Cerca Hotel al miglior prezzo

Natale in Austria nel Burgenland, tra mercatini dell'Avvento e natura

Pagina 1/2

Burgenland significa "Terra delle fortezze" ed è l'appellativo che questa remota regione ex-ungherese annessa all'Austria all'inizio del Ventesimo Secolo si è meritata per via degli innumerevoli e bellissimi castelli disseminati tra le sue pianure e le dolci colline che circondano il lago di Neusiedl.

In questa landa raggiungibile in quaranta minuti d'auto da Vienna il tempo ha rallentato fino quasi a fermarsi. Le giornate sembrano più lunghe, scaldate dal Sole che in Burgenland brilla per trecento giorni all'anno e che, assieme al volano termico generato dal grande lago, mitiga il clima della regione permettendo la coltivazione di una varietà ampissima di ortaggi, frutte e verdure, che le donano l'appellativo di "Giardino dell'Austria" e ricordano le rilassate campagne della nostra amata penisola.

Luoghi dimenticati dal turismo di massa ma ben noti agli amanti del surf e della vela, grazie alle grandi onde di cui è capace il Neusiedl See seppure i suoi fondali non superino i due metri di profondità.
Paesaggi immacolati in cui osservare centinaia di specie di volatili che frequentano l'unico lago di steppa nell'Europa Centrale, diventato assieme alla fiabesca città di Rust, celebre per le cicogne che vi nidificano sopra i camini, patrimonio dell'umanità dell'Unesco.

Il Burgenland è una regione collocata fuori dal tempo e dallo spazio: qui corrono ancora liberi gli ultimi cavalli selvatici di Przewalski e vengono allevati i maestosi buoi della Steppa, gli asini bianchi e i bizzarri maiali pelosi Mangaliza.
La regione è famosa per le sue preziose acque termali già care ai romani che edificarono in questa propaggine settentrionale della Pannonia i primi stabilimenti e che trovarono qui terra fertile per la piantagione delle viti: il Burgenland è infatti una delle zone storicamente più rinomate al mondo per la qualità dei vini prodotti.

Un turismo culturale, naturalistico, sportivo, termale, ed enogastronomico rivolto ad ogni tasca ed età che non si esaurisce al giungere dell'Inverno. La presenza di numerosi artigiani e artisti nei piccoli e inviolati borghi medievali, la mescolanza culturale con l'Ungheria, la sopravvivenza di antiche tradizioni e la ricchezza di materie prime peculiari d'alta qualità creano un fermento che trova una delle sue massime espressioni proprio durante il periodo natalizio.

Folclore, religione e leggenda si mescolano con antichi riti quali il calendario dell'Avvento, dove i bimbi trovano ogni giorno una piccola sorpresa, l'arrivo di San Nicholaus e dei temuti quanto amati demoni Krampus, l'albero addobbato ed i regali che Gesù bambino porta in dono il giorno di Natale.

... Pagina 2/2 ...
Questa è l'atmosfera incantata e suggestiva che si respira ai Christkindlmarkt, i mercatini di Natale del Burgenland, dove tra un fumante vin brulè, un punch o un succo di mela bollente, i tipici biscotti di burro alla vaniglia, le salsicce accompagnate dalle patate speziate e le castagne arrostite, si passeggia tra le bancarelle di artigianato locale colme di strenne e addobbi. Dimenticando la fretta e l'ansia che scandiscono ed accompagnano in Occidente questo periodo in cui incontrarsi e cercare un regalo non è più un piacere ed il Natale non è più una festa ma un'espressione del consumismo globalizzato.

Ai mercatini di Rust (18.11 - 18.12.2016 dal venerdì alla domenica), St.Margarethen (25, 26, 27 novembre e 3, 4, 10, 11 dicembre 2016), nella fortezza Forchtenstein (25 - 27.11.2016) nei castelli di Kobersdorf (26 e 27.11.2016) , Halbturn (26, 27 novembre e 3, 4, 10, 11 dicembre 2016), Lackenbach (4 - 6.12.2016) e degli Esterhàzy (8 - 11.12.2016), nella Capitale Eisenstadt (25.11 - 24.12.2016), nei parchi di Bad Saurebrunn (nei quattro fine settimana dal 26.11. - 18.12.2016) e Bad Tatzmannsdorf (3 - 4.12.2016) e al mercatino medievale di Stadtschlaining (4.12.2016) si possono trovare cestini realizzati intrecciando pazientemente le piante lacustri, preziose tele stampate ancora a mano, sciarpe e berrette in morbida lana all'uncinetto e oggettistica artistica in ceramica.

Un mercato molto diverso da quello delle cineserie in plastica, acrilico e led che invade le piazze delle grandi città. Una dimensione più umana all'interno della quale è rilassante condividere un momento con i propri cari ed è istintivo pensare al sorriso di chi si ama quando si trova, senza bisogno di cercarlo, un motivo per regalarlo.

Guarda gli altri mercatini di Natale in Austria

 Pubblicato da il 25/11/2016 - 1.978 letture - ® Riproduzione vietata

loading...
09 Dicembre 2016 I mercatini di Natale a Campitello di Fassa ...

I più suggestivi prodotti artistici, i più invitanti manufatti, ...

NOVITA' close