Cerca Hotel al miglior prezzo

Le spiagge pił belle della Sicilia, isole minori escluse

Pagina 1/2

Parlando della Sicilia sono tanti gli aspetti che vengono in mente di una regione così straordinaria dal punto vista naturalistico. Le spiagge, con l'avvicinarsi dell'estate, diventano ovviamente l'oggetto dei desideri di milioni di turisti ogni anno. È normale che sia così: l'estensione costiera della regione supera infatti i 1600 km, dei quali oltre 1100 km nella sola isola maggiore, mentre i restanti 500 km sono suddivisi tra le tante isolette minori dei diversi arcipelaghi siciliani (Isole Egadi, Isole Eolie e Isole Pelagie).

Abbiamo pensato di scrivere quest'articolo scegliendo quelle che secondo noi sono le 10 spiagge più belle per una vacanza nel mare della Sicilia (tralasciando volutamente, per il momento, quelle delle isole minori), ben consci che in realtà è impossibile stilare una classifica vera e propria di cotanta bellezza. Ecco quindi la nostra proposta di viaggio tra le spiagge dell'isola più grande del Mediterraneo, custode di un patrimonio che ci invidia tutto il mondo.

San Vito lo Capo

Vabbè, direte voi, troppo facile così. La fama di San Vito lo Capo ha raggiunto ormai i quattro angoli del pianeta.
Siamo in provincia di Trapani e la spiaggia principale della Costa Gaia è una grande distesa di sabbia bianca di oltre un chilometro di lunghezza che si affaccia su un mare cristallino. La sagoma del Monte Cofano, a est, sembra proteggere il territorio e i bagnanti che si rilassano e si divertono sotto il sole della Sicilia.

Riserva dello Zingaro

Come sopra, è una scelta piuttosto scontata, ma non potevamo esimerci dall'inserirla nell'articolo. Siamo sempre a San Vito lo Capo (TP): la Riserva Naturale dello Zingaro comprende un'area di sette chilometri di costa tra la stessa San Vito e Scopello dove si susseguono una dopo l'altra piccole baie e calette sassose, raggiungibili con sentieri da percorrere a piedi in mezzo alla natura oppure in barca. Il mare qui assume tutte le sfumature possibili del blu e i fondali sono un vero spettacolo per gli appassionati di snorkeling.

Calamosche

Ci spostiamo all'estremità opposta della Sicilia, in provincia di Siracusa.
All'interno della Riserva Naturale di Vendicari, Calamosche è una splendida spiaggia lunga circa 200 metri e racchiusa tra due promontori rocciosi che la proteggono dal vento e dalle correnti. La vista d'insieme di questo paradiso naturale è talmente spettacolare da averle garantito, nel 2005, il titolo di “spiaggia più bella d'Italia” dalla Guida Blu di Legambiente.
Per raggiungere Calamosche (o Funni Musca, come la chiamano gli abitanti locali) si cammina per 20 minuti attraverso una sentiero che parte dall'apposito ingresso della Riserva (ingresso Calamosche) sulla Strada Provinciale 19.

Realmonte (Scala dei Turchi)

Eccoci in provincia di Agrigento.
La spiaggia nota con il nome di Scala dei Turchi si trova nel tratto di costa tra Porto Empedocle e Realmonte. Qui l'attrazione non è la spiaggia in sé, quanto piuttosto la falesia bianca che l'abbraccia. La scogliera, di un bianco accecante, è stata scolpita e levigata dal mare e dagli agenti atmosferici nel corso di migliaia d'anni. Il suo aspetto ricorda quello delle scogliere di Sarakiniko, sull'isola greca di Milos. Oggi la Scala dei Turchi – nome che le deriva dalle antiche vicende piratesche saracene – è motivo di richiamo per quanti scelgono la Sicilia per le proprie vacanze.

... Pagina 2/2 ...
Marinello di Oliveri

In provincia di Messina sulla costa tirrenica, la spiaggia di Marinello di Oliveri, una grande lingua di sabbia lunga circa 2 km che si trova all'interno dell'oasi naturale orientata Laghetti di Marinello, alle pendici del monte dove si trova il santuario della Madonna di Tindari. Le correnti marine qui modellano la morfologia del territorio, creando anche specchi d'acqua salata alle spalle della riva vera e propria.
La spiaggia si apre su due lati: verso sud le correnti sono più deboli ed è possibile fare il bagno anche con i bambini, mentre sul versante nord, che fronteggia le Isole Eolie, il mare aperto rende la balneazione più insidiosa.

Torre Salsa

Una spiaggia selvaggia ancora relativamente poco conosciuta della Sicilia. Lunghi tratti di sabbia e insenature rocciose si alternano in questa parte di costa della provincia di Agrigento. La spiaggia di Torre Salsa si trova all'interno dell'omonima Riserva Naturale Orientata nel comune di Siculiana e proprio questo suo status ha permesso di salvaguardare la straordinaria natura incontaminata del luogo.

San Lorenzo

Adiacente alla Riserva Naturale di Vendicari, la spiaggia di San Lorenzo, presso il comune di Marzamemi (Siracusa), è uno stupendo tratto di costa con sabbia chiara, in parte attrezzato con stabilimenti balneari e in parte lasciato come spiaggia libera che fronteggia un'acqua cristallina particolarmente invitante. Siamo all'estremità sud-orientale della Sicilia, dove lo Ionio si fonde con il Mediterraneo.

Capo Gallo

In provincia di Palermo, la Riserva Naturale di Capo Gallo è un luogo magico per gli amanti del mare.
La riserva si estende da Capo Gallo a Punta Barcarello ed è stretta tra le frazioni di Mondello e Sferracavallo. Grotte marine e tratti di costa sassosi costituiscono parte del patrimonio naturalistico della riserva. Osservando il mare aperto, da qui si vede chiaramente l'Isola delle Femmine.

Eraclea Minoa

Nuovamente in provincia di Agrigento, la spiaggia di Eraclea Minoa (presso il comune di Cattolica Eraclea) è costituita da una lunga distesa di sabbia dorata che si affaccia su un mare cristallino, protetta dalla scogliera e dalle dune naturali dietro alle quali si trova una fitta pineta. Non distante è possibile anche visitare il sito archeologico dell'antica città greca di Eraclea Minoa, con lo splendido teatro risalente al V secolo d.C.

San Marco Calatabiano

C'è anche la provincia di Catania nella nostra classifica.
La spiaggia San Marco di Calatabiano si trova immediatamente a sud della foce del fiume Alcantara. La lunga distesa di sabbia mista a ciottoli è solo in parte attrezzata; per il resto è invece libera e selvaggia. Davanti a sé solo il mare turchese, mentre alle sue spalle eucalipti, acacie e agrumeti garantiscono un isolamento naturale dalla comunque scarsa presenza umana dell'entroterra.

A chi fosse interessato, segnaliamo infine il nostro articolo sulle spiagge più selvagge della Sicilia.

 Pubblicato da il 04/03/2016 - 5.113 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
close