cosidetto Pre-Falò di Pasquetta.

Per tutta la giornata di sabato saranno allestiti degli stand gastronomici che offriranno, sia a pranzo che a merenda, delizie locali, leccornie da leccarsi i baffi e prodotti romagnoli; in più, ogni rione predisporrà un gazebo per conoscere i cittadini e per pubblicizzare i propri gadget.

Nelle scorse settimane la raccolta delle ginestre e dei rami di conifere è stata portata a termine con successo nelle campagne circostanti Rocca San Casciano: i due "pagliai" sono già stata innalzati, e a questo punto non resta altro da fare che aspettare i due falò, ritrovandosi sull'argine del fiume. Il due pagliai sono stati costruiti in massima parte con le ginestre che - secondo la tradizione - sono state passate di mano in mano dai tanti volontari che hanno deciso di prendere parte all'iniziativa. C'è però una diffrenza sostanziale: le "zerbaie" e cioè le strutture che auto-reggono i pagliai sono fatte in abete pe ril Rione Mercato, e in legno di acacia per il RIone Borgo. Ci possono essere due tipologie di pagliai: quello alla toscana, a punta, e quello alla romagnola, più arrotondato.

Sabato 2 aprile (ingresso 13 euro) chi interverrà alla manifestazione avrà l'opportunità di visitare le tre mostre a disposizione in piazza Garibaldi, tra le quali un'esposizione fotografica con immagini e scatti risalenti ai decenni passato. Non solo: verranno proiettati su un maxi schermo anche video e filmati del secolo scorso, all'insegna di un'operazione nostalgia che potrebbe commuovere chi è un po' in là con gli anni.

Poi arriva alle ore 21 il momento magico della festa: per appiccare il fuoco vengono utilizzate delle enormi torce, che vengono benedette prima dell'accensione. A seconda di come è stato costruito il pagliaio, di come l'aria può circolare al suo interno, il falò può risultare piàù o meno vigoroso, e quindi verrà alla fine premiato il Rione che ha realizzato il fuoco più spettacolare.

Da non perdere anche la mostra preparata direttamente dagli studenti delle scuole locali, con le loro opere d'arte ispirate proprio alla Festa del Falò. Infine, la terza mostra sarà allestita dai fotografi del gruppo di Facebook "Fotografiamo Rocca", e raccoglierà altre immagini emozionanti della festa.

Ma le iniziative non finiscono qui, perché nel pomeriggio verranno proposte delle visite guidate, rigorosamente gratuite, presso la Biblioteca Francescana, risalente al XVII secolo, grazie alla collaborazione dello storico Antonio Rabiti. In più, verranno presentate due tavole in ceramica realizzate a mano da Lucia Gennaretti, artista ceramista di grande talento di Portico di Romagna.

Il giorno 3 aprile (ingresso 5 euro), nel pomeriggio si svolgeranno le sfilate dei rioni, con i carri allegorici.

Per chi non conoscesse il territorio montano della Provincia di Forlì, questa è sicuramente un'occasione ghiotta per scoprire i dolci paesaggi collinari, assaggiare la cucina tipica, e godere della proverbiale ospitalità romagnola.

Festa del Falò
Dove: Rocca San Casciano
Date: 2-3-aprile 2016
Orari: dalle 11, il falò è previsto il 2 alle 21:30
Biglietti: 2 aprile 13 euro, 3 aprile 5 euro
Sito ufficiale: www.festadelfalo.it

Calendario delle aperture
Attenzione: evento terminato!

Aprile 2016
D L M M G V S
         
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
             
Diniego di responsabilità: la Redazione cerca di mantenere sempre aggiornate le date di apertura, ma consigliamo di visionare i siti ufficiali prima di organizzare una visita.
  •  

 Pubblicato da il 25/03/2016 - 1.969 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close